Jump to content

jeppoloman

Members
  • Content count

    2,349
  • Joined

  • Last visited

About jeppoloman

  • Rank
    There There
  • Birthday 12/21/1988

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Biella

Contact Methods

Recent Profile Visitors

4,621 profile views
  1. jeppoloman

    Non essere geloso se con gli altri ballo i Notwist

    A me non spiace per niente, anche contando che trattandosi del singolo ci sta sia un po' catchy. Comunque giusto settimana scorsa, in attesa del disco, sono andato a ripescarmi i primi loro LP: mamma mia che evoluzione, roba che al confronto il salto da Pablo Honey a OK PC e` poca roba.
  2. jeppoloman

    LP10

    Ragazzi, ma sono solo io che alle varie notizie sulla stronzata dei monoliti che sono apparsi in Utah e in Romania ha pensato "sembra una campagna di marketing dei Radiohead"?
  3. jeppoloman

    Baustelle

    Veramente bello, e sorprendente* per certi versi, parola che non pensavo di utilizzare. Molto di classe, pop con orchestra ben fatto, belle le varie presenze tipo della tipa dei Blonde Redhead e dei Fiery furnaces, a far sembrare meno monotona la voce. Ecco solo una cosa, lascia che cantino loro in inglese, tu evita. * rispetto a quello che mi aspettavo, non che sia nulla di travolgentemente sorprendente.
  4. jeppoloman

    Shoegaze

    Lo scorso Natale mi han regalato il mio primo impiantino con giradischi. Siccome avevo sempre detto che lo shoegaze era uno dei principali motivi per cui lo volevo, e siccome loveless è introvabile, mi han regalato proprio Souvlaki. Non lo sentivo da un po', ora è credo il mio disco del 2020 anche perchè è stato il disco del travaglio con cui calmare la mugliera, quindi siccome che è una persona sentimentale, mo lo mette su ogni tre per due e piange, robe così. Discone, comunque, sì.
  5. jeppoloman

    Coronavirus Wuhan

    Penso che il punto principale sia che i vaccini non sono un antidoto infallibile. Hanno ognuno la propria efficacia, i propri punti a favore e contro. Ci sono vaccini, come quello per il morbillo, che hanno un'efficacia di circa il 95%, quindi se siamo in 100 e senza vaccino si ammalerebbero tutti, con vaccino se ne ammalano 5. Detto proprio alla buona. Per altri, tipo l'influenza, l'efficacia è appena del 50% circa, variando di anno in anno a seconda di come viene azzeccato il vaccino stagionale. Ci sono anni (tipo tre anni fa mi pare) in cui il vaccino si rivela quasi inutile ed altri in cui arriva magari al 70%. Ora, dato che non abbiamo ancora i risultati di alcuno studio di fase 3 per vaccino Covid, risulta difficile fare qualsiasi ragionamento di questo tipo, sarebbe come se ci mettessimo qua a criticare LP10 sulla base dell'intervista a Thom dell'altro giorno. Possiamo però provare a pensare, quali sono le ragioni per cui un vaccino può non funzionare? 1) Le mutazioni. Lìinfluenza muta di continuo, quindi ogni anno ne serve uno nuovo per i tipi che mi aspetto girino di più quell'anno. Uno dei vari motiv per cui l'HIV non ha ancora un vaccino è che muta tanto addirittura per una singola infezione. Per ora, sembra che il coronavirus muti pochissimo, quindi questo non dovrebbe essere troppo un problema. 2) Non causa risposta immunitaria. Altro motivo per cui HIV non ha vaccino è che il nostro sistema immunitario non riesce a generare anticorpi. Nada, visp. Troppo veloce a mutare. Indi, se non risponde all'infezione, il corpo non può rispondere al vaccino. Anche in questo senso, siamo positivi: praticamente ogni vaccino testato nelle prime fasi di sperimentazione ha fatto sviluppare rispost immunitaria. Questo non garantisce ancora che "funzioni", per quello si aspetta fase 3 degli studi per vedere appunto il rapporto tra infettati vaccinati e non. Ma almeno promette bene. 3) La risposta immunitaria non è sufficiente/gli anticorpi svaniscono. Questo succede purtroppo con tutti gli altri coronavirus da raffreddore. Ma che calino in sè gli anticorpi è normale, soprattutto per infezioni che colpiscono solo il tratto respiratorio superiore e che sono leggere. Alla fine il corpo si dice, perché devo portarmi dietro sti anticorpi per nulla per anni? Per la SARS, coronavirus più serio, invece pare la risposta duri più a lungo. Ora per una infezione naturale da SARS2, per ora pare la risposta sia buona. Quasi tutti mantengono buoni livelli di anticorpi. Recente studio inglese suggerisce a distanza di 4/5 mesi un 20% di persone non abbiano più livelli rilevabili di anticorpi, quindi meh. Ma questo non vuol dire quel 20% sia reinfettabile. Il nostro sistema ha come una memoria in cui dice "sai che ti dico? sti anticorpi li butto che accumulo sempre tutto, c'ho il garage pieno e non mi serve mai nulla! Però mi segno come li avevo prodotti, così se mi servono li rifaccio". Per ora i casi di reinfezione sono pochi casi anedottici, che ci si aspetta per normale variabilità statistica. La cosa positiva è che quasi tutti, credo escluso uno, sono poi casi asintomatici al secondo round. Probabilmente il virus fa in tempo a reinfettare ma poi viene riconosciuto e combattuto molto più in fretta. Quindi, finché non abbiamo i risultati inutile speculare, ma 1 e 2 fanno pensare bene, 3 cos' cos' ma non c'è nessuna indicazione che uno che ha avuto l'infezione tre mesi fa abbia la stessa chance di infezione di uno che non l'ha mai avuto! Negli altri corona, reinfezioni sono comuni dopo un anno, fosse così anche qui "basterebbe" un programma annuale come per l'influenza. Magari invece durerà anche meno e vaffanculo, ma più probabile semmai che essendo infezione più grave durerà di più, e un anno sia limite inferiore. Ripeto, casi ce ne saranno di ogni tipo, qua si parla di reinfezioni comuni, tipo rischio che torna quasi uguale a prima. L'idea di vaccinare l'intera popolazione mondiale invece proprio non esiste, e al di là dei problemi pratici funzionerebbe solo con un leggendario vaccino efficace al 100%. Abbiamo eliminato nella storia un solo virus UNO tramite vaccinazione, il vaiolo, mettendoci decenni. Ora ci siamo vicini con la polio, ma ancora mettendoci decenni. Un'ultima cosa: le prove cliniche che stanno facendo di fase 3 sono quasi tutte adattive, ossia ogni tanto controllano se ci sia già dimostrazione di efficacia o se si debba andare avanti. Più si va avanti e più l'opzione di un supervaccino efficace tipo morbillo svanisce. Si trovasse un vaccino tipo influenza, aiuterebbe certo, ma teniamo presente che l'influenza se la fa comunemente il 20% degli italiani. Certo per covid magari la copertura sarà maggiore, ma di quanto non lo so!
  6. jeppoloman

    Coronavirus Wuhan

    La figura demmerda di Zinga& co resta sotto gli occhi di tutti, ma De Luca rimane comunque un individuo poco raccomandabile che sfrutta il fatto (e la pandemia in generale) a suo favore. Il fatto e` che siamo nel 2020 e basta andare su google e fare un ricerca "De Luca coronavirus" limitata a fine febbraio, per trovare queste frasi dette da De Luca stesso dopo i primi casi: "Se la situazione rimane quella che di oggi, in Campania dobbiamo riprendere la vita pubblica e sociale. Se dovessero emergere altri problemi li affronteremo col rigore necessario. Ma la vita deve continuare altrimenti trasformiamo un problema serio in una tragedia da guerra mondiale. E qui in Campania non abbiamo sospeso i concorsi, neanche il concorsone, né chiuso gli uffici. Certo - ha concluso - dovremo mettere in conto un calo delle presenze turistiche" Peraltro, non sto dicedo che questa frase sia sbagliata, eh, solo che se De Luca critica chi diceva "Milano non si ferma", forse si dovrebbe ricordare che un tempo diceva anche lui "la Campania non si ferma".
  7. jeppoloman

    Tribuna Politica

    Concordo 100%, senza senso alcuno! Abbiamo km2 e km2 di superfici dove piazzarli senza bisogno di aprire campi. Tutti i tetti dei capannoni industriali, tutti i tetti dei condomini, etc etc. E` come spalmare la glassa della torta sul tavolo.
  8. jeppoloman

    Coronavirus Wuhan

    Lac, ci sono tre opzioni: 1) il tuo amico ha effettivamente preso il covid in Liguria e c'è stata qualche strana mutazione che l'ha reso più contagioso dopo. 2) il tuo amico ha preso l'influenza in Liguria, e poi ha avuto il virus in modo asintomatico; 3) falso positivo. Non so che test abbia fatto il tuo amico, ma vista la probabilmente bassissima diffusione del virus in Sardegna, non mi stupirei che anche un 80% dei positivi ai sierologici siano falsi positivi. Con tutte le informazioni disponibili al momento, il mio accuratissimo modello darebbe le seguenti probabilità: 1) 0.000001% 2) 39.999999% 3) 60%
  9. jeppoloman

    verdena

    Benvenuto/a @Berg , grazie del link! Personalmente, dopo avere sentito un disco "rappresentativo" di un gruppo, se mi piace preferisco poi sentirmi gli altri dischi in ordine cronologico. In particolare per un gruppo come loro che ha avuto una chiara, ma molto graduale, evoluzione. Comunque, per quanto riguarda i pezzi per me più rappresentativi sparerei: - Valvonauta (Verdena): perché per quanto la si possa odiare, Creep non può mancare in una compilation per capire i Radiohead; - Onan (Solo un grande sasso): perché è semplicissima e piaceva al me adolescente; - Centrifuga (Solo un grande sasso): perché i testi dei Verdena non avranno senso, ma sto titolo è più calzante per sto pezzo del 99.9% dei titoli di musica "d'autore"; - Luna (Il suicidio del samurai): perché è il loro pezzo più immediato e disperato allo stesso tempo; - 17 tir nel cortile (Il suicidio): perché per qualche motivo è il mio loro pezzo preferito, forse quell'inizio sghimbescio seguito da esplosione finale; - 40 secondi di niente (Il suicidio): perché è sicuramente il pezzo più banale di quel disco, ma a me fa piangere e me ne frega che sia banale o meno; - Il Gulliver e Sotto prescrizione del Dr Huxley (Requiem): perché sono dei trip clamorosi; - Scegli me (WOW): per motivi affettivi; - Fuoco amico I e II (Endkadenz): perchè è dove sono arrivati;
  10. jeppoloman

    Sigur Rós

    @echoes: giusto, Hrafntinna me l'ero scordata! @principles ascolta assolutamente Heim/Hvarf, disco di B sides clamoroso, Hafsol è davvero una cosa da brividi. Tra l'altro era uscito con Heima, documentario di un loro tour in Islanda in cui erano andati a suonare per varie parti del paese aggratis, che è il mio docufilm musicale preferito in assoluto. Se riesci a recuperarlo, consigliatissimo.
  11. jeppoloman

    Tribuna Politica

    A me fa sempre ridere sta cosa che l'Italia sia l'unico paese al mondo in cui "lavorare da casa" sia diventato "smart working". Mi sembro uno di quei vecchietti che ripensano ai vecchi tempi, ma gia` siamo cosi` pigri che non ci inventiamo nuove parole per nessuno dei nuovi termini (internet, smart-phone, browser,etc etc) mo ne usiamo pure una che non usano neanche nei paesi in cui quella lingua e` la madrelingua! In teoria poi se proprio si usa starebbe ad indicare piu` che puoi scegliere dove e QUANDO lavorare, non solo che fai stessi orari e stesse cose di prima solo da casa. Detto questo, ovviamente dipende da lavoro a lavoro. E da persona a persona. Ci sono lavori che non puoi fare stando a casa tutto il giorno (e non parlo necessariamente del chirurgo) e ci sono lavori in cui andare a lavoro e` una perdita di tempo inutile. CI sono persone (tipo il sottoscritto) che starebbero bene chiuse in una caverna per 100 anni avendo interazioni sociali solo con pipistrelli e stalattiti, e ci sono persone (tipo mia moglie) che piuttosto che non avere interazioni sociali nella vita di tutti i giorni cambierebbero lavoro. Secondo me il problema e` mal posto: non e` dobbiamo tutti lavorare da casa vs nessuno. E` "se uno puo` e vuole, non c'e` nessun motivo perche` non lo si debba lasciare lavorare da casa". In Italia la mia breve esperienza e` che ci si fidi molto meno dei propri dipendenti, li si vuole controllare a ogni istante etc etc. Ma in realta` basterebbe giudicarli per le performance, piuttosto che per le ore di cartellino timbrato. Gia` 10 anni fa ho avuto la mia prima esperienza lavorativa in Svizzera e mi lasciavano lavorare da casa quando volevo, pur essendo un ventenne appena arrivato. Quello che contava era la produttivita`, che per quel che mi riguarda cresce se posso evitare di passare due ore al giorno a viaggiare. DOve lavoro ora sono due anni che obbligano (per motivi di spazio) a scegliere ai nuovi assunti almeno un giorno in cui lavorare da casa. Mai visto alcun calo di produttivita`. Se ci fosse, individui il colpevole e gli fai capire che se continua cosi` lo mandi a casa. Le citta` non credo proprio che moriranno, pieno cosi` di gente che non riesce a vivere lontano dalla citta`, che ha bisogno di vita, cultura, eventi ogni minuto. Quanti giovani sceglierebbero di vivere a Milano piuttosto che Caresanablot solo per quel che la citta` offre, piuttosto che per il lavoro? Poi c'e` anche la questione ricongiungimenti, quanta gente potrebbe vivere assieme senza bisogno di star lontani per zero reali motivi. Se questo portera` a qualche bar in meno in citta` e qualcuno in piu` in campagna, non vedo il problema. Se no mi pare come chi ai tempi diceva stiamo attenti con sti cellulari che chi lavora per la SIP perdera` il posto.
  12. jeppoloman

    Sigur Rós

    Concordo, Takk gia` appare come disco piu` stanco, ha dei pezzi della maronna tipo Glosoli, ma tutto insieme avevano gia` meno da dire. Discorso simile per il ronzio ma con qualita` piu` bassa. valtari per me per certi versi e` superiore come disco, anche se ha davvero idee zero. Kveikur mi ricordo solo la Title track, il resto era stata una delusione senza appello. Impressione mia: Kjartan ha capito che non c'era piu` la scintilla, se n'e` andato dopo Valtari e la sua assenza in Kveikur pesa come un macigno. Per questo dicevo che per me senza lui (e Orri) le speranze che facciano ancora qualcosa di buono svaniscono quasi del tutto...
  13. jeppoloman

    Sigur Rós

    Laca, e` scatter, si deve sempre esagerare! Sti due pezzi (s)oggettivamente non dicono proprio niente comunque. Ma concordo con te, aspetto ottobre e in ogni caso un ascolto lo daro`, se non altro per quel che mi han saputo dare in passato, ho sempre la speranza che da un momento all'altro rinsavisca(no). Concordo che l'ultimo disco sufficiente rimane Suoniamo senza fine con un ronzio nell'orecchio, aggiungerei che l'ultimo bello bello e` Hvarf/Heim di due anni prima. Ma nelle cose pubblicate a nome Sigur qualcosa di decente ce lo si trovava sempre, Jonsi da solo o con altre compagnie qualche boiata in piu` l'ha fatta.
  14. jeppoloman

    Sigur Rós

    Nuovo album solista di Jonsi, esce a Ottobre e si chiamera` Shiver. Gia` disponibili Exhale e Swill, onestamente non promette granche`, pare l'ormai solito andazzo. Qualche bel suono qua e la`, ma tutto molto banalotto. Certo che con l'addio di Kjartan e Orri ( si sa piu` nulla di lui?) in pratica i Sigur sono finiti. E buuu per il cantato in inglese.
  15. jeppoloman

    Coronavirus Wuhan

    Lacà, due cose: 1) il virus NON è clinicamente morto. Per ora la situazione è tranquilla e la speranza è che con le misure di distanziamento e maschere (e una porzione della popolazione più attenta) si eviti la famosa seconda ondata. Ma si parla per l'appunto di "speranza" e nulla più. 2) Non c'è nessun motivo per cui debba sparire tra un anno. Per ora tutti gli indizi sono che possa diventare endemico. In assenza di evoluzioni per ora non pervenute, il virus smetterà di essere pericoloso solo se avrà infettato tra il 60 e l'80% della popolazione. O se si trova un vaccino. Chi dice il contrario di 1 e 2, o lo fa per motivi politici o fa del wishful thinking. Magari poi ti va di culo e c'è effettivamente qualcosa che non sappiamo del virus che lo rende quasi "morto", ma dirlo con qualsiasi grado di sicurezza è una delle due opzioni e bon. DI potenziali vaccini ce ne sono tanti e deo gratias! Fa conto che da fase 1 a approvazione saranno tipo il 10-20% i vaccini che vengono approvati, quindi nessun motivo per mettere tutte le fiche sullo stesso (intendo fiche di casinò, non avevo mai scritto la parola fiche, mi sento un dodicenne ma rileggendo ho riso tantissimo). I vaccini in generale sono la roba più sicura del mondo. Questo, quando ci sarà, vedremo. Se ci sarà. Vedremo se avrà un'efficacia tipo influenza (40-60%), o morbillo (99%). Vedremo come sarà il profilo di sicurezza. Sinceramente se qualcosa verrà approvato, non avrei nessuna preoccupazione a prenderlo. Al massimo servirà a poco o mi darà delle piccole contorindicazioni. Quello che è importante è solo che non si taglino le tappe, perché gli anti-vaxx son dietro l'angolo ad aspettare il minimo passo falso, e quello mi preoccupa non poco... Tipo ora si son presi dei bei rischi, hanno iniziato fase 2 prima di avere i risultati della 1, e la 3 prima dei risultati della 2... Più che altro però per quello i rischi se li sono corsi i volontari, una volta che sarà approvato dovrebbe essere tutto ok, a meno che non ci siano effetti collaterali a lunghissimo termine che credo siano abbastanza improbabili.
×