Jump to content

TomThom

Members
  • Content count

    12,321
  • Joined

  • Last visited

About TomThom

  • Rank
    Coffee & PC

Profile Information

  • Gender
    Male

Contact Methods

  • Website URL
    http://
  • Instagram
    0

Recent Profile Visitors

11,167 profile views
  1. TomThom

    Travis

  2. TomThom

    2020 . "La caduta degli dèi?"

    I Travis che cacciano fuori il solito disco-abbraccione perfetto per calarsi nell'autunno... Amiconi sui quali contare sempre
  3. TomThom

    Un film al giorno Vol. 2

    Se hai visto Synecdoche, New York, questo è una sorta di naturale sbocco di un tipo di poetica ormai riconoscibilissima. Probabilmente non dice "di più", perché Synecdoche credo sia inarrivabile per il suo modo di intendere il cinema (un po' come The Tree of Life e prima The Thin Red Line sono i monoliti di Malick, limiti praticamente non più valicabili dietro la macchina da presa per aver già detto tutto in precedenza), ma lo dice in modo diverso e con una chiave differente. Una visione ristoratrice, salvifica e purificante, poetica, totalmente fuori contesto all'interno di quel mare di merda che inonda Netflix. Interessante @principles, ero proprio curioso di capire (non avendo letto il libro di Reid) quanto abbia kaufmanizzato lo script rispetto al romanzo.
  4. TomThom

    Un film al giorno Vol. 2

    Grazie di esistere, Charlie Kaufman.
  5. TomThom

    2020 . "La caduta degli dèi?"

    Sempre ottimo come sempre Sufjan
  6. TomThom

    Bon Iver

    Si ri-ragiona:
  7. TomThom

    2020 . "La caduta degli dèi?"

    Tra gli ultimi ascolti: - Stra-promossi i Flaming Lips (forse uno dei più belli loro post The Terror) - Un ritorno ai livelli di Get to Heaven per gli Everything Everything con Re-Animator (disconazzo con influenze dichiaratamente Radiohead in almeno un paio di pezzi) - Forte delusione per i Doves, e a leggere in giro credo di essere l'unico non entusiasta. Forse l'album che aspettavo di più, l'ho sentito due volte ma l'ho trovato stanco, bolso e fiacco, direi troppo ricalcato sul passato; e visto che non sono un ingegnere del suono, mi pare pure meno "ben lavorato" dei precedenti se ascoltato in cuffia. Compattone tipo mattonazza. Peccato perché testa e coda mi piacciono molto, Carousels e Forest House sono due gran pezzi... ci metto anche la title track, dai. Ma abituato a una band che ha sfornato quattro dischi della madonna, mi aspettavo ben altro.
  8. TomThom

    Radiohead di qua

    Pure a me ogni tanto mi chiamano Tommino, ma resto umile. E comunque Marghera è bellissima.
  9. TomThom

    2020 . "La caduta degli dèi?"

    Siamo ben oltre la soglia dell'imbarazzo eh, e l'ho pure ascoltata. Sembra la colonna sonora per un porno con Uan e Tinetta
  10. TomThom

    Un film al giorno Vol. 2

    Mah, i film di Nolan hanno comunque sempre un pregio: la durata non si sente minimamente. Montagna russa dalla quale scendi frastornato per poi chiederti se il giro ha davvero avuto valore: non mi sento di stroncarlo ma nemmeno di osannarlo, alla fine è un bambinone che fa intrattenimento comunque intelligente. Non gli si chiede di essere Kubrick, il suo lo fa; per me comunque The Prestige rimane il suo film migliore in assoluto, Tenet si dimentica dopo un'ora. Io intanto posso solo bestemmiare, visto che A Hidden Life di Malick è attualmente presente in 5 sale in Italia. Boh
  11. TomThom

    Un film al giorno Vol. 2

    Mariana Di Girolamo ti ha cotto a fiamma viva o no?
  12. TomThom

    Un film al giorno Vol. 2

    Con Ema credo godrai abbastanza, l'ho visto a Venezia e ne ho un gran bel ricordo. Stasera invece Tenet, aspettative zero e credo prenderò i popcorn, cosa che non faccio mai.
  13. TomThom

    Bon Iver

    L'ultimo album è sicuramente quello che ho ascoltato meno, per scelta. Lo ritengo comunque un lavoro qualitativamente pari ai precedenti. Probabilmente funziona meno come disco nel suo complesso, ma ci sono dei brani e soprattutto dei bozzetti all'interno dei singoli pezzi veramente meravigliosi. La mia incazzatura sta invece montando dall'inizio del periodo post i,i... La china presa, con tanto di vena predicatoria e pontificante, anche no. Per quel che riguarda la musica, 'sti pezzi buttati lì non dicono niente. Ma è un problema che hanno quasi tutti, penso ai recenti Gorillaz o agli ultimi Massive, se non c'è un collante sono scorregge nello spazio.
  14. TomThom

    Bon Iver

    Non lo vorrei dire, ma mi tocca. Non mi sta piacendo la china presa con questa cosiddetta "Season 5" della carriera: post su post dedicati a neri, Lgbte e politica americana, con una band che sembra sempre più una comune di fattoni dediti ai funghetti allucinogeni, all'interno della quale non si sa più nemmeno chi sia il contributore principale ai pezzi. Inutile poi, almeno per i miei gusti, anche l'uscita di brani random buttati lì alla cazzo come questi due qui sotto, che senza essere collocati in un album hanno la longevità di un moscerino (essendo inoltre pure parecchio anonimi). E poi ancora: basta con 'sti cazzo di titoli-acronimi da hipster diciottenne, Cristo. Ma titolarne una "I want love" piuttosto che IWL, fa brutto? Justin: sveia, meno funghetti in compagnia, più isolamento e meno allegria.
  15. TomThom

    2020 . "La caduta degli dèi?"

    Tra l'altro testi mica male, e simpatico/caratteristico il vezzo della reiterazione di certi stralci di testo ad libitum, entrano nel cranio a forza. Pescano un po' da tutti (pure vocalmente, in certi pezzi ci sento pure il cantato di Liam Gallagher dei primi tempi, vedi A Lucid Dream), ma lo fanno con intelligenza. Del disco precedente d'esordio, gran bombe Television Screen e The Lotts
×