Jump to content
Sign in to follow this  
Lacatus

The Tourist

Recommended Posts

mi spiegate la connessione fra il testo e il titolo "the tourist"? :huh:

Non abbaia a nessun altro che a me

Come se avesse visto un fantasma

Suppongo che abbia visto le scintille volare

Nessun altro lo potrebbe sapere

Hey uomo rallenta

Rallenta

Idiota rallenta

Rallenta

A volte vado in sovraccarico

E’ allora che vedi le scintille

Mi chiedi dove diavolo sto andando

A 1000 piedi al secondo

Hey uomo rallenta

Rallenta

Idiota rallenta

Rallenta

Hey uomo rallenta

Rallenta

Idiota rallenta

Rallenta

Share this post


Link to post
Share on other sites

anche se è un pò banale, io ho sempre pensato che il turista sia quella trasformazione di te, quel falso io generato da una società competitiva dove le persone si trasformano in quello che ci impongono di essere.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mi spiegate la connessione fra il testo e il titolo "the tourist"?  :huh:

Non abbaia a nessun altro che a me

Come se avesse visto un fantasma

Suppongo che abbia visto le scintille volare

Nessun altro lo potrebbe sapere

Hey uomo rallenta

Rallenta

Idiota rallenta

Rallenta

A volte vado in sovraccarico

E’ allora che vedi le scintille

Mi chiedi dove diavolo sto andando

A 1000 piedi al secondo

Hey uomo rallenta

Rallenta

Idiota rallenta

Rallenta

Hey uomo rallenta

Rallenta

Idiota rallenta

Rallenta

credo proprio che sia un testo sulla velocità, in senso lato. il turista è colui che in un determinato posto vuole vedere più cose nel minor tempo possibile, non soffermandosi nemmeno a capire in profondità quello che ha di fronte agli occhi.

astraendo il discorso, la metafora può essere applicata a diversi contesti: il progresso tecnologico, la rapidità/superficialità dei rapporti umani di oggi rispetto al passato, endless list, ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sallu mi ha detto che "the tourist" è il turista della vita... uno che non vive, non si sofferma ad apprezzare appieno il vivere, l'esistenza, ma che scorre tutto

in effetti non me n'ero mai accorto di questo collegamento

credevo che il titolo l'avessero buttato lì a pera...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sallu mi ha detto che "the tourist" è il turista della vita... uno che non vive, non si sofferma ad apprezzare appieno il vivere, l'esistenza, ma che scorre tutto

in effetti non me n'ero mai accorto di questo collegamento

credevo che il titolo l'avessero buttato lì a pera...

Quel rallentare di chitarra, basso, voce, e batteria ai limiti è il perfetto arrangiamento per accompagnare il testo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sallu mi ha detto che "the tourist" è il turista della vita... uno che non vive, non si sofferma ad apprezzare appieno il vivere, l'esistenza, ma che scorre tutto

in effetti non me n'ero mai accorto di questo collegamento

credevo che il titolo l'avessero buttato lì a pera...

magari c'è un collegamento con la frase "I'm not living, just killing time"...il turista come una persona che non vive ma ammazza il tempo...giusto per passarlo...lascia scorrere...

Share this post


Link to post
Share on other sites
mi spiegate la connessione fra il testo e il titolo "the tourist"?  :huh:

Non abbaia a nessun altro che a me

Come se avesse visto un fantasma

Suppongo che abbia visto le scintille volare

Nessun altro lo potrebbe sapere

Hey uomo rallenta

Rallenta

Idiota rallenta

Rallenta

A volte vado in sovraccarico

E’ allora che vedi le scintille

Mi chiedi dove diavolo sto andando

A 1000 piedi al secondo

Hey uomo rallenta

Rallenta

Idiota rallenta

Rallenta

Hey uomo rallenta

Rallenta

Idiota rallenta

Rallenta

credo proprio che sia un testo sulla velocità, in senso lato. il turista è colui che in un determinato posto vuole vedere più cose nel minor tempo possibile, non soffermandosi nemmeno a capire in profondità quello che ha di fronte agli occhi.

astraendo il discorso, la metafora può essere applicata a diversi contesti: il progresso tecnologico, la rapidità/superficialità dei rapporti umani di oggi rispetto al passato, endless list, ...

mi piace la tua interpretazione cut...

Share this post


Link to post
Share on other sites

io sono ESTREMAMENTE convinto che l' "HEY MAN" del ritornello sia stato volutamente messo per via del fatto che suona come un "AMEN", in inglese.

pensateci.

in fondo a un disco come ok computer, in una canzone che si conclude con un solitario "ding" secondo me è studiatissimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mi spiegate la connessione fra il testo e il titolo "the tourist"?  :huh:

Non abbaia a nessun altro che a me

Come se avesse visto un fantasma

Suppongo che abbia visto le scintille volare

Nessun altro lo potrebbe sapere

Hey uomo rallenta

Rallenta

Idiota rallenta

Rallenta

A volte vado in sovraccarico

E’ allora che vedi le scintille

Mi chiedi dove diavolo sto andando

A 1000 piedi al secondo

Hey uomo rallenta

Rallenta

Idiota rallenta

Rallenta

Hey uomo rallenta

Rallenta

Idiota rallenta

Rallenta

credo proprio che sia un testo sulla velocità, in senso lato. il turista è colui che in un determinato posto vuole vedere più cose nel minor tempo possibile, non soffermandosi nemmeno a capire in profondità quello che ha di fronte agli occhi.

astraendo il discorso, la metafora può essere applicata a diversi contesti: il progresso tecnologico, la rapidità/superficialità dei rapporti umani di oggi rispetto al passato, endless list, ...

mi piace la tua interpretazione cut...

ho letto questa interpretazione sullo speciale dedicato ai radiohead nella rivista Q di qualche mese fa. si faceva riferimento al fatto che fosse nata dai pensieri di jonny dopo aver visto dei turisti intenti a correre avanti e indietro per vedere piu' cose nel minor tempo possibile (a parigi).

Share this post


Link to post
Share on other sites
io sono ESTREMAMENTE convinto che l' "HEY MAN" del ritornello sia stato volutamente messo per via del fatto che suona come un "AMEN", in inglese.

può essere, in effetti a parte la H aspirata si pronunciano allo stesso modo e l'effetto è quello. ottimo spunto ;)!

Share this post


Link to post
Share on other sites
mi spiegate la connessione fra il testo e il titolo "the tourist"?  :huh:

Non abbaia a nessun altro che a me

Come se avesse visto un fantasma

Suppongo che abbia visto le scintille volare

Nessun altro lo potrebbe sapere

Hey uomo rallenta

Rallenta

Idiota rallenta

Rallenta

A volte vado in sovraccarico

E’ allora che vedi le scintille

Mi chiedi dove diavolo sto andando

A 1000 piedi al secondo

Hey uomo rallenta

Rallenta

Idiota rallenta

Rallenta

Hey uomo rallenta

Rallenta

Idiota rallenta

Rallenta

credo proprio che sia un testo sulla velocità, in senso lato. il turista è colui che in un determinato posto vuole vedere più cose nel minor tempo possibile, non soffermandosi nemmeno a capire in profondità quello che ha di fronte agli occhi.

astraendo il discorso, la metafora può essere applicata a diversi contesti: il progresso tecnologico, la rapidità/superficialità dei rapporti umani di oggi rispetto al passato, endless list, ...

mi piace la tua interpretazione cut...

ho letto questa interpretazione sullo speciale dedicato ai radiohead nella rivista Q di qualche mese fa. si faceva riferimento al fatto che fosse nata dai pensieri di jonny dopo aver visto dei turisti intenti a correre avanti e indietro per vedere piu' cose nel minor tempo possibile (a parigi).

ci ho preso allora :) non avevo letto quell'intervista!

comunque mi piace anche l'interpretazione di Sallu / Lacatus sui "turisti della vita", che poi in astratto somiglia a quest'altra.

Share this post


Link to post
Share on other sites

avevo letto la stessa interpretazione su uno speciale dedicato ai rh di oltre 100 pag, sempre di Q, del 2003. non è che l'hanno riciclato? ne è uscito uno aggiornato col nuovo materiale?

ah, ho visto ora, speciale di 32 pagine di aprile 2008, avranno riciclato le parti dedicate agli album vecchi da quello del 2003 :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prove di The Tourist, con testo inventato sul momento da Thom, per far imparare la musica a Colin e Phil - primavera-estate 1996

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 5/27/2020 at 7:48 PM, Lacatus said:

Prove di The Tourist, con testo inventato sul momento da Thom, per far imparare la musica a Colin e Phil - primavera-estate 1996

 

Notare che Phil suona con le bacchette, non con le spazzole.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×