Jump to content

jeppoloman

Members
  • Content count

    2,203
  • Joined

  • Last visited

About jeppoloman

  • Rank
    There There
  • Birthday 12/21/1988

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Biella

Contact Methods

Recent Profile Visitors

4,232 profile views
  1. jeppoloman

    Guess the RH song (indovina con un'immagine)...

    Ahah, no era meglio che non ti dessi il suggerimento allora
  2. jeppoloman

    Guess the RH song (indovina con un'immagine)...

    No, ma dai che ci sei quasi. Non pensare alla traduzione effettiva, quanto più ad una letterale.
  3. jeppoloman

    Guess the RH song (indovina con un'immagine)...

    Nope. La prima di Billy è quella che si è avvicinata di più, per ora.
  4. jeppoloman

    Guess the RH song (indovina con un'immagine)...

    No, anche se in effetti ci sarebbe stato molto meglio del mio.
  5. jeppoloman

    Guess the RH song (indovina con un'immagine)...

    Nein und nein.
  6. jeppoloman

    Guess the RH song (indovina con un'immagine)...

    Spero non sia troppo scemo:
  7. jeppoloman

    Scattify

    Ops! Con gran tempismo noto ora questo tramite la notifica, non avevo visto il thread! Vabbeh, siccome la mia mamma mi ha insegnato che si risponde comunque per educazione, per me una per disco dei dischi ascoltati l'anno scorso, citati comunque un po' da tutti: - MGMT - Tslamp - Jonny Greenwood - Sandalwood I - Jonny Greenwood - Nina through glass - SUUNS - After the fall - Olafur arnalds - Ekki hugsa - Julia Holter - Voce Simul - Soap&Skin - Safe with me - Low - Disarray - The Good, the bad and the queen - Gun to the head - Giardini di Mirò - Different Times Se lo rifate per il 2020 cerco di rispondere entro il 2024 magari.
  8. jeppoloman

    Guess the RH song (indovina con un'immagine)...

    Oh per una volta ce n'è una che posso indovinare senza googlare, quindi mi riloggo. The infrastructure will collapse, House of Cards.
  9. jeppoloman

    Julia Holter

    Sì concordo. Per ora ho deciso di focalizzarmi solo sul disco 1, ci sarà tempo poi di ascoltarmi il secondo quando ci avrò capito qualcosa del primo. Per ora, giudizio ancora limitato, ma Voce Simul e Chaitius sono quelle che mi hanno preso di più. Turn the Light On sembra davvero Bjork, come diceva @TomThom, molto bella anche se ho un po' paura che dal vivo non renderà come se fosse cantata da Bjork. Più in generale, il disco intero mi ricorda molto Biophilia per certi versi. Ora vediamo se rispetto a quel disco, questo riuscirà a "entrarmi", anziché rimanere solo un mattonazzo impegnato. Per ora le premesse ci sono, vediamo come evolve (soprattutto con l'aggiunta della seconda parte!).
  10. jeppoloman

    Julia Holter

    Sentito anche io solo il primo dei due dischi per ora, @Wanderer Solo una volta per ora, quindi non mi sbilancio, ma per usare parole colte: ella madonna, che trip! Spiazzato di brutto, rispetto a I shall love 2 (piacevolmente, si intenda!). Non vedo l'ora di ascoltare il secondo disco, e di risentire il primo.
  11. jeppoloman

    "...2018, 2018, 2018..."

    Un po' di uscite in arrivo: - A Novembre nuovo The Good, the Bad and the Queen. Un po' a sorpresa, almeno per me, ero sempre convinto il loro fosse stato un disco una tantum. Il pezzo nuovo pare interessante, molto Albarnesco comunque. Il disco a Novembre. - Tornano dopo sei anni anche i giardini di Mirò. Il primo pezzo, nonché title track, molto bello per gli amanti del post rock. In ogni caso, sembrano abbiano fatto rewind di 15 anni come atmosfere. - Infine, ma qui sarebbe in teoria una notizia da 2019, torna anche Beirut a febbraio, anticipato da un bel singolo intitolato Gallipoli. Bene, e domani in un giorno solo escono SUspiria, Holter e Soap&Skin.
  12. jeppoloman

    "...2018, 2018, 2018..."

    Sarà indubbiamente l'autunno delle donne: oltre a Julietta e alla Calvi, torna finalmente dopo praticamente 6 anni Anja plaschg, aka Soap&Skin. Il disco esce a ottobre ma per ora sono usciti 2 brani (e mezzo) in anteprima. A parte i video terribili, musicalmente sembra davvero cercare nuove direzioni, come il lungo silenzio faceva immaginare. Per ora non so se sono molto convinto, soprattutto Heal mi lascia un poco interdetto, Italy già più interessante anche se forse un po' troppo semplice per una come lei. Entrambe comunque son nuovissime per i suoi canoni, incredibilmente "bright" e "positive", e senza il pianoforte e farla da padrone. Italy si conclude con un interludio orchestrale chiamato (This is) water, peraltro molto interessante. La curiosità è che è ovviamente dedicato a David Foster Wallace, ed il pezzo con relativo video è uscito esattamente nel giorno del decimo anniversario della sua morte. La cosa particolare è che hanno chiesto ad Anja se la cosa fosse voluta, e pare lei non avesse minimamente idea della coincidenza. https://www.youtube.com/watch?v=013lbJ-Iehg&start_radio=1&list=RD013lbJ-Iehg
  13. jeppoloman

    Suspiria OST

    Mi ero chiesto anche io cosa volesse dire, così sono andato a vedere l'intervista originale in fiammingo e in realtà Debits non sarebbe altro che Debussy. Presumo che chi abbia scritto la traduzione sia stato fregato dal correttore automatico...
  14. jeppoloman

    Suspiria OST

    Molto bella, niente da dire! Concordo con praticamente tutto ciò che dice @Wanderer nei suoi ottimi interventi. Comunque ,nella mia immane ignoranza, se fosse stato un pezzo dei Radiohead avrei giurato che il motivo principale e il flauto fossero farina del sacco di Jonny. A tal proposito davvero bella l'intervista a Thom, tra l'altro ne esce fuori una dinamica "di coppia" assolutamente opposta all'immaginario collettivo. Nel senso, non mi vedevo proprio Jonny cassare un pezzo di brutto "perché è un fottuto valzer", così come è bello sentire che Thom è molto più rilassato nell'approcciarsi ai concerti, come epraltro avevamo notato credo tutti. Registrato anche io per Londra. @frasky e chi altro farà domanda, se avete fortuna fatece sape!
×