Jump to content
Sign in to follow this  
Lacatus

Faust Arp

Recommended Posts

Comunque, postate tabulature? :bava:  :bava:  :bava:

domani posterò la mie tablature di Faust Arp e di Reckoner ;)

cuttoshreds, quando le posti?

anche parziali, thanks B)

ora ho lezione, lo farò questo pomeriggio ... i promise!

:dance:

non vedo l'ora!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque, postate tabulature? :bava:  :bava:  :bava:

domani posterò la mie tablature di Faust Arp e di Reckoner ;)

cuttoshreds, quando le posti?

anche parziali, thanks B)

ora ho lezione, lo farò questo pomeriggio ... i promise!

:dance:

non vedo l'ora!

:bava::bava::bava:

Share this post


Link to post
Share on other sites

al primo ascolto non mi convinceva

ora credo che sia perfetta nel contesto in cui è collocata. a metà della'lbum. è la svolta

una piccola perla

you've got a head full of feathers .... :wub:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tutti pensavano fosse a pig's ear questa...beh era quella che noi chiamavamo così però senza saperlo :wacko: che casino!!!

Comunque è il punto di forza del disco ed è un ottimo inizio per la seconda parte...una perlina acustica con degli archi tutti da ascoltare...e poi il tocco della chitarra è fantastico. Me la sto già immaginando nei live :bava:

comunque l'impressione che mi ha subito data è : "Ma da dove cazzo è uscita ? Dal White Album :ph34r: "

Share this post


Link to post
Share on other sites
Tutti pensavano fosse a pig's ear questa...beh era quella che noi chiamavamo così però senza saperlo :wacko: che casino!!!

Comunque è il punto di forza del disco ed è un ottimo inizio per la seconda parte...una perlina acustica con degli archi tutti da ascoltare...e poi il tocco della chitarra è fantastico. Me la sto già immaginando nei live :bava:

comunque l'impressione che mi ha subito data è : "Ma da dove cazzo è uscita ? Dal White Album :ph34r: "

sì qui siamo dalle parti di Lennon/McCartney

:prego:

Share this post


Link to post
Share on other sites
sì qui siamo dalle parti di Lennon/McCartney

:prego:

ma non sembra anche a te, Lacatus, di sentire il buon vecchio Paul in certi passaggi vocali di Thom?

sì siamo in bilico fra John e Paul...

ma è Thom ^_^

deliziosa "faust arp"

in 42 minuti Thom non fa una sbavatura che una nel cantato... tranne in "bodysnatchers" in a pale imitation with the edges sawn off

ma non mi importa, è perfetto uguale

Share this post


Link to post
Share on other sites
in 42 minuti Thom non fa una sbavatura che una nel cantato... tranne in "bodysnatchers" in a pale imitation with the edges sawn off

ma non mi importa, è perfetto uguale

me ne sono accorto anche io qualche ora fa, ma è più bello perché è più sporco...

non c'entra molto, ma mi piace tantissimo il "uhm" all'inizio di Weird Fishes B)

Share this post


Link to post
Share on other sites
in 42 minuti Thom non fa una sbavatura che una nel cantato... tranne in "bodysnatchers" in a pale imitation with the edges sawn off

ma non mi importa, è perfetto uguale

me ne sono accorto anche io qualche ora fa, ma è più bello perché è più sporco...

non c'entra molto, ma mi piace tantissimo il "uhm" all'inizio di Weird Fishes B)

Torno in topic agganciandomi al vostro discorso...

Ma chi è che fa : One, Two, Three, Four all'inizio di Faust Arp?

C'ha un vocione!! :o

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma chi è che fa : One, Two, Three, Four all'inizio di Faust Arp?

C'ha un vocione!! :o

a me sembrava thom

100% thom

tornando ai beatles mi sembrava il 1,2,3,4 all'inizio di taxman

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma chi è che fa : One, Two, Three, Four all'inizio di Faust Arp?

C'ha un vocione!! :o

a me sembrava thom

100% thom

tornando ai beatles mi sembrava il 1,2,3,4 all'inizio di taxman

Mamma mia che pezzone Taxman!!!

comunque a livello di arrangiamento è una perla...veramente molto bella!Sale di ascolto in ascolto!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Faust Arp è esattamente quello che In Rainbows avrebbe dovuto essere: raffinatezza, melodie complesse, grandi arrangiamenti per archi, variazioni di tono e tonalita, austerità nella produzione. Pensate se anche Arpeggi fosse stata tradotta in un arrangiamento simile ed ora non ci ritroveremmo a rimpiangere la versione dell'Ether. Faust Arp arriva dritta al cuore, è calda, avvolgente, uno episodio "umano" di un album freddo, distaccato, pieno di suoni inutili ed artificiosi. E la voce di thom, sia per tono che per tecnica, è meravigliosa, appassionata, carica di tradizione beatlesiana. Diventerà tra le mie preferite di sempre.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pensate se anche Arpeggi fosse stata tradotta in un arrangiamento simile ed ora non ci ritroveremmo a rimpiangere la versione dell'Ether. Faust Arp arriva dritta al cuore, è calda, avvolgente, uno episodio "umano" di un album freddo, distaccato, pieno di suoni inutili ed artificiosi.

smashinghead, ci conosciamo dagli ancestrali tempi dell'idioteca e rispetto assolutamente la tua opinione, ma su questo mi trovi in disaccordo al 100%. Trovo che Weird Fishes sia un manuale di arrangiamento e che i suoni di In Rainbows siano raffinatissimi e di una indescrivibile ricchezza. Tutto l'album, nella sua parabola discendente, mi sembra molto uman e il finale così fragile è un'adeguata testimonianza di questo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao cut, ne approfitto per salutarti (è vero, siamo tra i reduci dell'idioteca :)

anzitutto credo che tutti abbiamo una percezione personale ed incondivisibile della musica e qualsiasi giudizio del tipo caldo/freddo sulla natura dei pezzi è destinato ad essere assolutamente soggettivo.

ma devi riconoscere che rispetto a quello che abbiamo scoltato per tutto il 2006-2007 il materiale appena uscito è davvero più "acido". E poi ci hanno messi 4 fottuti anni per arrangiare questi pezzi, registrando in media circa 10 minuti all'anno. Non mi sembra che gli arrangiamenti siano così complessi e che il lavoro di produzione sia così raffinato. Molti suoni sono sporchi e molti livelli dei volumi tra gli strumenti io li trovo folli. Se lo registravo io con la mia scheda audio esterna in un mese usciva meglio.

Insomma, dopo il periodo kida/amnesiac, la pausa-sintesi di Hail, io mi aspettavo che i radiohead si cominciassero a pensare come dei compositori, come artisti fuori dalla concezione di genere, che si lasciassero trascinare lentamente nella musica classica, jazz o elettronica che sia. Di certo non mi aspettavo questo rigurgito pop-rock solo sporcato qua e là di elettronica e qualche coro d'archi.

Per come la vedo, rispetto ad Hail non solo non ci sono passi in avanti ma anche qualcuno indietro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ma devi riconoscere che rispetto a quello che abbiamo scoltato per tutto il 2006-2007 il materiale appena uscito è davvero più "acido". E poi ci hanno messi 4 fottuti anni per arrangiare questi pezzi, registrando in media circa 10 minuti all'anno. Non mi sembra che gli arrangiamenti siano così complessi e che il lavoro di produzione sia così raffinato. Molti suoni sono sporchi e molti livelli dei volumi tra gli strumenti io li trovo folli. Se lo registravo io con la mia scheda audio esterna in un mese usciva meglio.

Hai ragione, il gusto è assolutamente soggettivo e quindi inattaccabile e fortunatamente varia di persona in persona.

Per quanto riguarda i 4 anni se pensi al tour, al riposo con le famiglie, l'inizio del nuovo album con lo sviluppo dei nuovi pezzi,poi l'avvicendamento di produttore, registrazione, missaggio...di tempo ce ne vuole (poi non c'è nessuna tabella tempistica da rispettare per l'uscita di un album se non hai un contratto che te lo obbliga).

Il missaggio: parte fondamentale che influisce pesantemente sul risultato finale.2 missaggi diversi fanno sembrar diversa la stessa canzone, detto ciò possiamo tranquillamente dire che il gruppo e Nigel hanno "scelto" un determinato profilo e lo hanno sviluppato nelle 10 song dell'album, che a mio vedere (soggettivo) lo rende molto più omogeneo rispetto ad Httt.

Se lo registro io nel mio home studio ed ottengo un suono sporco ci può stare, ma lì con la strumentazione che hanno, se esce così è perchè lo vogliono così e c'è una bella differenza (la consapevolezza)...

comunque se fossi in te spenderei ancora qualche ascolto prima di stroncarlo definitivamente, che poi rimane soggettivo ripeto... ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Di certo non mi aspettavo questo rigurgito pop-rock solo sporcato qua e là di elettronica e qualche coro d'archi.

Per come la vedo, rispetto ad Hail non solo non ci sono passi in avanti ma anche qualcuno indietro.

Comunque dimmi dove senti l'elettronica in questo disco...

Non venirmi a dire che quel beat di "15 step" o il basso all'inizio di "all i need" sono elettronica perchè vegno lì e ti strozzo!

Qualche coro d'archi. Qualche?

E' pieno di archi.

Forse dovresti ascoltarlo liberandoti da certi luoghi comuni sui Radiohead...

Questo "in rainbows" cresce, invecchierà come il vino.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ma devi riconoscere che rispetto a quello che abbiamo scoltato per tutto il 2006-2007 il materiale appena uscito è davvero più "acido". E poi ci hanno messi 4 fottuti anni per arrangiare questi pezzi, registrando in media circa  10 minuti all'anno. Non mi sembra che gli arrangiamenti siano così complessi e che il lavoro di produzione sia così raffinato.

[tutto ciò che segue è ovviamente IMO]

1) a me non sembra più acido ... Nude è incredibilmente più dolce e calda con l'aggiunta degli archi, mentre era (per mio dispiacere) più funky con il solo basso nella versione 2006. Jigsaw guadagna tantissimo con l'aggiunta della chitarra acustica, Bodysnatchers è ora finalmente una canzone definita e non out of focus come mi era sembrata l'anno scorso.

2) gli arrangiamenti secondo sono invece molto complessi... potevano registrare (sto estremizzando, ovviamente) Weird Fishes in presa diretta con 3 chitarre, basso e batteria come nella versione tour 2006, invece ne han fatto un gioiello di suoni che si intrecciano e hanno rispecchiato l'andamento del testo nelle tre parti, ora nettamente distinte, della canzone (prima parte di paura/speranza, seconda parte di inquietudine, terza parte di fuga)

3) sull'attesa per l'album. Direi che... innanzitutto da queste sessioni vengono fuori 18 canzoni e se la qualità del cd2 si conferma questa, allora credo che saranno state davvero molto produttive. Non dimentichiamo che a fine 2004 la band ha avuto una sorta di crisi di nervi ed è stata sul punto di sciogliersi, perciò possiamo dire che ne sono usciti alla grande ... e ricordiamoci anche che nel frattempo ci siamo deliziati con The Eraser. E' stata un'attesa molto diversa dalle precedenti, tutto qui.

Share this post


Link to post
Share on other sites

io non ho stroncato l'album. quando si parla di radiohead le critiche sono sempre relative e lo sono rispetto a standards altissimi. in rainbows mi piace ma non è quello che mi aspettavo date certe premesse. ma con il tempo cambieranno molte cose. quando uscì hail erano tutti entusiasti ed ora i suoi detrattori sono probabilmente in maggioranza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
quando uscì hail erano tutti entusiasti ed ora i suoi detrattori sono probabilmente in maggioranza.

sì all'epoca ricordo anche io un entusiasmo sfrenato, forse anche maggiore di quello attuale ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×