Jump to content
max [idioteque.it]

Tempo di basket

Recommended Posts

3 hours ago, pandroid said:

Capolavoro di Ainge.

Dici? :uhm:

Per me invece la trade l'hanno vinta i Cavaliers che ora son piú forti e completi di prima :faniente:

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 hours ago, Valderrama said:

Dici? :uhm:

Per me invece la trade l'hanno vinta i Cavaliers che ora son piú forti e completi di prima :faniente:

Ha dato via IT - che mi rifiuto di credere possa fare nel resto della sua carriera una stagione migliore di quella passata - non dovendo così offrirgli un contratto assurdo l'anno prossimo, non è detto l'anno prossimo la scelta dei Nets sia una numero uno (anzi, credo proprio di no), e Crowder va bene solo per il contratto che aveva (non è affatto un LeBron stopper o un Durant stopper checché se ne dica, basti vedere le Finals di Conference dello scorso anno, dove è stato sodomizzato a più riprese assieme al resto della squadra). In compenso hanno preso Kyrie-motherfucker-Irving, di due anni più giovane di IT e migliore sotto tutti i punti di vista, credo l'unico nella storia che può dire di aver messo il canestro decisivo in una gara-7 di Finals IN TRASFERTA, e possono iniziare a costruire su un blocco di tutto rispetto Irving-Hayward-Horford per andare nelle Finals nel 2019, quando LeBron avrà ormai portato le sue labbra a indirizzo nuovo (LA), magari corteggiando anche qualche altro FA di livello, visto che ormai c'è un divario incolmabile tra le prime due della conference e le altre (gli Sfigaptors, i Wizards, i non ancori pronti 76rs).

Share this post


Link to post
Share on other sites

State seguendo gli Europei? Io sto seguicchiando l'Italia e devo dire che sono abbastanza soddisfatto visto il materiale umano a disposizione. Per ora siamo terzi nel girone con due vittorie e due sconfitte. Oggi alle 16,30 gara vitale con la Georgia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono abbastaza stupito dal'inizio di stagione di Alessandro Gentile a Bologna: 15 punti contro Trento e Capo d'Orlando (in doppia doppia con 11 assist), e ieri sera 27. Stai a vedere che Ramagli ha trovato la quadra per farlo giocare meglio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 15/10/2017 at 1:12 PM, demos said:

Sono abbastaza stupito dal'inizio di stagione di Alessandro Gentile a Bologna: 15 punti contro Trento e Capo d'Orlando (in doppia doppia con 11 assist), e ieri sera 27. Stai a vedere che Ramagli ha trovato la quadra per farlo giocare meglio.

Gentile è per distacco il miglior italiano nel nostro campionato.
É uno che ha i numeri e il fisico anche per stare tranquillamente in NBA, se ricollega i neuroni ritorna ad essere devastante (soprattutto ci serve con la nazionale) :prego: 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ancora un mesetto è la regular season sarà agli sgoccioli :dance: 

Cominciamo a valutare un po' la stagione rispondendo a queste domande:


Quale squadra ti ha sorpreso a est? Boston Celtics (senza Hayward)
Quale squadra ti ha deluso a est? Detroit Pistons

Quale squadra ti ha sorpreso a ovest? Utah Jazz
Quale squadra ti ha deluso a ovest? Memphis Grizzlies

Giocatore che ti ha sorpreso a est? Victor Oladipo
Giocatore che ti ha deluso a est? Myles Turner

Giocatore che ti ha sorpreso a ovest? Donovan Mitchell
Giocatore che ti ha deluso a ovest? Emmanuel Mudiay (che ora è a NY)

Share this post


Link to post
Share on other sites

@max [idioteque.it] ti scrivo le mie:

Quale squadra ti ha sorpreso a est? Toronto Raptors (sapevo che erano forti ma non cosí forti, DeRozan sta facendo una stagione SPAZIALE)
Quale squadra ti ha deluso a est? Milwaukee Bucks (me li aspettavo in lotta per il quarto posto e invece arriveranno ottavi, bah)

Quale squadra ti ha sorpreso a ovest? Portland Trail Blazers (addirittura terzi, fantastici!)
Quale squadra ti ha deluso a ovest? Oklahoma City Thunder (me li aspettavo in lotta almeno per il quarto posto)

Giocatore che ti ha sorpreso a est? Jayson Tatum
Giocatore che ti ha deluso a est? Nicolas Batum (è in continua discesa da un paio d'anni, purtroppo)

Giocatore che ti ha sorpreso a ovest? Donovan Mitchell (stavolta ti quoto, giocatore e uomo fantastico, rookie of the year a mani bassissime se non ci fosse quel Fenomeno di Ben Simmons, semplicemente Spidey! :wub: )
Giocatore che ti ha deluso a ovest? Pau Gasol (ok che è vecchiotto ma quest'anno stagione PESSIMA per lui, purtroppo per gli Spurs)

@demos @pandroid altri?

Dai, scrivete anche le vostre risposte!

:dance::dance::dance:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quale squadra ti ha sorpreso a est? Indiana Pacers
Quale squadra ti ha deluso a est? Milwaukee Bucks (8th seed è troppo poco)

Quale squadra ti ha sorpreso a ovest? Portland TrailBlazers
Quale squadra ti ha deluso a ovest? OKC Thunder (dovrebbero essere terzi)

Giocatore che ti ha sorpreso a est? Io sapevo che Oladipo era forte, ma non così forte.
Giocatore che ti ha deluso a est? Kemba Walker

Giocatore che ti ha sorpreso a ovest?  Anthony Davis, non pensavo riuscisse a portare i NOP ai PO da solo.
Giocatore che ti ha deluso a ovest? Derrick Favors

Share this post


Link to post
Share on other sites

Stasera iniziano i PO, quindi è arrivato il momento di cominciare con la pronosticanza:

MVP: James Harden
MIP: Victor Oladipo
6TH: Lou Williams
ROY: Ben Simmons
DPOY: Rudy Gobert
COY: Dwane Casey

 

PO 2018

Raptors-Wizards 4-0
Cavaliers-Pacers 4-2
76ers-Heat 4-1
Celtics-Bucks 4-1

Rockets-Timberwolves 4-0
Thunder-Jazz 4-1
TrailBlazers-Pelicans 4-2
Warriors-Spurs 4-2

---

Raptors-Cavaliers 4-3
76ers-Celtics 4-2

Rockets-Thunder 4-1
TrailBlazers-Warriors 1-4

---

Raptors-76ers 4-1

Rockets-Warriors 4-2

---

Raptors-Rockets 1-4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tifo Phila per Belinelli, spero nell'affondo definitivo dei Cavaliers e in qualche bella sorpresa a Est. Non ho praticamente seguito la stagione quest'anno ma so che Boston ha avuto un paio di infortuni seri. Peccato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

MVP: James Harden
MIP: Victor Oladipo
6TH: Lou Williams
ROY: Ben Simmons
DPOY: Joel Embiid
COY: Brett Brown (ahhh come giocano bene i Sixers, ahhhhh quanto son forti i Sixers! C'é tanto del suo merito :wub: )

 

PO 2018

Raptors-Wizards 4-2
Cavaliers-Pacers 4-3
76ers-Heat 4-1
Celtics-Bucks 4-2

Rockets-Timberwolves 4-0
Thunder-Jazz 3-4
TrailBlazers-Pelicans 4-2
Warriors-Spurs 4-1

---

Raptors - Cavaliers 2-4
Celtics - 76ers 1-4

Rockets - Jazz 4-1
Warriors - Trail Blazers 4-1

---

76ers - Cavaliers 4-3

Rockets-Warriors 4-2

---

Rockets - 76ers 4-2

Questi sono i miei, caro @max [idioteque.it]:dance::dance::dance:

Share this post


Link to post
Share on other sites

MVP: FEAR THE BEARD
MIP: Victor Oladipo :wub:
6TH: Lou Williams
ROY: Ben Simmons
DPOY: Rudy Gobert
COY: Terry Stotts (Portland terza a Ovest con il roster che ha?)

 

PO 2018

Raptors-Wizards 4-0
Cavaliers-Pacers 4-0
76ers-Heat 4-2
Celtics-Bucks 4-1

Rockets-Timberwolves 4-0
Thunder-Jazz 4-1
TrailBlazers-Pelicans 4-2
Warriors-Spurs 4-0

---

Cavaliers-Raptors 4-2
76ers-Celtics 4-1

Rockets-Thunder 4-2
TrailBlazers-Warriors 0-4

---

Cavaliers-76rs 4-2

Rockets-Warriors 4-3

---

Cavaliers-Rockets 2-4

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 15/4/2018 at 0:02 PM, Valderrama said:

COY: Brett Brown (ahhh come giocano bene i Sixers, ahhhhh quanto son forti i Sixers! C'é tanto del suo merito :wub: )

:wub::wub: 

Io sono letteralmente innamorato dei Sixers.
Sono magnifici, sono gli Spurs vecchio stile dell'Eastern Conference.

Ti dico solo che mi piacciono così tanto che in questo momento adoro persino Ilyasova :lol: 

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 hours ago, max [idioteque.it] said:

:wub::wub: 

Io sono letteralmente innamorato dei Sixers.
Sono magnifici, sono gli Spurs vecchio stile dell'Eastern Conference.

Ti dico solo che mi piacciono così tanto che in questo momento adoro persino Ilyasova :lol: 

Li abbiamo elogiati talmente tanto che hanno perso Gara 2 in casa contro gli Heat.

Ovvio :laugh:

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 minutes ago, Valderrama said:

Li abbiamo elogiati talmente tanto che hanno perso Gara 2 in casa contro gli Heat.

Ovvio :laugh:

:lol: 

Hanno giocato ad un ritmo forsennato e hanno pagato il break fatto da Miami.
Spoelstra è un allenatore fenomenale, per vincere contro Miami bisogna sempre sbagliare pochissimo.
Da segnalare anche la partitona di Wade, che dalla panca ha condotto gli Heat alla vittoria :clapclap: 

PO davvero molto belli fino ad ora :dance: 

Share this post


Link to post
Share on other sites

In ricordo di Kobe (:cry2:)...

Kobe che incita Vujacic tante volte durante la partita, rigorosamente in italiano, con qualche parolaccia qua e lá per rafforzare i concetti. Inoltre parla anche con Pau Gasol rigorosamente in spagnolo. Il tutto raccontato da Alessandro Mamoli e Federico Buffa.

Semplicemente meraviglioso.

Nel 1995 l'Adidas fece apparire Kobe Bryant in una sua pubblicità, il giovanissimo talento si esibiva in un paio di numeri, mentre in sottofondo suonava nientemeno che... Suffer The Children dei Napalm Death. Il tutto sotto una incessante pioggia californiana.

Spot fantastico.

(ringrazio il mio amico Federico per questa chicca che non conoscevo... Federico che una volta scriveva pure su Scatter con il nick di @Gidan Razorblade)

Kobe e la sua fugace apparizione nel mondo della musica. Nel 1998 Brian McKnight lo chiama a rappare una piccola parte del suo brano Hold Me (minuto 02:38). Kobe lo fa come fosse un rapper professionista. 

Incredibile.

Hai lasciato un vuoto incolmabile in tutti noi.

Mi manchi, Black Mamba. Ti voglio bene.

Share this post


Link to post
Share on other sites

la settimana scorsa ho finito di vedere The Last Dance. senza troppi giri di parole, uno dei documentari sportivi piú belli che abbia mai visto. Anche i fetusi che non capiscono niente di sport come @echoes apprezzerebbero. Micheal Jordan é uno degli sportivi piú importanti della storia, se non proprio il piú importante di sempre, per motivi che non c´é nemmeno bisogno di spiegare. la serie parla in teoria del suo ultimo anno ai Bulls ma spazia attraverso la sua carriera. fatto davvero bene, oltre a tantissime interviste ai vari protagonisti (da scottie pippen a isaiah thomas, da phil jackson a reggie miller) ci sono una marea di filmati inediti girati all´epoca. fenomenale. e niente, se non l´avete ancora visto ve lo stra-consiglio.

momento topico: Dennis Rodman che scappa per un weekend a Las Vegas, si dimentica di tornare, MJ prende l´aereo, va a Las Vegas a buttarlo giú dal letto a calci, con Carmen Electra che si nasconde dietro il divano :prego:

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 6/4/2020 at 2:26 PM, jimy84 said:

la settimana scorsa ho finito di vedere The Last Dance. senza troppi giri di parole, uno dei documentari sportivi piú belli che abbia mai visto. Anche i fetusi che non capiscono niente di sport come @echoes apprezzerebbero. Micheal Jordan é uno degli sportivi piú importanti della storia, se non proprio il piú importante di sempre, per motivi che non c´é nemmeno bisogno di spiegare. la serie parla in teoria del suo ultimo anno ai Bulls ma spazia attraverso la sua carriera. fatto davvero bene, oltre a tantissime interviste ai vari protagonisti (da scottie pippen a isaiah thomas, da phil jackson a reggie miller) ci sono una marea di filmati inediti girati all´epoca. fenomenale. e niente, se non l´avete ancora visto ve lo stra-consiglio.

momento topico: Dennis Rodman che scappa per un weekend a Las Vegas, si dimentica di tornare, MJ prende l´aereo, va a Las Vegas a buttarlo giú dal letto a calci, con Carmen Electra che si nasconde dietro il divano :prego:

Riporto quanto detto in altri lidi.

The Last Dance sono 8 ore di gradevole intrattenimento, fatto, pensato e prodotto davvero bene. Detto questo, è in sé una operazione estremamente scorretta da parte di Jordan e del suo camp.

Intanto non è un documentario, ma è una agiografia spacciata da documentario. Una agiografia alla americana, di quelle che piacciono a loro, l'Eroe con i suoi problemi, i suoi difetti, i sui enormi limiti caratteriali, ma comunque vincente e quindi sticazzi. Anzi, più demoni ti porti alle spalle, più nemici ti sei fatto nella strada verso il successo, meglio è. L'uscita di MJ "chi lo vedrà avrà una pessima idea di me" è stata una grandissima trovata pubblicitaria per invogliare gli spettatori, nonostante The Last Dance non aggiunga nulla di quanto non sia già noto al pubblico da decenni (la gambling addiction, la stronzaggine in spogliatoio, la competitività patologica). Come Pippen in Gara-6 al Delta Center, l'ultima stagione dei Bulls è solo il decoy per parlare di Michael Jordan.

Anche la genesi dell'opera è abbastanza importante: il materiale inedito è stato in magazzino per 18 anni, poi improvvisamente a Luglio 2016 MJ decide che sì, è ora di riprenderlo in mano. Nel 2016 i Warriors del 73-9 eclissano i Bulls del 72-10, un recordo considerato imbattibile, e LBJ rimonta da 3-1 le Finals, vince a Cleveland, e improvvisamente nel sentire comune il discorso sulla sua appartenenza al G.O.A.T. diventa seriamente dibattuto. E per quanto riguarda le tempistiche, altrettanto rivelatrici: dopo un primo rinvio dal 2019 al 2020, si era deciso di mandarla in onda durante le Finals di Conference e le Finals 2020. Saltata la stagione, si è approfittato per riempire il vuoto cestistico, monopolizzando le discussioni negli ultimi due mesi, anche al costo di correre come dei matti per riuscire a finire l'opera una settimana fa (a detta del regista Hehir).

Per sintetizzare, è stata una grande operazione di "pisciata per marcare il territorio" sull'NBA attuale da parte di Jordan, riuscita alla perfezione. L'agiografia ha avuto impatto, ed è stato fortissimo: da un mese non si parla di altro negli ambienti baskettari. Quindi: è bello? Sì. Lo suggerirei ad amici? Certamente, ma con i caveat che ho riportato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

MJ: Horace Grant è uno stronzo, faceva la spia su cose di spogliatoio.
Also MJ: al mio primo anno, in spogliatoio tutti si facevano di cocaina, li ho visti con i miei occhi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 6/7/2020 at 5:24 PM, pandroid said:

Riporto quanto detto in altri lidi.

The Last Dance sono 8 ore di gradevole intrattenimento, fatto, pensato e prodotto davvero bene. Detto questo, è in sé una operazione estremamente scorretta da parte di Jordan e del suo camp.

Intanto non è un documentario, ma è una agiografia spacciata da documentario. Una agiografia alla americana, di quelle che piacciono a loro, l'Eroe con i suoi problemi, i suoi difetti, i sui enormi limiti caratteriali, ma comunque vincente e quindi sticazzi. Anzi, più demoni ti porti alle spalle, più nemici ti sei fatto nella strada verso il successo, meglio è. L'uscita di MJ "chi lo vedrà avrà una pessima idea di me" è stata una grandissima trovata pubblicitaria per invogliare gli spettatori, nonostante The Last Dance non aggiunga nulla di quanto non sia già noto al pubblico da decenni (la gambling addiction, la stronzaggine in spogliatoio, la competitività patologica). Come Pippen in Gara-6 al Delta Center, l'ultima stagione dei Bulls è solo il decoy per parlare di Michael Jordan.

Anche la genesi dell'opera è abbastanza importante: il materiale inedito è stato in magazzino per 18 anni, poi improvvisamente a Luglio 2016 MJ decide che sì, è ora di riprenderlo in mano. Nel 2016 i Warriors del 73-9 eclissano i Bulls del 72-10, un recordo considerato imbattibile, e LBJ rimonta da 3-1 le Finals, vince a Cleveland, e improvvisamente nel sentire comune il discorso sulla sua appartenenza al G.O.A.T. diventa seriamente dibattuto. E per quanto riguarda le tempistiche, altrettanto rivelatrici: dopo un primo rinvio dal 2019 al 2020, si era deciso di mandarla in onda durante le Finals di Conference e le Finals 2020. Saltata la stagione, si è approfittato per riempire il vuoto cestistico, monopolizzando le discussioni negli ultimi due mesi, anche al costo di correre come dei matti per riuscire a finire l'opera una settimana fa (a detta del regista Hehir).

Per sintetizzare, è stata una grande operazione di "pisciata per marcare il territorio" sull'NBA attuale da parte di Jordan, riuscita alla perfezione. L'agiografia ha avuto impatto, ed è stato fortissimo: da un mese non si parla di altro negli ambienti baskettari. Quindi: è bello? Sì. Lo suggerirei ad amici? Certamente, ma con i caveat che ho riportato.

 

no beh andré, ovviamente hai ragione. che MJ fosse una testa di minkia non si scopre certo da The last dance. peró ti faccio una domanda: trovami un documentario sportivo (o musicale eh) che non sia una enorme esaltazione dell´atleta (o del musicista di turno). é un documentario, non un libro di storia, una roba di Netflix pensata per intrattenere, e secondo me lo fa alla grande. ma che uno non debba prendere per oro colato tutto quello che dice Jordan quando parla dei suoi "nemici" sportivi, mi pare scontato. allo stesso modo in cui per dire non prendo per vero tutto quello che Noel dice di Liam e viceversa.

ripeto quello che ho detto prima: jordan é uno dei piú grandi sportivi di sempre, e il documentario é una bellissima testimonianza della sua incredibile carriera. che nel privato sia uno stronzo non cambia la mia opinione di lui come giocatore di basket.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×