Welcome to Scatterbrain

Register now to gain access to all of our features. Once registered and logged in, you will be able to contribute to this site by submitting your own content or replying to existing content. You'll be able to customize your profile, receive reputation points as a reward for submitting content, while also communicating with other members via your own private inbox, plus much more! This message will be removed once you have signed in.

demos

Members
  • Content count

    4,843
  • Joined

  • Last visited

1 Follower

About demos

  • Rank
    Signornò
  • Birthday 05/27/1987

Profile Information

  • Gender Male
  • Interests π, √2

Recent Profile Visitors

21,165 profile views
  1. Vabbè, per me TUTTE le squadre vanno guidate, e quindi tutte le squadre arrivano dove possono grazie all'allenatore. Se poi tu desideri un'Italia come la Francia, dove Deschamps non ha la minima idea di quello che fa ma centrocampo e attacco gli tolgono regolarmente le castagne dal fuoco, è un altro paio di maniche. Io resto dell'idea, molto semplice, che non si può fare una Nazionale con un allenatore che non modifica i propri schemi tattici in base alla selezione che convoca. Ventura è un oltranzista del 424/442 che con questi interpreti è un modulo che fa cadere le braccia (v. partite contro Macedonia e Israele -e intendo anche all'andata, ve le ricordate?); il 352 contro la Svezia (anche qui a/r) è un disperato tentativo di ritorno alle idee di Conte, senza Conte in panchina. Un fallimento preannunciato. Con questa generazione, che io credo sia in realtà sottovalutata (parlo di Gagliardini, Cristante, Pellegrini, Rugani, Caldara, Conti, per fare i nomi dei più giovani che comunque hanno passato DA MO' i 20 anni), si può tirare su una bella selezione, nelle mani giuste. Il problema è trovarle. Nel frattempo, Tavecchio non si dimette e cerca di premere per O' Puorc ehm, scusate, Ancelotti.
  2. Siccome che sono diventato un animale da macchina, complice il lavoro semestrale in guardia, il mio ipod al momento neanche mi ricordo dov'è. Di conseguenza, non avendo un attacco aux per l'autoradio, ecco i cd che mi porto in giro. Grizzly Bear - Shields, Painted Ruins Radiohead - HTTT, I Might Be Wrong EP REM - Out of Time, Automatic for the People, Monster, New Adventures in Hi-Fi Beck - Odelay Field Music - Commontime Uochi Toki - Il limite valicabile PJ Harvey - Stories from the city The National - Alligator Fratelli Calafuria - Senza Titolo XTC - Black Sea, Skylarking ce ne ho anche altri che al momento non ricordo, ma questi sono sicuramente quelli che ascolto di più.
  3. Ah vabbè dai, pensavo chissà che.
  4. E come sarebbe il virgolettato? dai, non farmi sporcare la cronologia di Google.
  5. Nella medicina al momento non esistono IA capaci di fare ragionamenti multispecialistici, ovvero sembrano non essere in grado di valutare l'"interezza" del paziente. Pare strano ma sembra essere così.
  6. Guarda Max per me già le tematiche sono stantie, il modo in cui sono scritti poi... Butler non sembra più lui, questi due pezzi sono scritti con la retorica da Michele Serra che non vuole arrivare a capire Twitter -per farti un esempio-, quel luogo comune di "eh questi giovani d'oggi però". Ma vogliamo mettere coi testi di tutto quell'album grandioso che è The Suburbs, peraltro incentrato sula stessa tematica (la giovinezza)? Se sei stato così lirico in quel caso e così sbrigativo, banale, telefonato, inutile in Everything Now, mi vuoi solo far capire che quando eri giovane tu era tutto migliore, ed è questo che non riesco a mandar giù. Auguri comunque, boss!
  7. Comprato il cd e ascoltato in macchina. Come faccia a guadagnare punti dopo 20 e più ascolti non lo so. Credo di aver dipanato i pensieri sulle diversità tra Shields e Painted Ruins: mentre Shields era un album di maestria pop rock classica, meno disorientante del successivo (a parte la coda di Yet Again) ma comunque emblema del pop rock di classe, Painted Ruins è MOLTO stratificato, a tratti anche troppo (Aquarian, che per me è tra le meno riuscite, s'imbroda un po'; 7,5 pieno comunque) e risulta quasi "elettronico" al confronto, colpa dell'effettistica che nel precedente era meno presente. Per non parlare delle libertà che si è preso il batterista, che sfoga tutta la sua vena jazzy seguendo il tempo ma mai allo stesso modo, come ha fatto notare @Wanderer. Insomma: come fare due album pop/rock bene ma con stili tutto sommato diversi.
  8. A mente fredda: il Chelsea è al momento una squadra senza chiare direzioni, è bastata una Roma organizzata per farla capitolare. E per organizzata intendo con tutti i difetti del caso: Jesus è lungi dall'essere perfetto, Fazio ogni tanto esagera in fiducia e De Rossi ieri sera per buona parte del primo tempo si è perso Bakayoko. Poi per carità sicuramente abbiamo una certa sicurezza di modulo e tattica, ma per dire ieri ha avuto più colpe il Chelsea per me. Dispiace molto per il Napoli, battagliero fino alla fine. Ci sono ancora possibilità di passare il turno?
  9. @pandroid alle prossime politiche in Sicilia vai a votare?
  10. Ci posso ridere su quanto voglio ma qui c'è da fare una riflessione pesante: negli ultimi 4 mesi si sono rotti il crociato il fratello di Pellegrini, Tumminello (al Crotone ma che comunque si è fatto il precampionato con noi), e mo' Karsdorp. In 42 mesi ci sono state 14 operazioni. Non è normale. Passando al calcio giocato, tra stasera e la pausa per le nazionali non saremo più miglior difesa del campionato. Giocatevelo.
  11. Ora come allora
  12. Caro @TomThom oggi non ci troviamo. Guardiola ha dovuto aspettare un anno al City per combinare qualcosa (spoiler: è comunque arrivato terzo, a differenza di un certo José) perché il primo anno il mercato non l'aveva fatto lui e ha dovuto adattare la gente che aveva al suo modulo. E non è che avesse dei pellegrini in rosa eh. Quest'anno gli hanno fatto fare i fuochi d'artificio e guarda un po', è primo, imbattuto, e a 5 punti dal succitato José. Su Ventura invece siamo d'accordo, non è un selezionatore ed è troppo convinto della bontà del suo modulo per provarne altri.
  13. @matteclarence se si gioca bene ma i risultati non arrivano c'è da aspettare e avere fiducia, non da esonerare l'allenatore dopo tre settimane di intoppi. Non è che "non so di cosa parlo", è che io non metto la vittoria in ogni caso davanti alla prestazione. Partite come contro la Roma sono partite sfortunate dal vostro punto di vista, perché il tiro di Edin è entrato grazie alla giusta deviazione, e i tiri di Bonucci o André Silva non sono entrati. Non si può giudicare una partita come quella in base agli episodi. Contro l'Inter è un discorso diverso, ma questo non è un forum di tattica e quindi è inutile che vado avanti. Poi ripeto, per me cambiare Montella già adesso è un salto nel vuoto, una condanna a un altro anno di non transizione.
  14. Per me Montella è innocente, punto. Poi se siete ciechi e volete negare che contro la Roma e l'Inter avete fatto due ottime partite e volete già un capro espiatorio come i peggiori Zamparini, fate pure. @pandroid gli è andata bene 100 su tre stagioni (anzi, due e mezza) consecutive? Ripeto, per me l'Inter finirà la benza a Febbraio ma terza o quarta c'arriva agevolmente, se nessuno la ostacola. Comunque sarebbe una vittoria.
  15. Ancora convinto? Per carità, ha ovviamente dei difetti enormi, tipo la tendenza a far giocare 14 giocatori massimo e quando arriva il momento di fare turnover piange miseria, ma ha rivitalizzato due squadre alla deriva, e se chiedi a me con la Roma era impossibile farlo da subito ma c'è riuscito. Poi tra l'essere un buon allenatore e un ottimo allenatore ce ne passa.