Welcome to Scatterbrain

Register now to gain access to all of our features. Once registered and logged in, you will be able to contribute to this site by submitting your own content or replying to existing content. You'll be able to customize your profile, receive reputation points as a reward for submitting content, while also communicating with other members via your own private inbox, plus much more! This message will be removed once you have signed in.

rubbish

The King of Limbs

2,752 posts in this topic

appena tornato, oggi mi sono spupazzato le b-sides di limbs. ecco delle impressioni:

 

Staircase - Eh, qua ci sono dei Radiohead che si divertono a fare "acustico" un pezzo "elettronico". Nel senso che quella ritmica e quei lavori di chitarra effettati rimandano parecchio a certe musiche ambientali anni 90. Poi c'è un gran bel suono di synth, un po' zanzaroso, sotto, mi piace un botto. Particolare la ritmica, con un ritmo quasi balcanico - anche se non ho mai colto bene cosa faccia clive e cosa phil: comunque sono integrati molto bene. Bella melodia vocale, aperta spaziosa. Cavolo direi quasi canzone epica, se non fosse che thom è sempre sotto controllo. Ottimi gli spunti al basso. Come al solito qualche accordo strano lo mettono. 

The Butcher - Intanto perdonatemi ma non ho MAI capito come faccia a girarsi il ritmo all'inizio. Giuro che non ho mai capito come fa, cambia proprio la prospettiva d'ascolto per un diverso incastro tra tastiera e loop. Ma sembra uguale ai primi 10 secondi, ma poi cambia completamente. Boh. Gran chicca comunque. Una figata l'hapiscord effettato; begli gli interventi di Ondes sul canale destro, peccato che come spesso accade thom ci canta sopra. Grande phil che entra cattivissimo. Pezzo scuro, sanguigno. Ci piace assai. Thom temebroso come poche altre volte.

Daily Mail - come urgenza del brano mi rimanda ai tempi di HTTT. Per il resto è la solita ottima ballad dei Radiohead - di thom. Ma...questa volta Gionni ha voluto osare e ha usato l'orchestra di fiati. E che roba incredibile è quel basso tuba che spara a volume insostenibile il battere del brano, con la chitarra che fa il levare? In generale una uscita dal canonico per il piccolo greenwood che dimostra di avere buone idee anche con i fiati: l'ensemble sembra a metà tra il dixieland e un Ellington meno nobile. DATE DEI FIATI A GIONNI CAZZUU! Discreta la ritmica, ma mitico clive che non sapendo che cazzo fare ci spara uno shaker a caso. Mix un po' cosi di Nigel, non si distinguono bene le parti di fiati e si impasta molto con il basso. Peccato. 

Supercollirio - Qua c'è thom devastato dalla droga post rave che si abbandona al suo micromondo. Il pezzo probabilmente è il più debole delle session, ma anche qui qualcosa di interessante c'è: a parte la melodia vocale, con un thom mellifluo, a me quei paddoni ciccioni di tastiera à la Aphex 14enne piacciono molto. Ottimo il basso, ciccione come poche altre volte l'ho sentito nei radiohead. Trip lòisergico di sola andata. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

1 hour ago, Wanderer said:

DATE DEI FIATI A GIONNI

Questo potrebbe essere il nuovo tormentone, dopo "date le chiavi a Jonny" tra TKOL e AMSP :clapclap:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.