Jump to content
Sign in to follow this  
Lacatus

Radiohead in dialetto

Recommended Posts

Calabrese della provincia di reggio calabria

Album: Amnesiac-Mi sperdia

1)Cogghiuti comu i sardini nta na scatuletta mpaticata - AMMASSATI COME SARDINE IN UNA SCATOLETTA SCHIACCIATA

2)A canzuna da piramidi - CANZONE DELLA PIRAMIDE

3)Tirari porti girevuli - TIRARE PORTE GIREVOLI

4)Tu e quali esercitu? - TU E QUALE ESERCITO?

5)Potarria Sbagliari - POTREI SBAGLIARMI

6)Fora i cuteddra - FUORI I COLTELLI

7)Campana da matina/mi sperdia - CAMPANA DEL MATTINO / AMNESIA

8)Sordi i carta e sordi i spicci - DOLLARI E CENTESIMI

9)a caccia i orsi ( o anche "facimu 4 passi i mazurka".....cioè non avere nulla da fare) - A CACCIA DI ORSI

10)Comu u iocu di piatti cinesi (detto anche "iocu du mbiddru"...gioco che nn porta a risultati) - COME IL GIOCO DEI PIATTI CINESI

11)U grandi fratellu - VITA IN UNA CASA DI VETRO

-------- b-side ------------

12)Gli incredibili benefici du pilu! - GLI INCREDIBILI SUONI DELL'ORGIA

13)A parrata i nu trans - PRONUNCIA STRASCICATA TRANSATLANTICA

14)Accelleratu - ACCELERATO

15)Movimentatu - CINETICO

16)Denti rruttu - DENTE SPEZZATO

17)Chiddru chi si scanta da so umbra - COLUI CHE SI PREOCCUPA PER NIENTE

18)Nebbia - NEBBIA

Share this post


Link to post
Share on other sites

RADIOCAPOCCIA - "Poraccio" (album: "Pablo, cocco")

----------------------------------------------------------------

Quanno prima stavi qui

Nun te potevo guardà nell'occhi

Sei propio come n'angelo

C'hai 'na pelle che me fa piagne

Leggera come 'na piuma

in un monno gajardo

Vorei esse speciale

Quanto cazzo sei speciale te

Ma sò un poraccio

sò pure mezzo scemo

che cazzo ce sto a fà qui?

nun è qui che dovrei stà

Nun me frega gniente se fa male

Vojo pijà er controllo

Vojo un fisicaccio de la madonna

Vojo un'anima cazzuta

Vojo che tu te n'accorgi

Quanno nun ce sto

Quanto cazzo sei speciale

Vorei esse così speciale pur'io

Ma sò un poraccio

sò pure mezzo scemo

che cazzo ce sto a fà qui?

nun è qui che dovrei stà

Lei sta pe' scappà da la porta

Lei se ne stà a scappà via de corsa

Core, core, core

Core

Tutto quello che te fa felice

Tutto quello che vòi

Sei così speciale

Vorei èsselo pur'io

Ma sò un poraccio

sò pure mezzo scemo

che cazzo ce sto a fà qui?

nun è qui che dovrei stà

nun dovrei stà qui

ahah meravigliosa!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa cosa è meravigliosa :wub:

Anche se il topic è anticherrimo DEVO postare Hail to the Thief in dialetto abruzzese. Completo di sottotitoli:

Le spes' a lu brigande. (Lu cacacce.)

Du' chiù du' arisult' cing' (Lu Gnorri.)

Arriz't. Assit't. (S'rpùn e Frichin'.)

Pije la vi' pe' la Lun'. (Spazzulà le ragnatél allucammònt'.)

Ariammec'n arrete (La lun' de miel' ha finit'.)

Vatt'addurmì. (Hommenuccie ca sta pe' ess' scang'llate.)

Addò scort' je e abbije tu. (Lu ciel' ce casc' assopre.)

Nu sciuscem sangh' giovn. (Ti si frecat!.)

Lu cacacce. (Apre pian' ssa vocc in mezz a lu fredd.)

Allùc allùc. (Lu Rre Cotecasecc' de nisciunaddove.)

Mò l' facc'. (La terre di nisciun.)

A pezzamate a nu spusalizie (None none none none none none none none.)

Malatìe de li cunije. (Giudd'ce, ggiurie e 'iustiziere.)

Smidullate. (Mort gné 'na foje di ficur.)

Nu lup marsicane a l'uscie. ('Sta 'uagliona. 'Na p'gott.)

Share this post


Link to post
Share on other sites

BRUSA LA STREGA

Sta nell'ombra

Xulta par l'impicagiòn

Questa xe na retata

Questo xeo n'ataco de panico ch'el vola baso

 

Canta la cason deo scatolon muscale che 'l dise

Brusa la strega, brusa la strega

Noialtri savemo dove che te te abiti

 

Crosi rose sue porte de legno

Se te te gallegi te brusere'

Cassate torno ae tole

'Bandona ogni ragiòn

 

Non sta ad inxrosa gli oci

Non sta a reagire

Spara a chi che porta cative notisie

Questo xe n'attacco de panico che vola baso

 

Canta la cansonetta che'l dise

Brusa la strega

Noialtri savemo dove che te te abiti

 

SOGNARE AD OCCHI VERTI

I sognatori

no 'i 'mpara mai

no i' 'mpara mai

i va oltre el punto

de non ritorno

de non ritorno

 

E dopo xe tropo tardi

E el malan xe già fato

 

Questo valo

Oltre mi 

Oltre ti

 

Na stansa bianca

'canto na finestra

da cui el sole l'entra

 

E noi semo

semplicemente felixi de servire

semplicemente felixi de servire

Voialtri

 

Xe mpiena de scuro

 

E cio', ad un certo punto nea vita

Arriva no scuro

A ghe xer n'astronave che intasa el cielo

E nessun posto dove sconderte

Corri a ripararate e te te tappi le recie

Ma ghe xe un casin

E noialtri, persone spacià e vestie come singani

Semo ndifesi par resistere

Nea nostra ora più scura

 

Ma iera solo na monada, solo na monada

solo na monada, solo na moanda [ gheto capiò???]

anche vardandola cosi

e ora ndemo en tochi

 

Una testa un fia pesante de sabia bagna'

Sta circoferensa de paura

Te me ste a tole par el culo, vero?

L'erbassa cresce sora de mi

 

La to fassa nel vero, nel vero

Iera solo na monada,solo na monada

Xe qualsiasi cosa che tu te disi che sia

In finità spacae

 

Nea to ora più scura

Quando te te si stanca' de mi

Tempi bei.

 

DISCO DA ISOLA DESERTA

Ora mentre seguo el me camino

Lassame seguire el me camino

Nao da na luxe

Nao da na luxe

 

El vento soffia

Torno al me core verto

Na goa verta

Nel mio spirito bianco

Totalmente vivo

Nel mio spirito lesero

 

Da na porta verta

'traverso na stra'

verso n'altra vita

e vardando el me rifleso nea finestra

mpisando na luce

Una che manco savevo che ghe iera

Totalmente vivo

Totalmente solleva'

 

Svejandome dao speginmento

de mie ani de sono

Si, ti te se queo che vojo dire

Ti te se queo che vojo dire

 

Mentre so al limite

Ti te se queo che vojo dire

Diversi tipi de more

Xe posibili

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

PUNTO E A CAPO

Te ghe veramente roto i maroni

The ghe veramente roto i maroni

Se te potesi portare tutto ndrio

Far sciopare la polveriera

Parche mi dovaria fare el bravo se ti non teo fe

 

Questa xe na medisina marissima

na medisina marissima

Trapoao nel to punto e a capo

 

La verità te meterà sottosora

la verità te metterà sottosora

 

Quando xe che te me riporterè ndrio?

 

OCI DE VERO

 

Oh, so mi

So pena sceso dal treno

Un posto bruto

Le fase xe grigio cemento

E so drio pensare

Dovaria mia voltarme e comprare n'altro biglieto?

La pura stalà salendo un saco

Cosi jazà, da dentro verso fora

 

Messagio en arrivo

non sta a farne un putiferio

Luse del giorno dai oci de vero

 

La dove el camin se divide

E vao xo par la montagna

Mexo ai cespugli

Non so mia dove valo

E in fondo, nonh me ne ciava

 

Sento sto more fin dentro le osa

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minutes ago, Wanderer said:

OCI DE VERO

Oh, so mi

Ahahah sono scoppiato a ridere su questa parte. Fantastico:laugh::laugh:

Edit avevo scritto automaticamente in dialetto, ovvero so scoppiato a ride

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

FATE RICONOSERE, SINGANO

 

Persone coa fassa dolse ma con niente dentro

Che podemo tuti amare, tuti amare

 

Ma quando vedo che te te prendi xugo de mi

Non lo vojo savere, non lo vojo savere

Quando vedo che te te prendi xugo de mi

Non lo vojo savere

 

Cuori spessai

I fa piovere

 

Pesi de n'umanità de bamboe de pessa

Che podemo creare

 

I NUMERI

Ce strinse come no spirito

Acaresa come un vento

Lumina la to comprension

Varda, la luna soride

 

Verta su tutti i canali

Pronti a ricevere

Parchè noialtri semo en balia

De vostre cassate e trucchetti

 

Noaltri semo dea tera

E semo destina a ea

Il futuro xe dentro de noialtri

No da n'altra parte

 

Un giorno par volta

 

Chiedemo a gente

La gente la gha sto podere

I numeri no i decide mia

El sistema xe na monada

Un fiume se sta prosciugando

Le ali de farfae

 

E ci potete buta via come na supa

Come se fosimo fiori passii

Ci prenderemo ciò che xe de noialtri

 

Un giorno par volta

 

EL TEMPO DE ORA

Sta dansa

Xea come n'arma

Par defenderme

Contro el presente

el tempo de ora

 

Non diventerò mia pesante

Falla restar lesera

E falla movere

Mi non sto fasendo

mal

 

Mentre el mio mondo

sta andando in mona

Sto balando

sto diventando mona

Sordo, muto e cieco (tute le sfighe 'soma)

 

Son perso en ti

Non sto a girarme

senno tuto deventa ciaro

Non me fermerò

O tutto sto more

No 'l serve a un casso

 

Par finirla de cadere

En na miniera

Non i xe cassi de nessuno

Ma i xe mii

Dove tutto sto more

Va in mona

So perso en ti

 

VAINDANTE, SARTO, MARINAIO....MA VA IN MONA FIGURATE SE TRADUXO TUTTA QUEA ROBA LI

 

Tutti i busi

i sta prendendo vita tutti nsieme

Liberae, lontano dai oci e dal cuore

 

I solitari i la loro preda

Queo che sta impisando i to foghi

Stao strissando fora a pansa en xo

E queo che te ghe da fare xe de dire "si"

 

Tutti gli osei rimane sui alberi

tutti i pessi i noda xo nel profondo

Son qua

Vien da mi prima che xe tropo tardi

 

Queo che sta impisando i to foghi

Stao srissando fora a pansa en xo

E queo che te ghe da fare xe de dire "si"

 

EL VERO MORE SPETA (CIOE 'A XE N'ICULADA, NDT)

 

Neghero par le mie convixion

Par poter avere i to putei

Me vestirò come to nevoda

E lavero i toi pie gonfi

 

Basta che nonh te ve via

non sta ndar via

 

Non sto vivendo

sto solo rompendome le bae

le to mani picoe

el to soriso da gato

 

No i  se ne va

No i se ne va 

 

El vero more speta

Nei corridoi dove mi, personalmente, ciapo un fia de paura

El vero more vive

de que robe che te compri ai putei e que che i fa' la san carlo

 

Non sta ad andar via

Non sta ad andar via

 

 

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
26 minutes ago, Wanderer said:

FATE RICONOSERE SINGANO

 

Persone coa fassa dolse ma con niente dentro

Che podemo tuti amare, tuti amare

 

Ma quando vedo che te te prendi xugo de mi

Non lo vojo savere, non lo vojo savere

Quando vedo che te te prendi xugo de mi

Non lo vojo savere

 

Cuori spessai

I fa piovere

 

Pesi de n'umanità de bamboe de pessa

Che podemo creare

 

I NUMERI

Ce strinse come no spirito

Acaresa come un vento

Lumina la to comprension

Varda, la luna soride

 

Verta su tutti i canali

Pronti a ricevere

Parchè noialtri semo en balia

De vostre cassate e trucchetti

 

Noaltri semo dea tera

E semo destina a ea

Il futuro xe dentro de noialtri

No da n'altra parte

 

Un giorno par volta

 

Chiedemo a gente

La gente la gha sto podere

I numeri no i decide mia

El sistema xe na monada

Un fiume se sta prosciugando

Le ali de farfae

 

E ci potete buta via come na supa

Come se fosimo fiori passii

Ci prenderemo ciò che xe de noialtri

 

Un giorno par volta

 

EL TEMPO DE ORA

Sta dansa

Xea come n'arma

Par defenderme

Contro el presente

el tempo de ora

 

Non diventerò mia pesante

Fal restare lesera

E falla movere

Mi non sto fasendo

mal

 

Mentre el mio mondo

sta andamdo in mona

Sto balando

sto diventando mona

Sordo, muto e cieoc (tute le sfighe 'soma)

 

Son perso en ti

Non sto a girarme

senno tuto deventa ciaro

Non me fermerò

O tutto sto more

No 'l serve a un casso

 

Par finrla de cadere

En na miniera

Non i xe cassi de nessuno

Ma i xe mii

Dove tutto sto more

Va ai mona

So perso en ti

 

EL VERO MORE SPETA (CIOE 'A XE N'ICULADA, NDT)

 

Neghero par le mie convixion

Par poter avere i to putei

Me vestirò come to nevoda

E lavero i toi pie gonfi

 

Basta che nonh te ve via

non sta ndar via

 

Non sto vivendo

sto solo rompendome le bae

le to mani picoe

el to soriso da gato

 

No i  se ne va

No i se ne va 

 

El vero more speta

Nei corridoi dove mi, personalmente, ciapo un fia de paura

El vero more vive

de que robe che te compri ai putei e que che i fa' la san carlo

 

Non sta ad andar via

Non sta ad andar via

 

 

 

 

 

 

Spettacolari ahaha

Share this post


Link to post
Share on other sites

SPIRITO

So perso

'no spirito

Espropria'

Preso en ostajo

La me voja spegne un buso de un baleton

No spirito de la me anima mortae

 

Ste puttanade e ste soseptti

La rabia a xe un veleno

L'unica veridà che riussivo a resepire

Xe quando te te pogiavi le to papare su de mi

Futuri inganai dal pasa'

Lo spirito...quanto che sganassa

 

La paura crea n'incanto su noialtri

Che xudichemo l'amore sempre dopo

Le mia voja spegne un buso de un baleton

No spirito de la mia anima mortae

L'unica verità che riesso a percepire

Lo spirito xe vegnu par mi

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Interessante.
Omaggio personale a HTTT, in veneziano:

Bèa, ladro
--
1. Do' più do' fa xinque (El smonà)
2. Séntite àlxite (Bisse e Scàe)
3. 'Démo suea Luna in barchìn (Daghe 'na nettàda ae ragnatèe sul ciéo)
4. Drìo-roba (El viagio de nòsse xe finìo)
5. Va' a dormir (Ométo picenìn canxeà)
6. Dove finisso mi ti scominxi ti (El ciéo sta cascando)
7. Suciémo sangue giovine (Ea to ora xe 'ndada)
8. El crepùscoeo (Verxìmo tranquìamente 'e nostre boche col fredo)
9. Eà eà (El Napoéon de nesuna parte)
10. Mi me (Ea tera de nisùni)
11. 'Na rissa al matrimonio (No no no no no no no no)
12. Missomatosi' (Giudice, giuria & executór)
13. Sbaestrà (Copà come e fòie)
14. Un lupo àea porta (Ea fìa. Bamboéta de stràsse)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Androide Stranio

Potarissito finirla con sto casin
staria cercando de chetarme
da tutti i poi abortì che go en testa
Cossa xeo quello?
Cossa xeo?

Quando divegnerò re, ti te sare' el primo taca' contro el muro
Coe tue cassate che non i ga nessuna importansa
(le xe moinade...)
Cossa xeo?
Cossa xeo?

Ambixion a te fa diventar un fia' bruta
Scalciante,squittente piccolo mascio Gucci

Non te ricordito mia
Non te ricordito mia
Parche non te te ricordi mia el mi nome?
Fora de testa
Fora de cranio
Parchè non te te ricordi el mio nome?
So sicuro che quealtro xe lo ricorda

Piova, piova
Dei, cazzo, piova, piova su de mi
Da na grande altesa
Na grande altesa
Ciò piova, bagname

El panico el vomito
Dio ama i so putei
Si

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 minutes ago, Wanderer said:

Piova, piova
Dei, cazzo, piova, piova su de mi
Da na grande altesa
Na grande altesa
Ciò piova, bagname

El panico el vomito
Dio ama i so putei
Si

Il finale è un capolavoro! Faccio il Re dei Rami in sardo in tuo onore

Su Rei 'e Is Nais

Froìri
Bonadi' Tziu Piga
A Pagu A Pagu
Spérdiu
Fror'e Lotu
Manuiscrittu
Morre
Sparziadore

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Wanderer said:

Fora de testa

Fora de cranio

Non conosco i dialetti veneti, ma faccio il cagacazzi e dico che questa parte di testo non mi sembra tradotta adeguatamente :laugh:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diamo a Venezia quel che è veneziano :zorro:

 

19 hours ago, pandroid said:

Moeghea con sto casìn!

Moighea co' sto casìn!
 

2 hours ago, Wanderer said:

Puteo A

Bocia A
 

19 hours ago, Wanderer said:

Androide Stranio

Potarissito finirla con sto casin
staria cercando de chetarme
da tutti i poi abortì che go en testa
Cossa xeo quello?
Cossa xeo?

Quando divegnerò re, ti te sare' el primo taca' contro el muro
Coe tue cassate che non i ga nessuna importansa
(le xe moinade...)
Cossa xeo?
Cossa xeo?

Ambixion a te fa diventar un fia' bruta
Scalciante,squittente piccolo mascio Gucci

Non te ricordito mia
Non te ricordito mia
Parche non te te ricordi mia el mi nome?
Fora de testa
Fora de cranio
Parchè non te te ricordi el mio nome?
So sicuro che quealtro xe lo ricorda

Piova, piova
Dei, cazzo, piova, piova su de mi
Da na grande altesa
Na grande altesa
Ciò piova, bagname

El panico el vomito
Dio ama i so putei
Si

Androide Stranìo

(Ghesboro) Ti pol moearghea co’ sto casin?

So’ drio sercar de riposarme

Da tute e voxi de gaìna che nasse nea me testa

Cossa xe?

Cossa xe?

Co’ che sarò un re, ti ti sarà el primo a finir su pal muro

Co’ e to’ monae sensa conseguense

Cossa xe?

Cossa xe?

[…]

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

E come lo scriverebbe un francese:

 

(‘ptain merde) T’peux arrêter c'delbor ?

Chui en train d’essayer de me reposer

De tt les voix d poule ki naiss ds ma tête
Kesk c ?
Kesk c ?


Kan jserai un roi, toi tu sera le premier à finir sur le mur,
Ac tes conneries sans consekans
Kesk c ?
Kesk c ?

[…]

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 hours ago, pandroid said:

Moeghea con sto casìn!

Non so, moeghea - che però moeghea è plurarle, mogea è singolare - lo vedo più imperativo, si sposa male con could

Share this post


Link to post
Share on other sites

EBETECA

Chi ghe xe nel buso?
Femane e bociasse par primi
e bociasse par primi
e i putei

Riderò finchè la mia testa non la esplode
Ingoio finchè non sciopo
Fino a che

Son vivo, qui
Tuto la roba assieme

L'eta del giaxo la xe drio rivare
L'età del giaxo la xe drio rivare
Lassame sntire tutt'e do i tochi
Butai nel fogo
Butai nel fogo
Butai nel

Non semo mica drio fare rebegolo
Xe driò 'cadere ora
Xe drio 'cadere

Telefoni che i siga
Telefoni che i me manda ai mati
Ciap i schei e scapa
Ciapa i schei e scapa

Qui son vivo
Tutte e robe assieme

El primo dei putei
Questo xe per i putei
Questo xe

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×