Jump to content

Recommended Posts

da qualche parte ho letto che "trow your keys in the bowl" è un riferimento allo "scambismo"... nei locali per scambisti ogni coppia mette il suo mazzo di chiavi in una tazza, poi, come alla lotteria uno estrae bendato le chiavi e le assegna alle varie coppie...

quella frase mette ancora più del torbido...

credo che su ""in rainbows" troviamo i testi migliori di Thom, alla pari con quelli dadaisti di "kid/amnesiac"

(i testi di "hail to the thief", mamma che brutti!)

very interesting! ci può essere ovviamente il doppio senso...

sui testi di HTTT sono in minima parte d'accordo. In qualche occasione rasentavano la bruttezza (sit down stand up o the gloaming, dove c'erano solo le idee del titolo) ... però i testi di there there o where i end and you begin (e altre) li trovo molto belli.

Share this post


Link to post
Share on other sites
house of cards è davvero molto bella.

e si sentono molto le vibrazioni rasta di jonny :)

Sai che figata se Jonny si fa i dreads??? :clapclap::clapclap:

Share this post


Link to post
Share on other sites

quello che apprezzo di piu' di questa, e' che sia qualcosa di totalmente nuovo per i radiohead...

e poi, scalda il cuore, con gli echi, il tappeto malinconico...

quando thom allunga il "MINE", mi piace un sacco. per non parlare del pezzo dove dice "your ears should be burning"!

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' l'atmosfera rarefatta che scalda il pezzo ... così come il modo in cui è cantata ... un pezzo terribilmente inusuale, ma per questo cresce e continuerà a crescere ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

non è brutta, però non mi convince per niente. è la peggiore dell'album. però, io avevo letto da qualche parte su internet una recensione dove sta canzone era stra-elogiata, manco fosse la nuova paranoid android!! bah, secondo me certi critici musicali sono pazzi....

Share this post


Link to post
Share on other sites
per me è uno dei migliori dell'album

quoto. davvero stupenda.

mi piaceva già molto la versione dal vivo, questa è ancora più bella ;)

cresce a livelli impensabili,

vista l'opinione (piuttosto "piatta") che ne avevo dal tour 2006.

bellissima.

:ok:

Share this post


Link to post
Share on other sites

è migliorata molto dalla versione live

il suo punto di forza secondo me è la voce di thom e come si sviluppa la parte cantata

anche il testo è stupendo

Share this post


Link to post
Share on other sites

io mi pento del mio primo giudizio

è cresciuta tantissimo anche per me..e ora la amo. bellissimi gli effetti nel pezzo in cui thom alza la voce e canta fall off the table, get swept under..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non mi convince.Troppo lunga, monotona ,ripetitiva.Poco ispirata.Diciamo che la ascolterei meno delle altre... non che la disprezzi, però mi dice poco,ecco.

Si il background di archi e roba varia è carino,ma un po di effetti non bastano.

Vabbé 1 su 10 ci può stare.

Necessita forse di più ascolti.

Meno male che c'è qualcosa che mi convince poco. :smoke:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopo un weekend intenso di ascolti devo dire che House of cards è cresciuta, ma rimane sempre la meno bella dell'album, quella meno particolare insomma...la trama non è male, ma è fin troppo lunga...e poi in un album dove ci sono canzoni tutt'altro che scontate, questa è un pò ridondante...anche questo la penalizza in maniera eccessiva...in definitiva un buon pezzo, da non catalogare come brutto se non lo si ascolta con attenzione e più volte...

Share this post


Link to post
Share on other sites

non la reputo certo la migliore dell'album, ma le do un buon quarto/quinto posto, che in mezzo a canzoni del genere è molto più di oro colato.

l'intera canzone mi ricorda un triste giorno di pioggia passato alla finestra...

malinconica e molto bella... i cori poi le danno qualcosa in più.

Share this post


Link to post
Share on other sites
iiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiihhhhhhhhh!

Ma capita solo a me che ogni volta che sento questi cori iniziali ho la sensazione che Thom cominci a cantare Why does my heart, feel so bad? :unsure:

Share this post


Link to post
Share on other sites
iiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiihhhhhhhhh!

Ma capita solo a me che ogni volta che sento questi cori iniziali ho la sensazione che Thom cominci a cantare Why does my heart, feels so bad? :unsure:

ecco.

come rovinarmi la canzone..

:angry:

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi sono presa quasi 10 giorni...

Ero curiosa di sapere le vostre opinioni su questa canzone, io non riesco ancora a digerirla è troppo lunga e troppo uguale ogni volta che l'ascolto è come se aspettassi un'evoluzione o un cambio di ritmi che non arrivano mai e ne rimango sempre delusa...

Mi fa strano che la canzone più lunga del lp sia così ridondante...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×