Jump to content

jeppoloman

Members
  • Content count

    2,344
  • Joined

  • Last visited

About jeppoloman

  • Rank
    There There
  • Birthday 12/21/1988

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Biella

Contact Methods

Recent Profile Visitors

4,541 profile views
  1. jeppoloman

    Coronavirus Wuhan

    La figura demmerda di Zinga& co resta sotto gli occhi di tutti, ma De Luca rimane comunque un individuo poco raccomandabile che sfrutta il fatto (e la pandemia in generale) a suo favore. Il fatto e` che siamo nel 2020 e basta andare su google e fare un ricerca "De Luca coronavirus" limitata a fine febbraio, per trovare queste frasi dette da De Luca stesso dopo i primi casi: "Se la situazione rimane quella che di oggi, in Campania dobbiamo riprendere la vita pubblica e sociale. Se dovessero emergere altri problemi li affronteremo col rigore necessario. Ma la vita deve continuare altrimenti trasformiamo un problema serio in una tragedia da guerra mondiale. E qui in Campania non abbiamo sospeso i concorsi, neanche il concorsone, né chiuso gli uffici. Certo - ha concluso - dovremo mettere in conto un calo delle presenze turistiche" Peraltro, non sto dicedo che questa frase sia sbagliata, eh, solo che se De Luca critica chi diceva "Milano non si ferma", forse si dovrebbe ricordare che un tempo diceva anche lui "la Campania non si ferma".
  2. jeppoloman

    Tribuna Politica

    Concordo 100%, senza senso alcuno! Abbiamo km2 e km2 di superfici dove piazzarli senza bisogno di aprire campi. Tutti i tetti dei capannoni industriali, tutti i tetti dei condomini, etc etc. E` come spalmare la glassa della torta sul tavolo.
  3. jeppoloman

    Coronavirus Wuhan

    Lac, ci sono tre opzioni: 1) il tuo amico ha effettivamente preso il covid in Liguria e c'è stata qualche strana mutazione che l'ha reso più contagioso dopo. 2) il tuo amico ha preso l'influenza in Liguria, e poi ha avuto il virus in modo asintomatico; 3) falso positivo. Non so che test abbia fatto il tuo amico, ma vista la probabilmente bassissima diffusione del virus in Sardegna, non mi stupirei che anche un 80% dei positivi ai sierologici siano falsi positivi. Con tutte le informazioni disponibili al momento, il mio accuratissimo modello darebbe le seguenti probabilità: 1) 0.000001% 2) 39.999999% 3) 60%
  4. jeppoloman

    verdena

    Benvenuto/a @Berg , grazie del link! Personalmente, dopo avere sentito un disco "rappresentativo" di un gruppo, se mi piace preferisco poi sentirmi gli altri dischi in ordine cronologico. In particolare per un gruppo come loro che ha avuto una chiara, ma molto graduale, evoluzione. Comunque, per quanto riguarda i pezzi per me più rappresentativi sparerei: - Valvonauta (Verdena): perché per quanto la si possa odiare, Creep non può mancare in una compilation per capire i Radiohead; - Onan (Solo un grande sasso): perché è semplicissima e piaceva al me adolescente; - Centrifuga (Solo un grande sasso): perché i testi dei Verdena non avranno senso, ma sto titolo è più calzante per sto pezzo del 99.9% dei titoli di musica "d'autore"; - Luna (Il suicidio del samurai): perché è il loro pezzo più immediato e disperato allo stesso tempo; - 17 tir nel cortile (Il suicidio): perché per qualche motivo è il mio loro pezzo preferito, forse quell'inizio sghimbescio seguito da esplosione finale; - 40 secondi di niente (Il suicidio): perché è sicuramente il pezzo più banale di quel disco, ma a me fa piangere e me ne frega che sia banale o meno; - Il Gulliver e Sotto prescrizione del Dr Huxley (Requiem): perché sono dei trip clamorosi; - Scegli me (WOW): per motivi affettivi; - Fuoco amico I e II (Endkadenz): perchè è dove sono arrivati;
  5. jeppoloman

    Sigur Rós

    @echoes: giusto, Hrafntinna me l'ero scordata! @principles ascolta assolutamente Heim/Hvarf, disco di B sides clamoroso, Hafsol è davvero una cosa da brividi. Tra l'altro era uscito con Heima, documentario di un loro tour in Islanda in cui erano andati a suonare per varie parti del paese aggratis, che è il mio docufilm musicale preferito in assoluto. Se riesci a recuperarlo, consigliatissimo.
  6. jeppoloman

    Tribuna Politica

    A me fa sempre ridere sta cosa che l'Italia sia l'unico paese al mondo in cui "lavorare da casa" sia diventato "smart working". Mi sembro uno di quei vecchietti che ripensano ai vecchi tempi, ma gia` siamo cosi` pigri che non ci inventiamo nuove parole per nessuno dei nuovi termini (internet, smart-phone, browser,etc etc) mo ne usiamo pure una che non usano neanche nei paesi in cui quella lingua e` la madrelingua! In teoria poi se proprio si usa starebbe ad indicare piu` che puoi scegliere dove e QUANDO lavorare, non solo che fai stessi orari e stesse cose di prima solo da casa. Detto questo, ovviamente dipende da lavoro a lavoro. E da persona a persona. Ci sono lavori che non puoi fare stando a casa tutto il giorno (e non parlo necessariamente del chirurgo) e ci sono lavori in cui andare a lavoro e` una perdita di tempo inutile. CI sono persone (tipo il sottoscritto) che starebbero bene chiuse in una caverna per 100 anni avendo interazioni sociali solo con pipistrelli e stalattiti, e ci sono persone (tipo mia moglie) che piuttosto che non avere interazioni sociali nella vita di tutti i giorni cambierebbero lavoro. Secondo me il problema e` mal posto: non e` dobbiamo tutti lavorare da casa vs nessuno. E` "se uno puo` e vuole, non c'e` nessun motivo perche` non lo si debba lasciare lavorare da casa". In Italia la mia breve esperienza e` che ci si fidi molto meno dei propri dipendenti, li si vuole controllare a ogni istante etc etc. Ma in realta` basterebbe giudicarli per le performance, piuttosto che per le ore di cartellino timbrato. Gia` 10 anni fa ho avuto la mia prima esperienza lavorativa in Svizzera e mi lasciavano lavorare da casa quando volevo, pur essendo un ventenne appena arrivato. Quello che contava era la produttivita`, che per quel che mi riguarda cresce se posso evitare di passare due ore al giorno a viaggiare. DOve lavoro ora sono due anni che obbligano (per motivi di spazio) a scegliere ai nuovi assunti almeno un giorno in cui lavorare da casa. Mai visto alcun calo di produttivita`. Se ci fosse, individui il colpevole e gli fai capire che se continua cosi` lo mandi a casa. Le citta` non credo proprio che moriranno, pieno cosi` di gente che non riesce a vivere lontano dalla citta`, che ha bisogno di vita, cultura, eventi ogni minuto. Quanti giovani sceglierebbero di vivere a Milano piuttosto che Caresanablot solo per quel che la citta` offre, piuttosto che per il lavoro? Poi c'e` anche la questione ricongiungimenti, quanta gente potrebbe vivere assieme senza bisogno di star lontani per zero reali motivi. Se questo portera` a qualche bar in meno in citta` e qualcuno in piu` in campagna, non vedo il problema. Se no mi pare come chi ai tempi diceva stiamo attenti con sti cellulari che chi lavora per la SIP perdera` il posto.
  7. jeppoloman

    Sigur Rós

    Concordo, Takk gia` appare come disco piu` stanco, ha dei pezzi della maronna tipo Glosoli, ma tutto insieme avevano gia` meno da dire. Discorso simile per il ronzio ma con qualita` piu` bassa. valtari per me per certi versi e` superiore come disco, anche se ha davvero idee zero. Kveikur mi ricordo solo la Title track, il resto era stata una delusione senza appello. Impressione mia: Kjartan ha capito che non c'era piu` la scintilla, se n'e` andato dopo Valtari e la sua assenza in Kveikur pesa come un macigno. Per questo dicevo che per me senza lui (e Orri) le speranze che facciano ancora qualcosa di buono svaniscono quasi del tutto...
  8. jeppoloman

    Sigur Rós

    Laca, e` scatter, si deve sempre esagerare! Sti due pezzi (s)oggettivamente non dicono proprio niente comunque. Ma concordo con te, aspetto ottobre e in ogni caso un ascolto lo daro`, se non altro per quel che mi han saputo dare in passato, ho sempre la speranza che da un momento all'altro rinsavisca(no). Concordo che l'ultimo disco sufficiente rimane Suoniamo senza fine con un ronzio nell'orecchio, aggiungerei che l'ultimo bello bello e` Hvarf/Heim di due anni prima. Ma nelle cose pubblicate a nome Sigur qualcosa di decente ce lo si trovava sempre, Jonsi da solo o con altre compagnie qualche boiata in piu` l'ha fatta.
  9. jeppoloman

    Sigur Rós

    Nuovo album solista di Jonsi, esce a Ottobre e si chiamera` Shiver. Gia` disponibili Exhale e Swill, onestamente non promette granche`, pare l'ormai solito andazzo. Qualche bel suono qua e la`, ma tutto molto banalotto. Certo che con l'addio di Kjartan e Orri ( si sa piu` nulla di lui?) in pratica i Sigur sono finiti. E buuu per il cantato in inglese.
  10. jeppoloman

    Coronavirus Wuhan

    Lacà, due cose: 1) il virus NON è clinicamente morto. Per ora la situazione è tranquilla e la speranza è che con le misure di distanziamento e maschere (e una porzione della popolazione più attenta) si eviti la famosa seconda ondata. Ma si parla per l'appunto di "speranza" e nulla più. 2) Non c'è nessun motivo per cui debba sparire tra un anno. Per ora tutti gli indizi sono che possa diventare endemico. In assenza di evoluzioni per ora non pervenute, il virus smetterà di essere pericoloso solo se avrà infettato tra il 60 e l'80% della popolazione. O se si trova un vaccino. Chi dice il contrario di 1 e 2, o lo fa per motivi politici o fa del wishful thinking. Magari poi ti va di culo e c'è effettivamente qualcosa che non sappiamo del virus che lo rende quasi "morto", ma dirlo con qualsiasi grado di sicurezza è una delle due opzioni e bon. DI potenziali vaccini ce ne sono tanti e deo gratias! Fa conto che da fase 1 a approvazione saranno tipo il 10-20% i vaccini che vengono approvati, quindi nessun motivo per mettere tutte le fiche sullo stesso (intendo fiche di casinò, non avevo mai scritto la parola fiche, mi sento un dodicenne ma rileggendo ho riso tantissimo). I vaccini in generale sono la roba più sicura del mondo. Questo, quando ci sarà, vedremo. Se ci sarà. Vedremo se avrà un'efficacia tipo influenza (40-60%), o morbillo (99%). Vedremo come sarà il profilo di sicurezza. Sinceramente se qualcosa verrà approvato, non avrei nessuna preoccupazione a prenderlo. Al massimo servirà a poco o mi darà delle piccole contorindicazioni. Quello che è importante è solo che non si taglino le tappe, perché gli anti-vaxx son dietro l'angolo ad aspettare il minimo passo falso, e quello mi preoccupa non poco... Tipo ora si son presi dei bei rischi, hanno iniziato fase 2 prima di avere i risultati della 1, e la 3 prima dei risultati della 2... Più che altro però per quello i rischi se li sono corsi i volontari, una volta che sarà approvato dovrebbe essere tutto ok, a meno che non ci siano effetti collaterali a lunghissimo termine che credo siano abbastanza improbabili.
  11. jeppoloman

    Coronavirus Wuhan

    Dipende, se la soluzione è un team con esperti da ogni singolo paese che decidono all'unanimità, stile consiglio europeo, allora sì, servirebbe ad una mazza e rallenterebbe solo il processo ulteriormente finché la pandemia è già servita. Se invece hai un piccolo team che agisce in modo centralizzato e prende decisioni velocemente usando il principio di precauzione, allora aiuta sicuramente. Il problema è che questo funziona solo se tutti si subiscono zitti e buoni le decisioni dell'UE centralizzate. Questo sappiamo non succede, ed i litigi tra stati rallentano troppo i tempi per cui per me sì, in questo caso mi pare una proposta poco sensata.
  12. jeppoloman

    Coronavirus Wuhan

    Chi sta uscendo con le ossa rotte da questa pandemia e` l'OMS. Breve riassunto delle topiche prese: 1) "Non ci sono evidenze di trasmissione tra persone", detto a fine gennaio. Questa la piu` scusabile, in realta` parlarono di assenza di evidenza e non di evidenza di assenza. Resta il fatto che nello stesso periodo all'Imperial gia` stimavano il valore di R0 in un range poi rivelatosi corretto. E sarebbe bastato dire "non abbiamo evidenza di trasmissione ne` di assenza di trasmissione". 2) "Le maschere non servono". Anche questa in se` scusabile, mancava l'evidenza. Il fatto e` che questo e` il tipico caso di questione su cui in assenza d'evidenza prendi la decisione piu` conservativa e in questo caso mal che vada non potevano causare chissa che problema suggerendo di usarle. Ancora molta gente confusa sui consigli riguardo le maschere per colpa delle raccomandazioni iniziali dell'OMS... 3) stop all'idrocloroblabla nella loro prova clinica. Scelta basata sui risultati di uno studio osservazionale, quindi scelta del cazzo di suo, e per di piu` sto studio si e` poi rivelato una truffa. Chiaramente scelta politica anti-Trump e non dettata dal metodo scientifico... 4) "non c'e` evidenza di trasmissione asintomatica". DI evidenza ce n'e` eccome, e c'e` un'enorme differenza tra asintomatico e presintomatico. Dichiarazione ripresa e amplificata dai media, ora altro messaggio fallace trasmesso a nome OMS. La credibilita` sta purtroppo calando, ho paura che via via sempre piu` stati seguiranno l'esempio di Trump nel ritirare i fondi. Il problema e` che chi paghera` saranno gli stati del terzo mondo dove piu` il lavoro dell'OMS aveva un senso di esistere. Nelle pandemie abbiamo capito che quel che serve non e` la politica del mettere insieme gli scienziati di mille paesi diversi, ma quella della precauzione dei singoli stati.
  13. jeppoloman

    Coronavirus Wuhan

    Francamente a me sto articolo me pare un po' na strunzata. Se si vanno a vedere i grafici tutto sto pandemonio in pratica perche` un po' piu` gente del solito ha cercato la parola diarrea su Baidu da Agosto 2019. Sarei curioso di vedere cosa succederebbe se si ripetesse la stessa analisi su un gruppo di citta` a caso in giro per il mondo. (non commento neanche la storia delle macchine che ha almeno un milione di problemi sia statistici che pratici). Peraltro, se davvero fosse partita l'epidemia ad agosto, sarebbe un mistero come avrebbero fatto a non esplodere fino a gennaio. A meno che non sia mutato lentamente il virus, per cui all'inizio era una cosa molto piu` blanda (e piu` gastrointestinale) e nessuno se ne fosse accorto prima. Tutte queste storie per screditare la Cina mi sembrano davvero fini a se stesse, la Cina ha due colpe in questa situazione: abitudini igieniche/alimentari medievali e una risposta inadeguata e censoria a fine Dicembre. Mi paiono due colpe sufficienti sulle quali soffermarsi senza andare a inventarsi niente. Lo ripeto dall'inizio di sta solfa: se il virus e` scappato dal laboratorio lo studieranno i servizi segreti, fino a prova contraria mi sembra piu` produttivo soffermarsi sulle colpe accertate e piu` plausibili. Perche` avete silenziato Weinlang? Perche` lasciate che la gente si mangi tartare di pangolini selvatici?
  14. jeppoloman

    Tribuna Politica

    Sì ma è esattamente quello che intendo, ripeto "sia in bene che in male" si giudicano le azioni e non le persone. Perciò appunto capisco il simbolo del tirare su la statua in memoria dell'azione di donare soldi per la comunità, non della persona, e capisco il gesto in una protesta di tirarala giù la statua, non per giudizio della persona, ma dell'azione specifica (l'aver mercanteggiato schiavi). Capisco anche il tuo ragionamento, certo è facile prendersela con uno del '600 facendoci superiori anziché prendersela con simboli più nostri e attuali. Però va detto che a quel che ho capito c'è tutta una storia dietro, almeno su Colston, per cui pur essendo un signor nessuno agli occhi dei più era due o tre anni che se ne parlava in quel di Bristol. Quindi aveva un elemento di contemporaneità.
  15. jeppoloman

    Tribuna Politica

    Allora speriamo non scoprano che quando andavo dalla mamma a Natale mangiavo mezza teglia di lasagne. Ti dirò di più, Colston senza sta storia non se lo filava nessuno fuori da Bristol, e probabilmente pochi dentro. Ora la sua statua nel fiume è un simbolo della rivolta nera e dell'uguaglianza. Altro che i du spicci che aveva dato per costruire le scuole, ora è consegnato all'eternità.
×