Jump to content

Recommended Posts

1 hour ago, Beat said:

questa canzone non l'avevo mai capita fino in fondo, bella sì ma emotivamente mi lasciava piuttosto indifferente. Adesso - purtroppo direi - mi si è svelata in tutta la sua profondità. Non so quali fossero le loro intenzioni quando l'hanno scritta e registrata, forse per loro è stato solo un esercizio di stile, ma quel ritmo straniante e ossessivo descrive perfettamente il senso di vuoto che lascia una perdita improvvisa. E il testo che mi era sempre sembrato oscuro e vago mi è apparso invece chiaro come non mai, con gli ultimi versi che scaldano il cuore come una carezza...

No matter what happens now

You shouldn’t be afraid

Because I know today has been the most perfect day I’ve ever seen

Di là parlavo del forte impatto emotivo di quasi tutte le canzoni di A Moon Shaped Pool... Videotape anche se è su In Rainbows rientra perfettamente nel discorso (assieme anche a Codex e Bloom che con quell'interludio orchestrale che sale di nota in nota + cinguetii mi scioglie il cuore proprio :legge:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

2 hours ago, Beat said:

questa canzone non l'avevo mai capita fino in fondo, bella sì ma emotivamente mi lasciava piuttosto indifferente. Adesso - purtroppo direi - mi si è svelata in tutta la sua profondità. Non so quali fossero le loro intenzioni quando l'hanno scritta e registrata, forse per loro è stato solo un esercizio di stile, ma quel ritmo straniante e ossessivo descrive perfettamente il senso di vuoto che lascia una perdita improvvisa. E il testo che mi era sempre sembrato oscuro e vago mi è apparso invece chiaro come non mai, con gli ultimi versi che scaldano il cuore come una carezza...

No matter what happens now

You shouldn’t be afraid

Because I know today has been the most perfect day I’ve ever seen

La chiave è il video thumbs_down! Purtroppo adesso non si trova online però appena torna ti invito a vederlo perché ti darà le coordinate giuste per andare ancora più in fondo al brano. Il quale brano per me è un opera d'arte tout-court, da apprezzare in un museo. Non la considero affatto una pop song, motivo che non me la fa apprezzare tutti i giorni per la sua solennità ma forse dopotutto è giusto così. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie, è un capolavoro questo video, ai tempi (ma forse anche oggi) non avrebbe sfigurato al MAXXI o al MACRO o nei musei di arte contemporanea delle vostre città.

Il mondo analogico del nastro magnetico che si smaterializza nei zero e negli uno dei bit digitali. Il rosso il blu e il verde che implodono in glitch di segnali discreti. Questo video ci fa vedere il DNA del mondo venturo, l'astrazione della e nella matematica, l'universo dei codici da cui siamo pervasi e che pervadiamo. La precisione chirurgica di una drum machine. La perfezione geometrica di un mondo di poligoni in 3D. È Mefistofele che vuole impadronirsi di noi? 

today has been the most perfect day I've ever seen

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si potrebbe fare una lettura di In Rainbows in chiave faustiana, l'amore e la scienza, la morte e l'immortalità, la circolarità e la sezione aurea, gli archi e la drum machine. Curioso che gli unici brani ad avere un beat elettronico siano 15 Step e Videotape, la opener e la closer, l'inizio e la fine. Tra l'altro in entrambe un uso non dritto: una è dispari, in 5/4; l'altra è sincopata, sfasata, in sottrazione. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×