Jump to content

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

echoes

Tour de France 2011

Recommended Posts

Contador si è svegliato... :rolleyes:

Purtroppo, come prevedibile.

C'è da dire che il Cadel Evans di oggi è ormai il favorito numero uno per il Tour, ha risposto ad ogni attacco alla perfezione e nel finale s'è visto che ne aveva più di tutti visto che è partito tutto solo alla fine della discesa.

Ora, la salita di oggi era una mezza cacata, quindi il dubbio è:

- Contador è andato bene oggi perchè la salita era molto pedalabile e con la potenza che sa imprimere nello scatto ha colmato il gap di condizione fisica ----> sulle vere Alpi le prenderà;

- Contador è effettivamente tornato, ha assaggiato la forma con uno scatto su una salitella, come al Giro a Tropea, e da domani son cazzi per Evans, che in genere almeno una giornata storta la imbrocca in montagna a tutti i Grandi Giri, non essendo un extraterrestre.

Intanto Basso, al di là del fatto che nelle salitelle soffre spesso, e che il distacco dal gruppo maglia gialla l'ha preso poi in discesa, ha dimostrato di non essere in una condizione di forma poi così esaltante, come si era già capito a Plateau de Beille. Ben che vada arriverà quinto.

Cunego sempre più misterioso, cosa stai lì attaccato ai primi con una cordicella sottile sottile se tanto non ne hai per vincere eventualmente una tappa arrivando con loro, nè per fare classifica? Staccati un attimo di classifica e tenta una fuga, no? Va beh, scelte personali. Vorrà dimostrare di valere i primi 10 di un Tour, grandi soddisfazioni...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Purtroppo, come prevedibile.

C'è da dire che il Cadel Evans di oggi è ormai il favorito numero uno per il Tour, ha risposto ad ogni attacco alla perfezione e nel finale s'è visto che ne aveva più di tutti visto che è partito tutto solo alla fine della discesa.

Ora, la salita di oggi era una mezza cacata, quindi il dubbio è:

- Contador è andato bene oggi perchè la salita era molto pedalabile e con la potenza che sa imprimere nello scatto ha colmato il gap di condizione fisica ----> sulle vere Alpi le prenderà;

- Contador è effettivamente tornato, ha assaggiato la forma con uno scatto su una salitella, come al Giro a Tropea, e da domani son cazzi per Evans, che in genere almeno una giornata storta la imbrocca in montagna a tutti i Grandi Giri, non essendo un extraterrestre.

Intanto Basso, al di là del fatto che nelle salitelle soffre spesso, e che il distacco dal gruppo maglia gialla l'ha preso poi in discesa, ha dimostrato di non essere in una condizione di forma poi così esaltante, come si era già capito a Plateau de Beille. Ben che vada arriverà quinto.

Cunego sempre più misterioso, cosa stai lì attaccato ai primi con una cordicella sottile sottile se tanto non ne hai per vincere eventualmente una tappa arrivando con loro, nè per fare classifica? Staccati un attimo di classifica e tenta una fuga, no? Va beh, scelte personali. Vorrà dimostrare di valere i primi 10 di un Tour, grandi soddisfazioni...

Perchè purtroppo? Io trovo Contador un campione straordinario e sono felicissimo se sta bene...

Comunque sì, attualmente Evans è il favorito numero uno anche perchè nella cronometro va fortissimo.

Su Cunego ti appoggio in toto: comportamento inspiegabile :faniente:

Secondo me oggi Contador ha tastato il terreno, domani proverà un nuovo attacco!

Share this post


Link to post
Share on other sites

comunque fan ridere.

ha detto bene gianni motta oggi...i campioni una volta partivano e ciao,arrivederci...oggi con radioline,tatticismi e cagonerie se la giocano manco fossero a monopoli.

godo se i fratellini finocchietti schleck fossero tagliati fuori entro giovedì...

cunego,cagone...

basso,cagone...

chi si salva è contador che avendo fatto anche il giro ha millemila km nelle gambe manco fosse un john deere...

evans non si sa perchè non parta pur stando benissimo...bah...

chi si merita di vincere alla faccia di tutti quanti è la maglia gialla attuale,che pur essendo insignificante tiene sotto le plurifighette in surplace.

bye bye anni 90' (thor hushovd immenso.)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Contador non mi piace proprio perché è, come dire, un po' troppo campione.

A me piacciono i corridori umani, che fanno cose umane e che raccolgono un buon risultato una volta ogni tanto dopo aver fatto mille sacrifici.

Proprio per questo, in realtà non ho trovato scandalose queste prime settimane senza troppi attacchi. Ci si lamenta sempre del doping, una volta che non c'è nessuno che ha la forza di attaccare e che ci mettono 4 minuti, e dico 4, più di pantani a fare il Plateau de Beille, tutti a lamentarsi.

Ah, tra parentesi, oggi a far andare in crisi molti potrebbe anche essere stata la media folle di corsa, 48 km/h, dovuta al fatto che la fuga non partiva mai.

Comunque, un'azione che mi aspetto, a costo di saltare e dire addio anche solo ad un posto nei dieci, è quella di Basso sul Colle dell'Agnello. L'ha annunciata già 20 volte, se quel giorno non cerca di far saltare il banco mettendo Silvestro a tirare sin da subito e poi partendo, allora vuol dire che è davvero un cagasotto, o non ne ha.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ecco,altro che surplace...

quest'anno finalmente in una tappa da storia,Andy Schleck si è fatto 60 km all'attacco e giel'ha messo nel popò a tutti.

monumento.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Semplicemente grande Andy. Con squadre così deboli, bastava provarci, ci ha provato e ci è riuscito. Un quinto posto non gli interessava, meglio rischiare di saltare (vero, Cunego e Basso? almeno un tentativo di provare ad andargli dietro sull'Izoard, no, eh?)

Ora spero che la si smetta di dire che è uno senza coraggio che vive alle spalle di Contador.

Evans ha fatto un grosso sforzo anche lui, vedendosi sfuggire un Tour che aveva in pugno, riuscendo a limitare i danni, su Voeckler non c'è più niente da dire.

Contador si becca una cotta clamorosa, un minuto e quaranta da F.Schleck in 2 km.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Più bella tappa del Tour da dieci anni a questa parte.

Schleck finalmente fa una mossa da campione ed entra dritto dritto nella leggenda! Peccato non abbia preso la maglia gialla, sarebbe stata la ciliegina sulla torta. Evans più favorito che mai, anche se Andy a questo punto meriterebbe di completare l'opera e arrivare in giallo a Parigi.

Contador in crisi: è il prezzo da pagare per il coraggioso proposito di partecipare a Giro e Tour nello stesso anno.

Voeckler grande lottatore ma mi sta sulle balle :faniente:

Basso e Cunego non ne avevano, semplicemente...

Domani sull'Alpe D'Huez le premesse sono da sbavare: Andy e Frank devono dare seguito all'impresa di oggi e avvantaggiarsi in vista della cronometro, Evans ha la necessità di non perdere ulteriormente, Contador è fuori gioco ma è sempre Contador, Cunego ha l'ultima occasione per vincere una tappa, Voeckler deve dare tutto quello che ha!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oggi abbiamo capito due cose: il Tour è di Evans, Contador uno dei più grandi di sempre...

:prego:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oggi abbiamo capito due cose: il Tour è di Evans, Contador uno dei più grandi di sempre...

:prego:

hai dimenticato una cosa...ivan basso il più sopravvalutato del dopo pantani.

Share this post


Link to post
Share on other sites

hai dimenticato una cosa...ivan basso il più sopravvalutato del dopo pantani.

giusto... :ok:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oggi abbiamo capito due cose: il Tour è di Evans, Contador uno dei più grandi di sempre...

:prego:

Io invece punto su Andy. Non è una crono tipica, siamo all'ultimo giorno di Tour, e poi il più piccolo dei fratellini non è assolutamente così fermo come lo si dipinge a cronometro. Fino a ieri puntavo anch'io su Evans, perchè mi aspettavo che guadagnasse qualcosina oggi*.

Direi che sulle alpi abbiamo assistito al più bel Tour dai tempi di Pantani. Godiamocela, che l'anno prossimo torna a vincere COntador con 5 minuti sul secondo. :laugh:

*Tenendo presente che io tifo per Cadel, quindi nelle mie parole potrebbe rintracciarsi un pizzico di scaramanzia. :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io invece punto su Andy. Non è una crono tipica, siamo all'ultimo giorno di Tour, e poi il più piccolo dei fratellini non è assolutamente così fermo come lo si dipinge a cronometro. Fino a ieri puntavo anch'io su Evans, perchè mi aspettavo che guadagnasse qualcosina oggi*.

Direi che sulle alpi abbiamo assistito al più bel Tour dai tempi di Pantani. Godiamocela, che l'anno prossimo torna a vincere COntador con 5 minuti sul secondo. :laugh:

*Tenendo presente che io tifo per Cadel, quindi nelle mie parole potrebbe rintracciarsi un pizzico di scaramanzia. :lol:

Io invece tifo per Andy che è arrivato due volte secondo e che ieri ha fatto una tappa epica, per me i Tour si devono vincere sulle salite e odio chi li vince nelle cronometro....Tuttavia devo dire che Evans mi è simpatico e quindi anche una vittoria dell'australiano non mi dispiacerebbe!

Tour stupendo, forse il migliore che abbia mai visto!

Applausi anche per Cunego...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io invece tifo per Andy che è arrivato due volte secondo e che ieri ha fatto una tappa epica, per me i Tour si devono vincere sulle salite e odio chi li vince nelle cronometro....Tuttavia devo dire che Evans mi è simpatico e quindi anche una vittoria dell'australiano non mi dispiacerebbe!

Tour stupendo, forse il migliore che abbia mai visto!

Applausi anche per Cunego...

Ma sai cos'è, anche a me Andy non sta antipatico, anzi, però è giovane ed avrà altre possibilità.

Evans è arrivato anche lui due volte secondo al Tour, e sempre per meno di un minuto. Addirittura nel 2007 per 20 secondi.

Ha 34 anni e non avrà altre possibilità. Sai che beffa se dovesse arrivare per la terza volta in carriera scondo a meno di un minuto?

Cunego bravissimo oggi e per tutto il Tour, ha dimostrato di poter lottare magari per vincere un Giro, e di essere ancora uomo da corsa a tappe, ma comunque ora arriverà settimo superato da Contador e Sanchez. E chi se lo ricorderà mai un settimo posto senza acuti?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so quanto potrà averne Cadel, dopo aver dato l'anima due giorni filati. Farmacia jr. non è così piantato a crono, potrebbe davvero farcela, e se lo meriterebbe dopo aver tirato fuori un'azione con le palle enormi (in attesa di antidoping) che non vedevo dai tempi di Pantani 2000.

Godo per quel bastardo di Voeckler, andato fuorigiri come un corridore mediocre quale è, l'apice se uscisse fuori dai primi dieci, impossibile ma ci speriamo.

Damiano non vincerà mai più una corsa a tappe, ma è un orgoglio lo stesso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Godo per quel bastardo di Voeckler, andato fuorigiri come un corridore mediocre quale è, l'apice se uscisse fuori dai primi dieci, impossibile ma ci speriamo.

:clapclap:

Pure io lo odio a morte, ieri ha corso da coglione quale è...

Ma quale dopig Pandrè, Andy è arrivato perchè dietro non hanno mai tirato e perchè lui è bravissimo e la Leopard ha messo in campo una grande tattica. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bravo Evans anche se, dopo l'impresa dell'altro giorno, per me il Tour lo avrebbe meritato di più il lussemburghese.

Comunque altra lezione per Andy: deve attaccare di più sulle salite e mettere un abisso tra lui e gli avversari se vuole portarsi a casa qualche grande giro.

Ah e di una cosa sono sicuro: di questo Tour si ricorderanno più le tappe del Galivier e dell'Alpe d'Huez che il nome del vincitore. Se avesse vinto Andy, invece, questa edizione sarebbe stata ancora più memorabile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Evans il tour lo ha salvato sul Galibier quando, non trovando collaborazione, si è messo a tirare da solo e ha recuperato due minuti a Schleck. Tappa bellissima

Devo dire che ho apprezzato anche la cronometro stavolta, con un Evans con una postura ineccepibile e una grinta da leone.

Sono contento che abbia vinto Evans, anche perchè Andy avrà altre occasioni per rifarsi (deve solo vincere uno dei prossimi otto-nove tour che correrà).

Per gli italiani il tour si chiude in maniera mesta (mi aspettavo da Basso un quinto posto dopo i Pirenei) ma con un Cunego che finalmente è tornato a fare classifica in un grande giro. Alla fine però un Contador non al top che fa meglio sia di Cunego che di Basso fa riflettere sulle reali potenzialità dei nostri o sulle potenzialità enormi di Contador.

Nessuna vittoria di tappa per gli italiani, andrà meglio il prossimo anno... :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×