Welcome to Scatterbrain

Register now to gain access to all of our features. Once registered and logged in, you will be able to contribute to this site by submitting your own content or replying to existing content. You'll be able to customize your profile, receive reputation points as a reward for submitting content, while also communicating with other members via your own private inbox, plus much more! This message will be removed once you have signed in.

jimy84

Members
  • Content count

    4,795
  • Joined

  • Last visited

About jimy84

  • Rank
    THANK YOU ED!

Profile Information

  • Gender Male

Contact Methods

  • Website URL http://www.zuidwijk.nl/fun/funky/
  • Instagram 0

Recent Profile Visitors

5,797 profile views
  1. come al solito, da sentirsi male dal ridere
  2. figata, non lo sapevo. Marinelli é a mio parere uno degli attori piú interessanti di questa generazione, e ho visto una foto dal set e fa abbastanza impressione per quanto gli somiglia. speriamo che non sia una cagata come la serie su Rino Gaetano con Santamaria di qualche anno fa - ma se il tuo amico é lo sceneggiatore di Non essere cattivo le aspettative sono altissime!
  3. l´ho comprato un annetto fa ad un mercatino del vinile qui in cruccolandia. il tizio che me l´ha venduto ovviamente non aveva idea di chi fosse De André, anzi, mi disse che pensava fosse una roba tipo "italo-dance" per me questo e Volume 8 sono i suoi capolavori.
  4. BIBLICAL!
  5. In linea di massima concordo. L'ho ascoltato dopo aver letto i vostri giudizi ottimi e boh, non mi ha preso per niente. Il primo impatto è: mah.
  6. Il disco mi ha fatto cagare, ma loro dal vivo rimangono mostruosi. Rivisti ieri sera, peccato solo che Homme è malato (si è scusato 300 volte) e la voce andava e veniva - gli acuti li faceva quasi tutti Troy. Le nuove non reggono il confronto col resto del catalogo (a parte Feet dont fail me forse), ma loro sono dei cazzo di fenomeni dal vivo. Sul trittico alla fine del main set (sick sick, little sister, go with the flow) lo zenith è venuto giù.
  7. Io direi che il periodo da Aftermath a Exile on main Street è clamoroso. Per me Beggars Banquet è il loro apice. Oh chiaro, secondo me meno innovatori dei Beatles, anche perché meno dotati tecnicamente, ma sono stati probabilmente i primi a portare il delta blues alle masse, e quei dischi sono la storia della musica popolare moderna. Brian Jones è uno dei personaggi più affascinanti della storia del rock, pochi cazzi. Dal 72 in poi qualche canzone carina ma tanto letame, e il carrozzone che si portano ancora dietro adesso è patetico. Non direi sottovalutati, si parla comunque di uno dei gruppi che ha venduto di più, ancora oggi (che sono ridicoli) riempiono gli stadi a piacimento. Forse non giustamente apprezzati da un certo tipo di critica, ma lo stesso si può dire di tanti gruppi di quegli anni (l'esempio più lampante sono i Kinks). Pur non essendo i miei preferiti è da stolti non riconoscere la loro grandezza e influenza su quanto è venuto dopo.
  8. amen. mi spiace davvero per il Napoli, però forse servirà a calmare un po' l'ambiente. Il Napoli forse gioca il miglior calcio in Italia, ma in Europa ragazzi miei ancora devono crescere. Il City (che in Europa ha zero tradizione tra l'altro) senza strafare tra andata e ritorno ne ha fatti 6, come il Real l'anno scorso. Insomma, più umiltà e concentrazione sul campionato, che secondo me dovrebbe essere l'obiettivo stagionale. anche se va detto, a causa di un calciomercato difficilmente spiegabile, basta un raffreddore e la squadra è in emergenza. Non ho capito per quale motivo non hanno preso dei rimpiazzi di qualità, ma vabbè. Peccato per Ghoulammammet', uno dei migliori terzini del campionato. Forse è meglio andare in Europa League e magari andare in fondo, invece di passare il turno in Champions e prendere schiaffoni dalla prima che capita. considerazione a margine: ma è una sensazione oppure negli ultimi anni gli infortuni ai legamenti stanno aumentando? a parte i terzini della Roma (pare che fare il terzino della Roma sia ufficialmente più pericoloso che fare il tastierista dei Grateful Dead ) che sono un caso a parte, nelle ultime stagioni sono saltati una marea di crociati. Colpa dei calendari eccessivamente pieni, dei campi non tenuti a dovere o è solo sfiga?
  9. cagata anche questa. l'unica cosa bella è il commento di Hazed (quello che ad ogni video di Liam scrive BIBLICAL su youtube). a me alla fine non è piaciuta nemmeno la seconda. e vabbè Noel, prima o poi un disco di merda dovevi farlo anche tu. ti voglio bene lo stesso, però che cazzo.
  10. Ban.
  11. Losing all sense
  12. premessa: ho visto due spezzoni di partite del milan, il secondo tempo col cagliari (vittoria immeritata con gioiello di suso su punizione) e il secondo tempo del derby (sconfitta immeritata con rigore regalato all'ultimo secondo). immagino quindi che i milanari del forum siano più informati di me, e ci credo se dicono che montella non ci sta capendo nulla. PERO', a mio modestissimo avviso, la dirigenza del milan ha fatto un calcio mercato senza senso. Mai visto spendere buttare tanti soldi (anzi no, forse dall'Inter di Moratti) per comprare tanti medio-discreti giocatori, nessuno dei quali (a parte forse Biglia, che è sempre infortunato, e Bonucci, che però sta dimostrando i suoi limiti tecnici e una sorprendente assenza di leadership in un contesto complicato) in grado di far fare un salto di qualità alla squadra. Kessie, Andrè Silva, Cahlanoglu, Borini, Musacchio etc sono al massimo dei rincalzi se vuoi puntare all'Europa, e sono stati quasi tutti strapagati. La quasi totalità degli acquisti del Milan viene da squadre medio-basse, e in larga parte sono giovani, non abituati a lottare per grandi obiettivi. Insomma, invece di puntare sulla quantità, secondo me sarebbe stato meglio comprare la metà dei giocatori, ma investire su gente di qualità. Non solo: molti degli acquisti, dall'esterno, mi sono sembrati "impulsivi", fatti senza pianificare con l'allenatore. Non mi sembra ci fosse un progetto tattico alla base del calcio mercato - cioè, non sono stati presi giocatori adatti a giocare con un certo modulo, ma tanti ibridi. A me è sembrato che, nonostante l'entusiasmo dei tifosi ovviamente pompato dalla stampa, il vero leitmotiv del calcio mercato rossonero sia stato il caos - dalla vicenda (scabrosa) del rinnovo di Donnarumma in poi. Montella avrà le sue colpe, ma per me sono secondarie rispetto a chi gli ha costruito una squadra che, sempre secondo me, è abbastanza senza capo né coda. @TomThom concordo sul povero Ace Ventura. Piazzato lì da quell delinquente (per non dire peggio) di Tavecchio. Zero esperienza internazionale, zero abitudine ad allenare prime donne, insomma, un suicidio programmato. Al di là del livello scadente della serie A degli ultimi anni e della pochezza di questa generazione di calciatori, non si possono mettere insieme tante figure di merda una dopo l'altra. Non si può essere talebani di un modulo (che tra l'altro non usa nessuna squadra in Europa credo), quando chiaramente i giocatori che hai non sono in grado di supportarlo. Cioè, un bravo allenatore deve essere in grado di tirare fuori il meglio dal materiale umano che ha. Conte ci è riuscito, Ventura non è proprio in grado. A quanto pare il sor Carletto sta andando in Cina. Onestamente speravo che aspettasse l'esonero di Jumpy dopo il mondiale per prendersi la nazionale, ma giustamente preferisce andare a intascare una vagonata di ¥¥¥¥¥ alla faccia nostra.
  13. perché dici? lo sto ascoltando ora per la prima volta e mi sembra buono. dai singoli si intuiva una svolta nel sound, ma non mi sta dispiacendo, pop ottimo. Il produttore è lo stesso di Lorde, direi che si sente, e ci dovrebbe essere anche un collaboratore di K.Lamar in un paio di pezzi.
  14. beh dai, dopo tanti anni di silenzio va bene anche così. Mer de noms e 13th step erano due bei dischi, il primo soprattutto l'ho ascoltato tantissimo all'epoca (madonna santa, 17 anni fa! )