Jump to content

All Activity

This stream auto-updates

  1. Today
  2. Alla fine sarà Loop<Thin Thing degli Smile Non vedo l'ora di sentire I miei preferiti sono nell'ordine: Phantom Thread, Norwegian Wood e Inherent Vice
  3. I miei lavori preferiti sono Bodysong e Phantom Thread, che ritengo i migliori lavori dell'universo greenwoodiano - per vari motivi. Subito dopo ci piazzerei Il petroliere. Poi Norwegian Wood e The master, ma diciamo che li ritengo tutti dei bei lavori.
  4. Il richiamo al barocco di questo brano mi ha ricordato certe cose di Norwegian Wood
  5. Il film non lo ricordo benissimo - dovrei rivederlo - ma la musica di Jonny mi è sempre piaciuta, perchè con quella commistione classica jazzante è riuscito a creare un commento sonoro come sempre molto adatto all'ambientazione temporale del film, però senza usarne necessariamente la musica di riferimento (di quel luogo e quel tempo). Tipo, appunto, per The master, ambientato negli USA post WWII, mi sarei buttato anche sul jazz, invece jonnuzzo ce l'ha messo, ma come ingrediente di contorno. Al tempo stesso, però è riuscito a dare un sapore "giusto" per una colonna sonora ambientata in quell'epoca in america e lo ha fatto con il solito profluvio di archi e richiami a Messiaen. Tipo, penso a questa
  6. Wanderer

    Water

    Water mi ricorda anche un po' certe robe di The Master e, quindi, Messiaen.
  7. mh, si vede che sto seguendo con molta attenzione questa reissue
  8. @li

    Follow Me Around

    Certo che sì
  9. Yesterday
  10. ho ascoltato altri pezzi...son tutti belli
  11. Non so mai dove postare questo genere di scemenza, ma nel caso non l'aveste già ascoltato vi consiglio di buttare un'occhiata un'orecchiata a quello che ultimamente mi si sta giocando insieme a Cenizas il titolo personale di album del secolo del 2020 (rimaniamo onesti), ovvero Magic Oneohtrix Point Never di (hehe) Oneohtrix Point Never.
  12. Possibile Sará presente su "Kid Amnesiae", è stato annunciato a inizio Settembre
  13. Spero di no Con I Froze Up è una delle unreleased preferite, spero che se la tengano per un eventuale lp10
  14. Si trova sul tubo tutta l'intervista (video) a thom e Stanley
  15. Riascoltata la suite Immensità: mammamia che lagna. Autolesionismo
  16. cosa ne pensate? per me bravissimo questo duo italiano! una bomba
  17. Se ho capito bene credo che esce digitalmente il 12/11 ma i supporti fisici escono ad Aprile.
  18. ammazza! ma di solito non escono prima dei film le colonne sonore? Comunque ho ascoltato il pezzo; piaciuto abbastanza, ma devo dire che mi aspettavo tutt'altro!
  19. Purtroppo uscirà tra molto tempo, l'8 aprile https://www.transmissionrecords.co.uk/product/spencer-original-soundtrack-johnny-greenwood/
  20. Prendendo spunto da reddit ho creato una mia versione della cronologia delle "ere" dei Radiohea On A Friday (1985-1990) Pablo Honey, The Bends (1991-1995) Ok Computer (1996-1998) Kid A - Amnesiac - Hail To The Thief (1999-2004) In Rainbows - The King Of Limbs (2005-2012) A Moon Shaped Pool (2015-2018) Se ne evince (se ancora ci fosse bisogno di ribadirlo) che dopo A Moon Shaped Pool si è generata una lunghissima fase di inattività del gruppo, che mai (a parte lo iato di 2 anni tra TKOL e AMSP) era rimasto fermo così a lungo. Se i nostri torneranno in studio nel 2022, la pausa tra l'era A Moon Shaped Pool e l'era LP10 durerà 3 anni. Questo fa sì che A Moon Shaped Pool sia un po' un "caso isolato" nella loro discografia, non avendo avuto un'era precedente, né un'era successiva, come nel passato era stato per Ok Computer, isolato rispetto all'era precedente dal drastico cambio di strumentazione (in conseguenza del furto di Denver) e dell'arrivo di Nigel Godrich al timone, e ma isolato rispetto all'era successiva, dalla "svolta elettronica" di Kid A. Sicuramente qualcuno storcerà il naso per il fatto che ho accorpato In Rainbows e The King Of Limbs nella stessa era, pur essendo due album stilisticamente molto diversi. Motivazioni: molte delle canzoni pubblicate in The King Of Limbs o nei singoli, erano stati scritti all'epoca di In Rainbows o nascono dalla manipolazioni di registrazioni delle session di In Rainbows (Magpie, Little By Little, Feral, Supercollider, The Daily Mail, ma penso anche altri...). In pratica le session di TKOL possono essere considerate come un prolungamento di quelle di IR, per completare quei brani che non avevano trovato spazio negli Arcobaleni. L'era In Rainbows-The King Of Limbs è l'era del "pay what you want", cioè delle strategie commerciali alternative, dopo la rottura con la EMI e prima della firma per la XL, che li ripoterà a seguire il mainstream dopo il fallimento dell'esperimento commerciale di Tomorrow's Modern Boxes. Appartengono a quest'era anche esperimenti come la pubblicazione di These Are My Twisted Words e del singolo radioheadiano ma a firma Thom Yorke-Jonny Greenwood Feeling Pulled Apart By Horses, entrambi pubblicati nel 2009 che fanno un po' tra trait-d'union fra IR e TKOL.
  21. Lacatus

    Follow Me Around

    Alzi la mano chi pensa che in concomitanza con l'uscita di Kid A Mnesia il 5 novembre uscirà il singolo/video di Follow Me Around
  22. Last week
  23. Tornano i Marlene Kuntz. Il nuovo album, Karma Clima, nascerà da delle sessioni che si terranno tra ottobre e dicembre in tre piccoli borghi della Provincia di Cuneo: https://www.rollingstone.it/musica/news-musica/i-marlene-kuntz-lanciano-karma-clima-un-album-tre-residenze-artistiche/590271/
  24. Lacatus

    verdena

    Io vabbe', lo dico già da qualche anno, mi immagino il loro nuovo disco con una forte componente "classica", quindi, volendo fare un paragone coi Radiohead, un'atmosfera un po' In Rainbows un po' A Moon Shaped Pool e chitarre quasi zero. Se fosse così ignorerebbero completamente il percorso tracciato dai Maneskin. E penso farebbero anche bene, perché li porrebbe su un altro livello. Loro possono permetterselo
  25. OKPC_82

    verdena

    Molto interessante questa disamina ci aggiungerei anche il fenomeno trap per fortuna in fase calante… In questo momento grazie ai Manaskin ed al fenomeno (adolescenziale) di Blanco stiamo assistendo ad una rinascita dei suoni rock in campo mainstrain… Secondo me il 2022 può essere una nuova primavera per i Verdena, il miracolo sarebbe vederli calcare l’Ariston…un pezzo bello tosto ma anche diretto per rinvigorire la notorietà sarebbe un colpaccio, ma dovrebbero trovare un bel coraggio per farlo!
  26. Infatti, sono in attesa di sentire i pezzi dove il barocco si contamina con il free jazz.
  1. Load more activity
×
×
  • Create New...