Welcome to Scatterbrain

Register now to gain access to all of our features. Once registered and logged in, you will be able to contribute to this site by submitting your own content or replying to existing content. You'll be able to customize your profile, receive reputation points as a reward for submitting content, while also communicating with other members via your own private inbox, plus much more! This message will be removed once you have signed in.

notlivingjustkillingtime

Members
  • Content count

    2,762
  • Joined

  • Last visited

About notlivingjustkillingtime

  • Rank
    paragraph 5 subsection B

Profile Information

  • Gender Male
  • Location Rome

Recent Profile Visitors

10,226 profile views
  1. La tua canzone preferita? "Non lo so. Non sapevo in quegli anni cosa girasse nel panorama musicale. Forse era appena uscita Karma Police dei Radiohead, quel video mi ipnotizzava". https://m.vocegiallorossa.it/la-roma-in-nazionale/nazionale-de-rossi-quando-buffon-debuttava-in-azzurro-avevo-14-anni-ostia-trigoria-i-simpson-sognando-keane-guardiola-e-davids-video-153364
  2. Perché per quanto mi riguarda non riesco a trovare un intento che non sia provocatorio in una frase come "I Police non li ho mai ascoltati ma fanno schifo, basta guardarli in faccia". Quindi o ti do spago e intavoliamo l'ennesima discussione sull'estetica (della musica rock e non) che non ci porterà da nessuna parte, o ti ignoro completamente, ma facendo uno sforzo non da poco a stare impassibile di fronte al cinismo e alla violenza velata e gratuita di certe affermazioni che devo leggere su queste pagine virtuali. Amen
  3. Sembra di essere rimasti al 1500 parlando di Arte e Assoluto entrambe con la A maiuscola... Comunque basta è meglio che non sto appresso a ste trollate ho capito che in fondo echoes è più Lacatus di Lacatus Figo il pezzo di Zimmer
  4. Dai ma sul serio? Non sarà un capolavoro ma di sicuro è mille spanne sopra a quella ciofeca di Interstellar per quanto mi riguarda. Uni dei film più sopravvalutati di sempre, che scopiazza qua e là dalla migliore fantascienza intelligente. E poi sul serio, criticate l'americanità di Arrival ma Interstellar ne vogliamo parlare? C'è da dire che gli alieni avrebbero dovuto inventarseli meglio, non faccio fatica a trovare motivi per cui non si vogliano far entrare negli annali del cinema.
  5. Si potrebbe fare una lettura di In Rainbows in chiave faustiana, l'amore e la scienza, la morte e l'immortalità, la circolarità e la sezione aurea, gli archi e la drum machine. Curioso che gli unici brani ad avere un beat elettronico siano 15 Step e Videotape, la opener e la closer, l'inizio e la fine. Tra l'altro in entrambe un uso non dritto: una è dispari, in 5/4; l'altra è sincopata, sfasata, in sottrazione.
  6. Grazie, è un capolavoro questo video, ai tempi (ma forse anche oggi) non avrebbe sfigurato al MAXXI o al MACRO o nei musei di arte contemporanea delle vostre città. Il mondo analogico del nastro magnetico che si smaterializza nei zero e negli uno dei bit digitali. Il rosso il blu e il verde che implodono in glitch di segnali discreti. Questo video ci fa vedere il DNA del mondo venturo, l'astrazione della e nella matematica, l'universo dei codici da cui siamo pervasi e che pervadiamo. La precisione chirurgica di una drum machine. La perfezione geometrica di un mondo di poligoni in 3D. È Mefistofele che vuole impadronirsi di noi? today has been the most perfect day I've ever seen
  7. La chiave è il video thumbs_down! Purtroppo adesso non si trova online però appena torna ti invito a vederlo perché ti darà le coordinate giuste per andare ancora più in fondo al brano. Il quale brano per me è un opera d'arte tout-court, da apprezzare in un museo. Non la considero affatto una pop song, motivo che non me la fa apprezzare tutti i giorni per la sua solennità ma forse dopotutto è giusto così.
  8. Il nuovo singolo è figo, ritorno a sonorità dancefloor-oriented dopo la lunga fase di sperimentazione ambient. Il problema però è che suona datato, diciamo che non mostra progressi rispetto a quello che ha già fatto in passato. Forse è per questo che ha paura di fare il terzo album. Poi magari mi contraddice subito cacciando fuori il capolavoro dopodomani. Beh speriamo allora
  9. Interstellar allaccia le scarpe ad Arrival, senza arrivare a scomodare 2001 e Solaris.
  10. Secondo me stavolta ha cannato più che altro il fatto di averlo mostrato esplicitamente il tempo filmico, se lasciava perdere quelle scritte veniva fuori un classicissimo montaggio alternato a beneficio della tensione, invece così ti aspetti chissà quali cerebralismi, visti anche i precedenti nolaniani, e invece era solo una didascalica esposizione del tempo filmico appunto. Che poi è quello che succede in tutti i film concitati da Griffith in poi. Magari non così in modo dilatato, ma grossomodo.
  11. Debussy è stato importante per la storia della musica occidentale in quanto ha rivoluzionato il concetto di tempo, liquefandolo in tantissimi frammenti di cristalli di sfumato. Quindi ci sta che proprio in questo brano la mente di Jonny abbia richiamato consciamente o meno il compositore francese. È il momento in cui il tempo si ferma e si congela e la luce rimbalza da un riflesso ad un altro fra specchi di sguardi e memoria.
  12. Comunque Dajana è una donna molto bella, non me ne ero accorto prima di questa foto. Sembra dolce ma con quel qualcosa di misterioso di molto intrigante.
  13. Sì, vuol dire che nonostante la sofisticatezza delle loro composizioni sono riusciti ad arrivare ad un grandissimo pubblico. Che è una cosa mica da poco, anzi.
  14. Ecco sì, tra l'altro. Neanche io sono un fan di Springsteen ma di sicuro ha contribuito a dare voce ad un'America che aveva bisogno di essere raccontata, quella più rurale ed emarginata magari. Stessa cosa per gli U2, anche se nel caso loro non so proprio cosa abbiano voluto raccontare, ma per ignoranza mia più che altro. A ognuno il suo, mica dobbiamo costringere tutti ad ascoltare le stesse cose.
  15. Sì è vero hai ragione tu Wandy Comunque sì la prima sensazione ascoltandoli è di raffinatezza. Sting è una spanna sopra il rispetto al 95% degli altri musicisti rock per quanto riguarda tecnica e anche conoscenza musicale tout-court (se non ricordo male nasce come sassofonista). Sono musicisti intellettuali sulla scia Talking Heads Radiohead per dire. Poi va be da stadio ci sono diventati ma non è una cosa negativa: una canzone come Every Breath You Take sarebbe da inserire nel patrimonio delle opere non tangibili dell'UNESCO per quanto mi riguarda.