Jump to content

Gasba

Members
  • Content count

    2,572
  • Joined

  • Last visited

About Gasba

  • Rank
    No Hay Banda
  • Birthday 02/13/1990

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Roma
  • Interests
    Arte

Contact Methods

  • MSN
    psychedelia[at]hotmail.it

Recent Profile Visitors

5,863 profile views
  1. Gasba

    Come to your senses

    Difficile dare un giudizio a una bozza... Fa molto hail to the thief, ma le note orientaleggianti richiamano certe atmosfere alla tkol. Un po' senza guizzi, alla lunga annoia, ma è pur sempre un embrione
  2. Gasba

    Hitler hairdo (il look di Thom & co.)

    Con quella panza lo vedo meglio come boa
  3. Gasba

    massive attack

  4. Gasba

    Thom: mini-tour in Europa

    Ma i RH sono i primi a puntare tantissimo sulla produzione e meno sulla composizione. EIIRP è un accordo semplicissimo, il resto sono effetti e e fuochi d'artificio o make-up. Ma quasi tutto Kid A è così, salvando alcune meravigliose eccezioni. La loro fase "sperimentale" è consistita in questo mettere la produzione al timone, la forma davanti al contenuto - e facendo questo hanno descritto l'era glaciale. Seguivano la logica del "meglio pochi accordi ma buoni piuttosto che mille superficiali", per cui spesso l'idea di partenza era più una macchia di colore che altro, un fraseggio semplice, un vuoto compositivo programmatico modulato nei circuiti di una massiccia produzione. Infatti per me le loro gemme sono quelle dove le due facce convivono in maniera armonica, vedi Pyramid Song o Bloom o Videotape (ecc.) Bisognerebbe aprire un topic apposito... "Sull'utilità e il danno della produzione per i Radiohead"
  5. Gasba

    Thom: mini-tour in Europa

    Ma parlate dell'eccesso nella composizione o nell'arrangiamento e la produzione?
  6. Gasba

    The Numbers

    è un linguaggio cifrato, stolti.
  7. Gasba

    Suspiria (?)

    I doppioni, che siano remake o sequel, li ho sempre trovati ridicoli. La musica sembra carina anche se un po' doppiona pure lei.
  8. Gasba

    Un film al giorno Vol. 2

    Ma Garrone è abbastanza pop, il suo cinema prima che all'esperto è rivolto al popolo, che è anche il suo oggetto di esplorazione artistica. Per questo il film è riuscito: convivono tranquillamente una forma cinematografica elegante e poetica con un realismo che è difficile distinguere dal documentario. Il realismo lo si raggiunge sempre con la libertà: libertà dello sguardo (diaframmi sempre chiusi, lo spettatore sceglie come ritagliare il proprio spazio filmico all'interno di un'immagine tutta "democraticamente" a fuoco. Non a caso sul finale onirico abbiamo un fuoco molto stretto solo sul protagonista, ormai staccato dallo sfondo, dalla realtà), di conseguenza libertà della morale (chi ha ragione? chi ha torto? Chi è il cattivo? In ognuno luci e ombre, diverse tipologie di "cane umano"). Insomma un po' le formule nel neorealismo, rielaborate 50 anni dopo. Garrone si sta interrogando su cosa significhi oggi "realtà", senza offrire risposte univoche o ricette pronte. Nell'era del populismo, direi che è già un miracolo.
  9. Gasba

    Un film al giorno Vol. 2

    Probabilmente è il miglior film italiano da un po' di tempo a questa parte. Mentre la media italiana rimane impantanata nella soap-opera moralistica e di facile lettura, Garrone intanto si misura con i grandi e scrive pagine di ottimo cinema.
  10. Gasba

    Buongiorno A Tutti

  11. Gasba

    LP3 Thom (?)

    Ma che bomba è "the axe"? L'ho ascoltata ora... Poliritmi di bloomiana memoria e quel pad che ricorda un po' reverse running, per me incisa sarà da 10+
  12. Gasba

    Thom @Teatro Verdi, Firenze 28.05.2018

    Eh avevo capito che non potevi
  13. Gasba

    Thom @Teatro Verdi, Firenze 28.05.2018

    è esattamente quello, mano sul fuoco per me era un divertimento di nigel e poco altro. è tipico di loro buttare fumo negli occhi, ed è tipico dei fan creare tanto rumore per nulla Io ho l'hype talmente alto che ho venduto i biglietti di milano!
  14. Gasba

    NASA

    Grandi! Io sono molto affascinato dai suoni dello spazio (che, lo dico per chi non lo sapesse, ovviamente non sono veri suoni registrati ma trasduzioni di onde elettromagnetiche). Uno dei più suggestivi, non credo pubblicato da NASA, è il suono della radiazione cosmica di fondo.
  15. Gasba

    Un film al giorno Vol. 2

    Loro 2: non abbandona la banalità, l'effettaccio e la ruffianeria spudorata, ma quantomeno c'è qualche idea (tra le più degne di nota: servillo che parla con servillo, la scena del terremoto, il cristo morto tra le macerie). In generale meglio della prima parte. Complessivamente il film è un baraccone di Stato, una soap-opera votata alla cosmesi, alla bellezza per la bellezza come un una pubblicità di Chanel n. 5 (nel senso: mai una bellezza raggiunta con la poesia, con la costruzione invisibile o con la fatica nella scrittura, ma sempre spudorata, laccata e facilona). Servillo geniale nelle mimiche e nelle micro-espressioni, la situazione peggiora quando apre bocca. Colonna sonora splendida, come molte altre del regista. Ad ogni modo ancora non capisco che tipo di urgenza aveva sorrentino nel fare un film su un personaggio ancora attivo politicamente (da ieri ufficialmente rieleggibile, tra l'altro). E invece cambiando discorso, faccio il tifo per Garrone con Dogman a Cannes, per me ha buonissime speranze e il film sembra promettere bene. Garrone per me è uno dei migliori registi italiani, tra i pochi che hanno saputo reinterpretare la tradizione neorealista trovando una poetica tutta propria. Nel frattempo, sempre a Cannes, a quanto pare decine di persone tra pubblico e critica hanno abbandonato la proiezione dell'ultimo di Von Trier, definendolo "disgustoso".
×