Jump to content

Gasba

Members
  • Content count

    2,603
  • Joined

  • Last visited

About Gasba

  • Rank
    No Hay Banda
  • Birthday 02/13/1990

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Roma

Recent Profile Visitors

5,938 profile views
  1. Gasba

    Dj set

    Sìsì acid pauli è molto in linea con quel che avevi postato mi sembra che ci volete fa, i grandi artisti non si curano dei vostri stereotipi troppo umani (e comunque sia scorsese che bunuel sapevano divertirsi alla grande)
  2. Gasba

    Dj set

    Io cerco di andare a ballare abbastanza spesso per scaricarmi. Posso dire di essere piuttosto molesto. Prediligo drum n bass/jungle, ma ballo qualsiasi genere purché mi faccia muovere il culo. Tra i migliori set visti di recente sicuramente Acid Pauli, Pendulum e dj hype, mensioni particolari a quella scoppiata di Miss Kittin e Infected Mushrooms.
  3. Gasba

    Quali pezzi dei radiohead somigliano ad altri?

    Perdonate l'ignoranza... ma questo canta davvero così oppure è una specie di parodia?
  4. Gasba

    Serie Tv

    Ma anche la 4a stagione fu annunciata con così poco preavviso? Poi è strano che esca solo il nome del primo episodio, considerando che Netflix fa uscire le intere stagioni. Riguardo il calo qualitativo direi che è colpa di diversi fattori incrociati... un po' il passaggio a Netflix (il calo è iniziato con la 3a), un po' la diminuzione dell'effetto novità, un po' la parabola discendente intrinseca a qualsiasi serie tv. Certo è ancora disturbante, ma l'apertura al grandissimo pubblico forse li ha frenati dall'entrare a gamba tesa con episodi tipo "the national anthem". Devo dire però che "Hang the DJ" per me è uno degli episodi più belli di sempre, mentre invece ad esempio "White Bear" della 1a stagione non mi ha mai detto molto. Prendo questa quinta stagione come la prova del 9.
  5. Gasba

    Serie Tv

    Magari è solo l'episodio di natale
  6. Gasba

    LP3 Thom (?)

    dai frasky smettila di rovinare il secolo
  7. Gasba

    Thom: tour invernale USA 2018

    Ormai non ho più parole per osannare Bloom... Solo non capisco perché nella versione full band si ostinano con le chitarre, quando al piano acquista mille punti. Suspirium la mia preferita tra le recenti.
  8. Gasba

    massive attack

    70, prezzo medio dei "big". Ma parliamo di una delle location migliori di roma, senza contare che i kraftwerk live sono pazzeschi, sia musicalmente che visivamente (ho sentito parlare molto bene di questo show in 3D, speriamo bene).
  9. Gasba

    massive attack

    Io invece alla fine ho deciso di passare... location indegna. Però in compenso mi sparo i kraftwerk all'anfiteatro di ostia antica
  10. Gasba

    Twin Peaks

    Abbandonata ogni speranza di trovare una serie tv decente, mi sono rivisto Twin Peaks 3 in una specie di maratona in 5 giorni. Visto che all'epoca non ho avuto modo, voglio condividere un paio di pensieri sparsi: Mi è piaciuto più della prima volta, se possibile. Anzi penso che in tv non si sia praticamente mai visto niente del genere, e il pubblico a malapena se n'è accorto. D'altronde nell'era di Netflix, patria della fruizione mordi-e-fuggi, era normale che una serie come questa cadesse subito nel dimenticatoio. Esclusi gli affezionatissimi, i cinefili e i lynch maniaci, TP3 è apparso alla restante massa come una grande incognita, una di quelle opere contemporanee così indecifrabili da sembrare - a volte giustamente - provocatorie, prive di senso e direzione. Allo spettatore medio non piace la centrifuga: egli pretende la linea retta, la spiegazione, pretende il personaggio-professore che sul finale, armato di colpi di scena e stereotipi, svela alla platea il senso ultimo di ogni cosa (momento che di norma è ritardato fino allo sfinimento). Solo così lo spettatore medio riesce a prendere sonno la sera, soddisfatto e rassicurato che anche stavolta tutto abbia un senso. Solo se ogni cosa è ben terminata possiamo tutti ripeterla in coro, come in chiesa. Se le parole sono confuse, o peggio ancora interminabili, lo spettatore medio allora si sente preso in giro, e il rigido cristallo delle sue aspettative evapora in una grande nube insignificante e incolore, subito spazzata via da jon snow che si incula la regina dei draghi o da altri fuochi d'artificio del momento. Ebbene, tutto questo Lynch lo sa, e ne fa un ritratto sconcertante e geniale. In un ricamo citazionistico di pittura, videoarte e cinema, di realtà e finzione, fa interferire i codici televisivi fino al loro completo rovesciamento, perculando alla grande questa generazione di spettatori. Sostituisce la logica del "tutto e subito" con quella del "niente chissà quando". Condanna l'antagonista facendone pura attività, pura volontà e costante ricerca (di coordinate, di direzioni), e fa invece dell'eroe centrale un ebete inattivo, un albero, un tempo morto vivente - quintessenza del wu-wei taoista. Sottrae all'intreccio la spiegazione e la linea retta, lasciando che gli eventi si manifestino per così dire "spontanei", come in sogno, senza un centro. Fa dell'esperienza televisiva un delirio elettrico, un sogno collettivo che non ha un sognatore unico e certo. Fa del televisore una scatola vuota, che non mostra nulla fintanto che la si osserva direttamente e ci si aspetta qualcosa, ma genera figure - o mostri - non appena si distoglie lo sguardo: la verità non è nel centro, ma sulla coda dell'occhio, al limite tra dicibile e indicibile, in quello spazio vuoto e intestimoniabile che non può essere colmato se non da noi stessi. In tutto ciò, rivolgendosi cioè direttamente allo spettatore-sognatore, Lynch disegna nel frattempo il suo definitivo compendio cinematografico, dando vita a una vera e propria cosmogonia personale fatta di macchie indistinte e vaghe impressioni. Si potrebbero perdere giorni a dare una spiegazione al tutto, a ricostruire il puzzle: eppure ci sarà sempre quel tassello mancante che va inventato, quel vuoto anarchico che si rifiuta di irrigidire il disegno completo e quindi lo inghiotte come un buco nero. Tutto è energia, afferma Lynch con Einstein; energia e materia sono interscambiabili. Come la materia può sprigionare un'enorme energia, così l'energia può condensarsi in materia. La forma-pensiero Twin Peaks, questi attori e questi luoghi "finti", sono un grande sogno al pari della vita, e al pari della vita possono quindi dirsi "reali". No hay banda, eppure sento un suono.
  11. Gasba

    Un film al giorno Vol. 2

    Guarda Morricone ha proverbialmente un carattere di merda e sta antipatico a molti (non le ha mai mandate a dire), ma insomma qua si esagera. Al rollingstone non bastava cadere in basso, vuole pure grattare il fondo.
  12. Gasba

    Un film al giorno Vol. 2

    Smentita https://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2018/11/11/news/ennio_morricone_quentin_tarantino-211372417/ Tarantino si sarà fatto una risata
  13. Gasba

    massive attack

    Peccato per il palalottomatica, comunque penso di esserci
  14. Gasba

    Suspiria OST

    PM?
  15. Gasba

    Thom per Greenpeace (Exclusive)

    Il fatto che tu sia libero non significa che tu sia obbligato... Cioè, per capire un attimo chi fossi sono andato sul tuo profilo: hai una trentina di messaggi all'attivo e sono tutti insulti o provocazioni inutili. Ma a voi zombie non basta facebook per sfogarvi? Devi proprio rompere il cazzo su scatter? E come se non bastasse ora vieni pure a pretendere delle scuse Ora non dico che sia tu a dover chiedere scusa al forum, ma fossi in te l'idea di tacere la prenderei in considerazione più spesso.
×