Jump to content
Sallu

Tennisti e Videogiochi dipendenti

Recommended Posts

Del giovin movimento tennistico italico.

Gentili amici e appassionati di tennis, oh Voi che aspettate un italiano nel tennis che conta, non disperate, l’attesa non sarà lunghissima e se per tennis che conta Vi stanno bene anche i tornei 250/500 (oltre che ai 1000/slam) la lista italica si allungherà in tempi brevi.

Diciamo subito che il movimento è incredibilmente florido al momento (18 nei primi 200, 2° nazione), purtroppo manca il campione, ma anche i ricambi a livello ATP, mentre nei Challenger ci siamo eccome.

Ai piani alti, Seppi e Fognini, prossimi alla pensione, potrebbero essere rimpiazzati in tempi brevi da Cecchinato, Berrettini e Sonego.
Ad affacciarsi agli ATP meno importanti son pronti i vari Baldi, Mager, Napolitano, Brancaccio tra i più giovani, ma non subito.

Ma guardo oltre perché un crack è lì lì per palesarsi: Jannyck Sinner (17 anni), lui entrerà nei 10, segnatevelo, e io sinceramente penso anche più su.
Segnalo anche Fonio (mi ricorda Wawrinka) e Musetti (2 slam juniores vinti, che conta poco, vedi Quinzi, però…)

Cecchinato 16 (età 26) 
Fognini 18 (32)
Seppi 47 (35)
Berrettini  54 (23) servizio e diritto di alto livello, anche la testa
Fabbiano 92 (30)
Sonego 101 (24) servizio, testa e mobilità buonissimi
Lorenzi 106 (37)
Quinzi 143 (23) troppo impostato male tecnicamente, non ci credo più
Vanni 144 (34)
Bolelli 148 (33)
Travaglia 154 (27)
Baldi 156 (23) molto bello da vedere, ma leggerino nei colpi
Giannessi 157 (29)
Caruso 159 (26)
Giustino 167 (27)
Arnaboldi 172 (31)
Mager 178 (24) si gioca bene ma la testa…
Napolitano 193 (24) avanti solo se migliora il servizio, è alto come fa a servire così debole

Donati 204 (24) niente, sempre infortunato, non ci credo più
Moroni 231 (21) terraiolo, pochi mezzi gran testa
Sinner 319 (17) ha tutto, arriva presto
Pellegrino 358 (22) si gioca bene ma la testa…

Brancaccio 373 (22) quadrato, un po’ leggerino
Fonio 500 (21) bel potenziale, vediamo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gran bel riassunto @AHAA. In effetti la quantita` fa davvero paura, ora speriamo che almeno uno di questi arrivi, con Sinner che e` certamente l'indiziato numero 1 ma lasciamogli tempo.

Una curiosita`: Quando avevo 13 anni il papa` di Napolitano mi ha allenato qualche volta ed ho giocato qualche partita contro Stefano. Malgrado avesse tipo 6-7 anni mi faceva gia` un discreto culo :lol:. Pero` ricordo che il padre si incazzava con me perche` ero alto 1.90 e battevo peggio di lui che era una formica. Ora mi fa ridere che lui sia diventato 2 metri e sia lui adesso a battere male per l'altezza che ha.

PS: spero sempre entri nei 100 ad un certo punto per poter dire di aver battuto un paio di volte un top 100. Ovviamente trascurando il fatto che altre 98 volte mi aveva battuto lui pur essendo ancora praticamente attaccato al seno materno. :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
23 hours ago, jeppoloman said:

PS: spero sempre entri nei 100 ad un certo punto per poter dire di aver battuto un paio di volte un top 100. Ovviamente trascurando il fatto che altre 98 volte mi aveva battuto lui pur essendo ancora praticamente attaccato al seno materno. :lol:

:D:D :D 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

La più grande delusione sportiva della mia vita.

Stamattina mi sono svegliato che stava ancora 40-15... non riesco a crederci

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho visto @AHAA ripalesarsi da qualche parte nel forum e mi è venuto in mente che sarebbe il caso di aggiornare un poco il suo riassunto in chiusura di una stagione abbastanza assurda per gli italiani:

 

Berrettini  8 (54, 23) poco da dire, stagione a dir poco incredibile. Migliorato anche il rovescio. Per restare su sti livelli (o miglioarre ancora) servirà abbassare la percentuale di gratuiti.
Fognini 12 (18, 32) Vinto un 1000, migliorato tremendamente al servizio, ma rimane lui, con tutti i pregi e difetti.
Sonego 52 (101, 24) La sua stagione ha ricordato quella 2018 di Berrettini. Anche simile nel fatto che il servizio è la sua arma n1. Speriamo faccia un terzo di quello che ha fatto Berretto 2019 l'anno prossimo.
Cecchinato 71 (era 16, età 27) andato in completa confusione dopo aver perso i punti del RG. Non varrà i migliori ma uno che vince 3 ATP in un anno non è neanche un carneade come si vuol far pensare.
Seppi 72 (47, 35) Stagione che ha vissuto di picchi in occasione dei "suoi" tornei (Australia, Russia, erba) e bassi in tutte le altre situazioni. Rimane uno dei 2 o 3 da più tempo nei 100 senza interruzioni al mondo.
Sinner 78 (319, 19) A dir poco clamorosa la stagione indoor. Sul rosso può crescere ma non sarà mai il suo, invece ha fatto vedere grandi potenzialità anche sull'erba... Obiettivo 2020: vincere un 250 e stabilizzarsi nei 50.

Travaglia 84 (154, 27) Bravo soprattutto a livello challenger, comuqnue quest'anno ha fatto un passo avanti importante.
Caruso 96 (159, 27) Miogliorato davvero tanto sul rosso. Manca del servizio per competere a simili livelli sulle altre superfici. Certo che se giocasse più regolarmente come a RG e Umago, potrebbe ambire a ben altri palcoscenici.
Fabbiano 115 (92, 30) mai vista na stagione così. Negli slam ha fatto fuori tra WImbledon e New York i due finalisti del Master. Poi nei 250 non vinceva na partita a pagarla. Le potenzialità per stare comodo nei 100 le ha.
Lorenzi 116 (106, 38) Che gli si deve dire a sto vecchietto terribile? Qualche exploit qua e là lo piazza sempre e comunque.

Mager 119 (178, 25) a livello challenger è una garanzia, ma per ora quando il livello di alza manca ancora di qualcosa. 2020 forse decisivo per fare il salto di qualità

Tra gli altri, stagioni sui loro livelli per gente come Giustino, Gaio, Giannessi, Marcora... Ottimi tennisti da challenger. Leggermente sotto per diversi motivi i vari Baldi, Napo, Viola, Moroni, Arnaboldi...

Tra i giovani ne abbiamo almeno tre da seguire con attenzione, anche se quello che ha fatto Sinner quest'anno rischia di oscurare qualsiasi normale percorso di crescita in futuro (forse una fortuna). Musetti ha fatto vedere a Ortisei gran crescita. Ha un gioco molto vario e bello, se mette a posto la testa e si calma un poco quando le cose vanno male, arriva anche lui (è di gran lunga il miglior 2002 al mondo per ora). Zeppieri discorso simile a Musetti, forse meno talento ma più colpi. Ma quello che mi piace più di tutti, anche se ancora è più dietro per motivi di età, è Nardi (2003). L'anno prossimo evdiamo chi di sti tre saprà salire.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×