Welcome to Scatterbrain

Register now to gain access to all of our features. Once registered and logged in, you will be able to contribute to this site by submitting your own content or replying to existing content. You'll be able to customize your profile, receive reputation points as a reward for submitting content, while also communicating with other members via your own private inbox, plus much more! This message will be removed once you have signed in.

Sig.Bakke

Members
  • Content count

    3,997
  • Joined

  • Last visited

About Sig.Bakke

  • Rank
    I Will
  • Birthday 12/12/1986

Profile Information

  • Gender Male
  • Location Città di Castello
  • Interests Un po' di roba.

Contact Methods

  • MSN sig.bakke@hotmail.com
  • Website URL http://www.alessandrobacchetta.com
  • AIM .
  • Instagram 66318847
  • Yahoo .

Recent Profile Visitors

7,993 profile views
  1. A Board at the Door strepitoso, ma poi l'url?
  2. Scaruffi li premia con un 6 (!) voto più alto per i radiohead dai tempi di Amnesiac: http://www.scaruffi.com/vol6/radiohea.html Thankfully, Radiohead abandoned the beats for A Moon Shaped Pool (XL, 2016), their least machine-based album yet, a veritable return to humanity. If the driving minimalist repetition of Burn the Witchsounds like an amateurish impersonation of Michael Nyman augmented with melancholy new-age piano, a couple of the songs display real genius like it rarely happened on their pretentious albums: the creative collage of The Numbers blends distorted Indian-esque music with snippets of orchestral music, massive organ drones and ghostly lysergic chanting; the elaborate ethereal pastiche Daydreaming blends more minimalist repetition with drones and sound effects that are almost musique concrete; Present Tense grafts flamenco-ish guitar and falsetto scat into a Caribbean beat; and Ful Stop sets an electronic threnody to Neu-esque motorik rhythm. Half of the album is wasted in minor detours, such as the somber and spare litany Desert Island Disk and the languid r&b over syncopated digital beat Identikit, but this could be their best album since Amnesiac. Nel frattempo Ondarock li mette al 3° posto nella classifica dell'anno e, allo stesso tempo, tra le delusioni dell'anno: sostanzialmente si aspettavano il disco del secolo http://www.ondarock.it/classifiche/
  3. Be', direi che chi sosteneva che Nude fosse finta/per ragazzine/poco sentita/artificiosa si sbagliava di grosso. Indipendentemente dalla qualità della canzone, ecco.
  4. Sono d'accordo, il punto è che molti fan non hanno mai accettato questa nuova TLW per ragioni altrettanto sbagliate, ovvero la lunga gestazione e le enormi differenze con le precedenti versioni a cui erano affezionati. Questo evento può aiutare i fan a comprenderla e accettarla per quel che è divenuta.
  5. Daydreaming era manifesta. Questa, e lo dico ahime perché le vicende biografiche non dovrebbero influenzare, ma per i fan come noi purtroppo è quasi impossibile, dicevo questa nuova True Love Waits oggi assume tutt'altra dignità e valore. Tutto quello che prima ce l'aveva fatta evitare, ovvero le precedenti edizioni, ora le dona ulteriore splendore. Tenerissima e tristissima, oggi per la prima volta l'ho davvero accettata e amata.
  6. In questo 2016 tutto finisce e niente inizia: era un pezzo troppo desolato per parlare della "semplice" fine di un matrimonio. 23 anni, 23 porte, 23 stanze, ognuna delle quali con una madre e dei figli all'interno, l'ultima della serie in un ospedale. Non fosse stato evidente già da prima, questo è il Requiem di Thom, ed una delle cose più belle che abbia mai scritto. "Beyond the point / of no return" :(
  7. Comunque qualche voto truffaldino a questo punto c'è stato. Minimo, ma quasi certo. Mah
  8. Voto finale 1: PYRAMID SONG Voto finale 2: HOW TO DISAPPEAR COMPLETELY Dal cellulare non posso modificare grandezza/colore del font
  9. Echoes poi aggiornaci con le posizioni da 5 a 16!
  10. Ma han votato pure i morti alla fine? Comunque bella finale
  11. Sempre stata tra le preferite, l'ho pure votata nella top5.
  12. È una degnissima top16 però considerando che è stata fatta attraverso dei sondaggi
  13. Queste erano le mie quattro finaliste... Quindi voto la mia vincitrice: Eiirp.
  14. Wanderer al patibolo! Htdc e pyramid.
  15. Restando in un ambito a me più confortevole, direi Raffaello vs Van Gogh. Quando la tecnica/composizione di per sé si sublima in profondità insomma (senza scomodare la Scuola di Atene o altri capolavori). Comunque non riesco seriamente - credo - a comunicare il concetto in due righe.