Welcome to Scatterbrain

Register now to gain access to all of our features. Once registered and logged in, you will be able to contribute to this site by submitting your own content or replying to existing content. You'll be able to customize your profile, receive reputation points as a reward for submitting content, while also communicating with other members via your own private inbox, plus much more! This message will be removed once you have signed in.

CutToShreds

The Numbers

263 posts in this topic

7 hours ago, echoes said:

Ma manco un disco intero, già è tanto se reggo una canzone[etta].

Da Rubber Soul in poi si chiama Vangelo

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minutes ago, kinetic said:

Da Rubber Soul in poi si chiama Vangelo

Infatti sono ateissimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Lacatus said:

Questo doveva essere il "capolavoro" Silent Spring :lol: 

E' un plagio di The Right Stuff di Noel Gallagher. 

Imbarazzante. Quando entrano gli archi :facepalm:

Quoto.

Forse la peggiore di tutte.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah, prima degli Oasis ci furono i Zeppelin e questo pezzo mi ricorda tantissimo i Led Zep, sinceramente. Grande pezzo di protesta, mi accende un fuoco dentro durante l'ascolto, in un certo qual senso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minutes ago, Valderrama said:

Mah, prima degli Oasis ci furono i Zeppelin e questo pezzo mi ricorda tantissimo i Led Zep, sinceramente. Grande pezzo di protesta, mi accende un fuoco dentro durante l'ascolto, in un certo qual senso.

Ecco, bravo. Di quest'album mi piace molto che sia molto di pancia che ragionato. Questa cosa del fuoco dentro ce l'hanno quasi tutti i pezzi. Nonostante ad un primo ascolto possa sempre poi un album molto triste e grigio. Per me è solo malinconico. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 hours ago, principles said:

Ecco, bravo. Di quest'album mi piace molto che sia molto di pancia che ragionato. Questa cosa del fuoco dentro ce l'hanno quasi tutti i pezzi. Nonostante ad un primo ascolto possa sempre poi un album molto triste e grigio. Per me è solo malinconico. 

Quoto. Comunque questa ex Silent Spring mi ricorda un po' Talk Show Host (anche se hanno un'atmosfera totalmente differente) :uhm:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qua secondo me Nigel, o chi per lui, ha scazzato, di brutto. C'è un momento (un secondo, un secondo e mezzo) di calo insensato dopo il primo one day at a time, e in generale il raccordo tra la strofa e quei due momenti sembra raffazzonato, come a nascondere una qualche cagata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ispirata a Pastor T.L. Barrett and the Youth for Christ Choir

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minutes ago, notlivingjustkillingtime said:

Ok ci sto entrando piano piano, è Bloom solo che orchestral-folk. 

:facepalm:

Per ora rido solo io :baguette:, ma quando vi passerà l'entusiasmo rideremo di questi commenti tutti insieme.

Share this post


Link to post
Share on other sites

... dicci qualcosa di piu

Vabbè penso che sia inutile specificarlo ma intendevo come solennità e tema del testo eh

Ah comunque il famoso "Jonny's bit" non mi piace granché...

Share this post


Link to post
Share on other sites
46 minutes ago, Lacatus said:

Noel Gallagher - The Right Stuff B) (pezzaccio)

 

Mah, io tutta sta somiglianza non ce la vedo. Non capisco.

Lac l'entusiasmo non mi passerà, visto che amavo questo pezzo anche prima che uscisse sul cd.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non è un pezzo da Radiohead. Devo ancora capire se in senso positivo o negativo. Non direi che è brutta, neanche che non mi piace, ma boh, mi sembra la meno interessante del lotto, o se non altro la meno bella. Gli archi ogni tanto mi piacciono, ogni tanto mi sembrano una barzelletta.

Bloom orchestral folk dove? Bloom era un pezzo sull'abbandono alla vita e alla natura, qua la natura è funzionale solo al messaggio di impegno sociale/politico. E da qui derivano due solennità sostanzialmente diverse (a parte che secondo me Bloom non è neanche solenne, è "solo" molto dinamica perché appunto deve esprimere quell'immedesimazione "panica" con la natura fluida e mutevole).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa rimane secondo me un pastrocchio incasinatissimo. Nella seconda strofa l'unica sezione di archi inascoltabile del disco, e dopo averla sentita live mi aspettavo qualcos'altro sinceramente dal Jonny's bit di cui Thom sembrava entusiasta, tanto dal mostrarsi evidentemente deluso dalla versione acustica da lui proposta. Mi riservo di cambiare idea in futuro, ma questa proprio no. Tra l'altro son d'accordo con chi scrive qua sopra che probabilmente poteva essere la il fu "Dawn Chorus", viste le temaiche trattate.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopo Go Slowly e The National Anthem (non mi vengono in mente altri), un altro pezzo che inizia con lo stesso suono che non ho idea di cosa sia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io che riporto sul forum una roba che mi aveva detto un mio amico in data 27/12/2015

sai silent spring mi ricorda...THAT'S THE WAY degli Zeppelin

 

FLASH FOWARD

On 10/5/2016 at 9:37 AM, Mr. Wolf said:

I Radiohead incontrano i Led Zeppelin del 1970, quelli di III per intenderci.

:baguette:

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 minutes ago, Wanderer said:

Io che riporto sul forum una roba che mi aveva detto un mio amico in data 27/12/2015

sai silent spring mi ricorda...THAT'S THE WAY degli Zeppelin

Nemmeno un'unghia incarinita di That's The Way... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.