Jump to content
Sign in to follow this  
@li

Tour 2018

Recommended Posts

Ma sì, succede :)

6 hours ago, fabri said:

Chiedo ad italo su atease :ph34r:

Visto che probabilmente riguarderà anche il sud America sta volta è proprio il suo campo :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

4 hours ago, Lacatus said:

Nessunissima aspettativa per questo "tour" (che poi saranno solo un paio di date, meno di 10).

Probabilmente hai ragione, vedremo. Comunque penso che possiamo sperare di sentire una volta almeno (in questi meno di 10 date) la versione full band (con Clive) del nuovo Follow Me Around. Sarebbe qualcosa. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 hours ago, Billy Beach said:

Probabilmente hai ragione, vedremo. Comunque penso che possiamo sperare di sentire una volta almeno (in questi meno di 10 date) la versione full band (con Clive) del nuovo Follow Me Around. Sarebbe qualcosa. 

Oibò, non ci avevo pensato :band:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ovviamente anche in questa leg faranno setlist popolari ma questa volta fanno anche bene, visto che immagino che non siano andati così tante volte dai fan sudamericani che giustamente avranno voglia di sentire le varie hit

Share this post


Link to post
Share on other sites

nonostante il periodo  di a moon shampoo non mi abbia entusiasmato fino in fondo, pensare che possano sparire ancora per anni e anni mi mette addosso molto tristezza...

alla fine gli voglio troppo bene:wub:

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Wanderer said:

nonostante il periodo  di a moon shampoo non mi abbia entusiasmato fino in fondo, pensare che possano sparire ancora per anni e anni mi mette addosso molto tristezza...

alla fine gli voglio troppo bene:wub:

Ok, facciamo una previsione di come andranno le cose (valutato in base allo storico): Passeranno 4-5 anni tra AMSP e LP10. Così possiamo attenderci LP10 tra 2020 e 2021.

Ma non sono preventivamente triste, perché nel 2017 ci sono stati, e pare pure per parte del 2018 ci sarà questo mini tour. Allora Radiohead come insieme probabilmente "sparirà" per max. 3 anni. 

Il vuoto di quei 3 anni di assenza dei Radiohead sicuramente sarà riempito da progetti solisti che ci terranno piacevolmente occupati se non addirittura sbalorditi. Potremo sentire, e forse anche vedere dal vivo, i nostri singolarmente ed in vesti diversi. 

Tutto per dire che anch'io gli voglio bene, ma non ho fretta di ritrovarli tutti insieme. Per 2-3 anni sono anche disposto a volerli bene uno alla volta. Poi sicuramente ad un certo punto mancheranno come insieme pure a me...    

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minutes ago, MyIronAlien said:

Io mi accontenterei di un Kid A- Amnesiac Tour nel 2020

C'ho pensato anch'io... Tanto mi pare che non abbiano più nulla di nuovo da dire... che facciano i revival...

Share this post


Link to post
Share on other sites
32 minutes ago, @li said:

L'ho già detto dio ci scampi? Si ma lo ripeto per sicurezza va

:D

Intanto alla fine l'omaggione a Ok Computer l'han fatto per davvero... e nel tour per far posto alle canzoni di Ok Computer hanno tolto quelle di A Moon Shaped Pool :(
Rassegnamoci: i Radiohead hanno imboccato il viale del tramonto... ora è tempo di Grizzly Bear :ballo:

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minutes ago, Wanderer said:

ma rassegniamoci cosa?:D

Per me sono bolliti, ormai questo lo sapete.
Spero di essere smentito con l'Lp10.

Il tour 2018, per tornare in tema, sarà una riproposizione di quanto sentito nel 2017: un'autocelebrazione nazionalpopolare nei prati e negli stadi, a setlist fisso, infarcito di best of.
Anche qui, spero nella smentita.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lac il tour del 2018 (se ci sara') sara' la continuazione di quello appena concluso. Non stai facendo nessuna grande scoperta o previsione sorry. :)

Stessa scenografia e setlist simile a quelle che abbiamo avuto qui.

Come è sempre stato dalla notte dei tempi per spettacoli dello stesso tour. 
Non li vedono dal 2009 credo e quindi per i sudamericani sara' una novita' quanto lo sarebbe per te ;)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

ovvio che il tour 2018 sarà uguale al 2017, è lo stesso tour. 

Per il resto attenderei lp10

Share this post


Link to post
Share on other sites

perdonami nico ma sulla bollitura dei radiohead, o la affermi al 100% o no:D

non puoi continuare a dire che sono bolliti e poi andare in giro per il forum a piazzare 8 ad AMSP:D, altrimenti ammetto che è una bella bollitura. Nei post ne parli come il male in musica e poi mi piazzi i votazzi.

seriamente, io pazienterei, alla fine hanno fatto un album che non ti siddosfa appieno, io un'altra carta gliela farei giocare. Anche IR mi pare di aver capito fu cosi per te, e poi arrivò TKOL.

Share this post


Link to post
Share on other sites

più che altro Lac sei l'unico che voleva un tour celebrativo di Ok computer e l'unico che poi si è lamentato quando - a modo loro - l'hanno fatto, insomma deciditi :P

Nel 2018 io ancora non sono neanche così sicura che il tour continuerà, dividerlo su tre anni mi sembra troppo. Se però le voci saranno confermate penso anch'io che non ci saranno grandi sorprese su setlist e locations, considerato che andranno in zone dove non suonano da molto. Spero solo che le scalette siano un po' più variabili dell'ultima leg europea, quella prevedibilità era diventata abbastanza fastidiosa

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Wanderer said:

perdonami nico ma sulla bollitura dei radiohead, o la affermi al 100% o no:D

non puoi continuare a dire che sono bolliti e poi andare in giro per il forum a piazzare 8 ad AMSP:D, altrimenti ammetto che è una bella bollitura. Nei post ne parli come il male in musica e poi mi piazzi i votazzi.

Ma l'8 in pagella ad AMSP è un 8 a un disco di canzoni belle ma comunque vecchie: per questo li ritengo bolliti, perché con AMSP non hanno guardato avanti, ma indietro...poi che questo guardare indietro abbia significato ottimi ripescaggi dal passato (Present Tense in primis) e ottime canzoni, è un altro discorso per me. Sono due discorsi diversi insomma. Uno sono le canzoni prese singolarmente (la forma), un'altro è lo spirito dei Radiohead in quel disco (la sostanza). Sto provando a spiegarlo da un anno, ma vedo che continuo a non essere capito...

1 hour ago, Wanderer said:

seriamente, io pazienterei, alla fine hanno fatto un album che non ti siddosfa appieno, io un'altra carta gliela farei giocare. Anche IR mi pare di aver capito fu cosi per te, e poi arrivò TKOL.

In Rainbows: all'epoca del tour 2006 fu un trauma rendermi conto che Thom si era tenuto per sé il meglio, sfornando un disco praticamente perfetto (The Eraser) e poi sentire i Radiohead presentare dal vivo Spooks, 4 Minute Warning, Jigsaw, House Of Cards, All I Need... materiale nettamente inferiore. Diciamo che da quel momento in poi le cose migliori sia Thom che Jonny hanno cominciato a tenersele per sé. Per questo mi reputo più un fan di Thom solista e Jonny solista, che dei Radiohead tout-court (a parte il periodo The King Of Limbs, in cui guarda caso, i confini tra Thom/Radiohead/Atoms erano labilissimi).
A me piacciono i Radiohead che Scaruffi ha descritto così:

Quote

Il suono di Kid A (Capitol, 2000), come una carcassa tra I boschi, ha decomposto e assorbito grandi varieta' di nuovi odori. 

Loro erano capaci di assorbire dalle avanguardie del passato (Messiaen, Can), e del presente (Aphex Twin), riformulando in chiave pop la musica del futuro. L'han fatto fino a The King Of Limbs, poi con A Moon Shaped Pool, hanno assorbito da loro stessi e per me sono entrati nel manierismo, anziché assorbire "nuovi odori" sono diventati autoreferenziali, manieristi, come Baglioni che scrive da 30 anni la stessa canzone col "manuale Baglioni", per compiacere i propri fans. I Radiohead erano l'opposto di questo, ma con A Moon Shaped Pool sono diventati questo. 
Sarà chiaro il mio ragionamento almeno questa volta? :ride:

 

40 minutes ago, Beat said:

più che altro Lac sei l'unico che voleva un tour celebrativo di Ok computer e l'unico che poi si è lamentato quando - a modo loro - l'hanno fatto, insomma deciditi :P

Più che il tour celebrativo invocavo un concerto celebrativo, magari in alcune location particolari, in cui venisse eseguito tutto Ok Computer dall'inizio alla fine. Invece hanno fatto un tour orribile nei pratoni, suonando una sorta di "best of" :(

Share this post


Link to post
Share on other sites

sono ben accette le opinioni di chiunque e in parte condivisibili alcune delle tue.
c'e' pero' da dire che bollare come "orribile" un tour di cui nn si è vista neanche una data suona alquanto buffo (specie se poi mi magnifichi in ogni dove la serata torinese di Thom che, non per colpa sua, è stata una delle peggiori cose che gli ho sentito, o forse dovrei dire NON SENTITO :D , fare in 25 anni).

Il tour di AMSP è stato ottimo, peccato un po' statico per quanto riguarda le scalette nell'ultima parte ma su questo credo che siamo tutti d'accordo, coronato da una serata, quella Maceratese, che restera' nel cuore e nelle orecchie di tutti i fortunati che hanno potuto assistervi.

 

Discorso AMSP. Un album da 8 (e io sono anche un po' piu generosa), seppur conservativo, da una band che sta sulla scena da quasi 30 anni io lo accolgo con estrema gioia e soddisfazione. Se poi vorranno fare un TKOL 2 al prossimo giro saro' altrettanto contenta, visto che ho molto apprezzato anche quello.

Share this post


Link to post
Share on other sites
54 minutes ago, Lacatus said:

Ma l'8 in pagella ad AMSP è un 8 a un disco di canzoni belle ma comunque vecchie: per questo li ritengo bolliti, perché con AMSP non hanno guardato avanti, ma indietro...poi che questo guardare indietro abbia significato ottimi ripescaggi dal passato (Present Tense in primis) e ottime canzoni, è un altro discorso per me. Sono due discorsi diversi insomma. Uno sono le canzoni prese singolarmente (la forma), un'altro è lo spirito dei Radiohead in quel disco (la sostanza). Sto provando a spiegarlo da un anno, ma vedo che continuo a non essere capito...

In Rainbows: all'epoca del tour 2006 fu un trauma rendermi conto che Thom si era tenuto per sé il meglio, sfornando un disco praticamente perfetto (The Eraser) e poi sentire i Radiohead presentare dal vivo Spooks, 4 Minute Warning, Jigsaw, House Of Cards, All I Need... materiale nettamente inferiore. Diciamo che da quel momento in poi le cose migliori sia Thom che Jonny hanno cominciato a tenersele per sé. Per questo mi reputo più un fan di Thom solista e Jonny solista, che dei Radiohead tout-court (a parte il periodo The King Of Limbs, in cui guarda caso, i confini tra Thom/Radiohead/Atoms erano labilissimi).
A me piacciono i Radiohead che Scaruffi ha descritto così:

Loro erano capaci di assorbire dalle avanguardie del passato (Messiaen, Can), e del presente (Aphex Twin), riformulando in chiave pop la musica del futuro. L'han fatto fino a The King Of Limbs, poi con A Moon Shaped Pool, hanno assorbito da loro stessi e per me sono entrati nel manierismo, anziché assorbire "nuovi odori" sono diventati autoreferenziali, manieristi, come Baglioni che scrive da 30 anni la stessa canzone col "manuale Baglioni", per compiacere i propri fans. I Radiohead erano l'opposto di questo, ma con A Moon Shaped Pool sono diventati questo. 
Sarà chiaro il mio ragionamento almeno questa volta? :ride:

 

Più che il tour celebrativo invocavo un concerto celebrativo, magari in alcune location particolari, in cui venisse eseguito tutto Ok Computer dall'inizio alla fine. Invece hanno fatto un tour orribile nei pratoni, suonando una sorta di "best of" :(

Spiegazioni molto ragionevoli Lacatus, ma come per tutti gli opinioni non condivisibili da tutti. Personalmente condivido abbastanza.

Si, AMSP è più una collezione di belle canzoni che un grande album. Poi francamente per quanto Present Tense è uno dei miei canzoni preferiti, la versione su AMSP non mi ha soddisfatto appieno. La scelta del ritmo anche se piacevole, mi ha fatto un effetto simile a quello della batteria su Arpeggi di IR, ma qui in più non mi è piaciuto nemmeno gli effetti e sovrapposizioni che sono stati usati sulla voce di Thom. 

IR mi era piaciuto tanto. Ma capisco che forse a confronto con il sapore innovativo di The Eraser forse per i gusti di qualcuno non regge.

Vero anche che quel momento quando i confini tra Thom/Radiohead/Atoms si spostavano era molto interessante. Ma a me ha fatto un effetto diverso, a me TKOL è stato l'opera che non reggeva il confronto tra gli altri progetti, per quanto non è che non mi piaceva.

Per me AMSP è vero che è un po autoreferenziale, ma il stile Radiohead per quanto non si è cambiato radicalmente in questo disco si è evoluto diventando più melodico. Non è la fotocopia di nessuno dei loro dischi precedenti. Ma anch'io spero in un maggiore diversificazione nel stile per future opere.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, @li said:

sono ben accette le opinioni di chiunque e in parte condivisibili alcune delle tue.
c'e' pero' da dire che bollare come "orribile" un tour di cui nn si è vista neanche una data suona alquanto buffo (specie se poi mi magnifichi in ogni dove la serata torinese di Thom che, non per colpa sua, è stata una delle peggiori cose che gli ho sentito, o forse dovrei dire NON SENTITO :D , fare in 25 anni).

Il tour di AMSP è stato ottimo, peccato un po' statico per quanto riguarda le scalette nell'ultima parte ma su questo credo che siamo tutti d'accordo, coronato da una serata, quella Maceratese, che restera' nel cuore e nelle orecchie di tutti i fortunati che hanno potuto assistervi.

Il tour di A Moon Shaped Pool, cioè il tour 2016, ha avuto sicuramente dei momenti molto belli, soprattutto per quanto riguarda le date al chiuso.
Il tour 2017 "best of" nei festival-pratoni è da dimenticare: spero sia l'ultima volta che suonano in quei contesti (anche se sarà replicato nel tour 2018)

Il Lingotto è stato un esperimento (e non c'è niente di più eccitante che sentirsi parte di un esperimento: Torino è fra le poche città del MONDO fortunate, assieme a Minhead, Parigi, Chiba, Osaka e Latitude dove è stato suonato qualcosa da Tomorrow's Modern Boxes): c'era un'atmosfera sospesa, onirica, bellissima... Not The News, Traffic, Twist, sono state stellari... io avrei fatto una roba ancora più spinta, buttandoci dentro anche There Is No Ice (For My Drik), The Mother Lode e le musiche per Rag & Bone, ma sono stato soddisfatto così (ed ero pure lucido... in una performance dove era quasi d'obbligo l'assunzione di qualche stupefacente + alcool) :presomale::bong::wine:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×